Bundesamt für Statistik

BFS: Barometro dell’impiego nel 4° trimestre 2004

(ots) - Barometro dell’impiego nel 4° trimestre 2004 Stagnazione del mercato del lavoro Gli indicatori del barometro dell’impiego, pubblicati dall’Ufficio federale di statistica (UST) a scadenza trimestrale, segnalano una stagnazione del mercato del lavoro svizzero. Sono rimasti invariati infatti sia il numero degli occupati che quello dei posti di lavoro, situazione che dovrebbe perdurare, stando all’indice dei posti liberi e all’indicatore delle prospettive d’impiego, anche nel 1° trimestre del 2005. Secondo i risultati della statistica delle persone occupate (SPO; cifre provvisorie), alla fine del quarto trimestre 2004 la Svizzera contava 4,178 milioni di occupati, numero rimasto stabile rispetto all’anno precedente, con un aumento dei lavoratori stranieri (+2,6% su base annua) e una contemporanea diminuzione di quelli svizzeri (- 0,9%). Anche la statistica dell’impiego (STATIMP) indica una stabilità della situazione globale sul mercato del lavoro. Tuttavia, la flessione dell’impiego nel settore secondario si è protratta anche nel 4° trimestre del 2004 (-1,1% su base annua). L’impiego continua invece a crescere nel settore terziario (+0,5%). Stando agli indicatori a breve periodo della STATIMP, la situazione dell’impiego dovrebbe rimanere invariata anche nel prossimo trimestre. L’indicatore delle prospettive d’impiego, fermo a 1,00 punti per il secondo trimestre consecutivo, segnala una certa stabilità per quanto riguarda il numero di addetti, mentre l’indice dei posti liberi raggiunge solo 97,0 punti, nonostante una sua evoluzione positiva rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+22,1%). Stabile il numero di occupati Stando ai risultati della statistica delle persone occupate (SPO; dati provvisori), alla fine del 2004 in Svizzera si contavano 4,178 milioni di occupati, numero rimasto invariato rispetto al 4° trimestre del 2003. Questa mancanza di dinamismo è stata osservata sia tra gli uomini (aumento molto lieve dello 0,1% a 2,320 milioni di occupati) che tra le donne (calo molto debole dello 0,1% a 1,858 milioni di occupate). Per il secondo trimestre consecutivo, si osserva inoltre un regresso dei lavoratori svizzeri (-0,9%; 3,117 milioni) e un contemporaneo aumento di quelli stranieri (+2,6%; 1,062 milioni). Crescita limitata al terziario da un anno a questa parte Stando alla statistica dell’impiego (STATIMP), nel 4° trimestre 2004 i settori secondario e terziario annoveravano 3,629 milioni di addetti, ossia tanti quanti un anno prima. La diminuzione dell’impiego nel secondario (-1,1% su base annua) e la sua crescita nel terziario (+0,5%) confermano questa tendenza delineatasi nel corso degli ultimi 5 trimestri. L’evoluzione è simile anche in termini destagionalizzati; rispetto al trimestre precedente si osserva infatti una stabilità per quanto concerne l’impiego globale (0,0%), con un calo nel secondario (-0,8%) e una leggera progressione nel terziario (+0,3%). Convertito in equivalenti a tempo pieno l'impiego continua a diminuire (-0,6%; -17'100 rispetto all'anno precedente) sia nel settore secondario (-1,4%; -13'000) che nel terziario (-0,2%; -4100) e la tendenza a creare posti a tempo parziale (+2,6%; +28'300) non basta a compensare la soppressione di quelli a tempo pieno (-1,1%; - 26'800). Cala l’impiego nell’istruzione, avanza quello nelle attività delle agenzie di viaggio Nel settore secondario 18 rami su 25 hanno registrato una diminuzione di addetti nell’arco di un anno. Nelle attività manifatturiere si osserva una riduzione di 10'400 posti di lavoro (- 1,6%), mentre i cali più ingenti si registrano nelle divisioni economiche «editoria e stampa» (-4,9%; -2400), «fabbricazione di apparecchi medicali e di precisione, strumenti ottici e orologi» (-3,1%; -2300) nonché «fabbricazione di macchine e apparecchi elettrici» (- 6,2%; -2200). Nel settore terziario, i tre quarti dei rami segnalano una crescita del numero di addetti rispetto al 4° trimestre del 2003. La crescita maggiore si osserva nelle divisioni «sanità e servizi sociali» (+1,2%; +5200), «attività delle agenzie di viaggio» (+6,9%; +4000) e «pubblica amministrazione; difesa; sicurezza sociale» (+2,1%; +3100) mentre registrano una notevole flessione i rami «commercio al dettaglio e riparazione di beni per la casa» (-1,6%; -5200) e «istruzione» (-1,1%; -2700). L’evoluzione dell’impiego varia da una Grande Regione all'altra La situazione dell’impiego continua a deteriorarsi nella Svizzera nordoccidentale (-1,2%; -6100), così come nella Regione del Lemano (- 0,6%; -3900) e a Zurigo (-0,2%; -1700); migliora invece nell’Espace Mittelland (+1,1% ; +8900) e nel Ticino (+0,7% ; +1000), mentre sembra rallentarsi nella Svizzera centrale (+0,9%; +2800) e nella Svizzera orientale (+0,1%; + 600). Prospettive d’impiego contrastanti a seconda del ramo economico Per quanto riguarda le previsioni a breve periodo, l’indicatore delle prospettive d’impiego rimane a 1,00 punti per il secondo trimestre consecutivo, il che sembra suggerire una stabilità dei posti di lavoro anche nel 1° trimestre del 2005. Nonostante un lieve miglioramento (+22,1% rispetto allo stesso periodo del 2003) l'indice dei posti liberi resta a un livello relativamente basso di 97,0 punti (100=2° trimestre 2003). Tuttavia, se si analizzano i vari rami di attività si possono notare grandi variazioni con un aumento, per esempio, dei posti liberi nel ramo «informatica» (+145,0%) e un loro calo nei rami «alberghi e ristoranti» (-19,8%) e «istruzione» (-43,8%). UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa Informazioni STATIMP: Sylviane Attinger, UST, Sezione struttura delle imprese e impiego, tel.: 032 713 67 88 Informazioni SPO: Thierry Murier, UST, Sezione lavoro, occupazione e indagini tematiche, tel.: 032 713 63 63 Servizio stampa UST, tel: 032 713 60 13, fax: 032 713 63 46 Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch I comunicato stampa possono essere abbonati sotto forma di newsletter elettroniche. Sottoscrizione all’indirizzo http://www.news-stat.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: