Bundesamt für Statistik

Indice dei prezzi alla produzione e all'importazione nel dicembre e nel corso del 2004

      (ots) - Indice dei prezzi alla produzione e all'importazione nel dicembre e
nel corso del 2004

2004: indice in crescita moderata e zoccolo dell’inflazione vicino allo zero

Nel dicembre 2004, l’indice totale dei prezzi alla produzione e all’importazione calcolato dall’Ufficio federale di statistica (UST) è diminuito dello 0,4 per cento rispetto al mese precedente, raggiungendo 101,4 punti (base maggio 2003 = 100). Su base annua, l’indice è progredito dell’1,5 per cento. Nella media dei dodici mesi del 2004, l'indice dei prezzi alla produzione e all'importazione è aumentato dell’1,1 per cento rispetto all'anno precedente. Sull’arco dell’anno, tale crescita è dovuta agli ingenti rincari dei prodotti petroliferi e dei prodotti in metallo, che hanno provocato una progressione dell’indice nella media annuale che non si verificava dal 2000. Calo dei prezzi alla produzione rispetto allo scorso novembre Nel dicembre 2004, l’indice dei prezzi alla produzione calcolato dall’Ufficio federale di statistica ha presentato una flessione dello 0,4 per cento rispetto al mese precedente. Questa è riconducibile alla riduzione dei prezzi dei prodotti petroliferi, dei prodotti in metallo e dell'elettricità. Il livello dell’indice raggiunge 101,6 punti (base maggio 2003=100). Rispetto all’anno precedente, il livello


      dei prezzi è aumentato dell’1,3 per cento. L’indice dei prezzi alla
produzione mostra l’evoluzione dei prezzi franco fabbrica dei
prodotti indigeni e non comprende i servizi. Rispetto al mese
precedente sono stati osservati prezzi in calo per il bestiame
grosso, il latte crudo, i prodotti petroliferi e l’acciaio
d’armatura; meno cari sono risultati anche i prodotti di fili
metallici, i rottami di ferro e l’elettricità. Aumenti di prezzo
sono stati invece rilevati in particolare per ortaggi, vitelli da
macello, suini da macello, carne suina nonché per prodotti di
falegnameria per l’edilizia e d’arredamento per interni. Flessione
dei prezzi all’importazione rispetto a novembre per effetto del calo
petrolio L’indice dei prezzi all’importazione calcolato dall'Ufficio
federale di statistica nel dicembre 2004 è diminuito dello 0,4 per
cento rispetto al mese precedente in seguito alla riduzione dei
prezzi del petrolio che hanno visto ridimensionato il loro finora
elevato livello. L’indice dei prezzi all’importazione si situa così
a 101,1 punti (base maggio 2003 = 100). Il livello dei prezzi è del
2 per cento superiore a quello dell’anno precedente. L’indice dei
prezzi all’importazione mostra l’evoluzione dei prezzi franco
frontiera dei prodotti importati. Oltre che per il petrolio (grezzo)
e i prodotti petroliferi (carburanti e olio da riscaldamento), sono
stati registrati ribassi di prezzo in particolare anche per ortaggi,
carne, acciaio d’armatura, alluminio e prodotti relativi. Sono
invece rincarati frutta, caffè e gas naturale.

    Zoccolo dell’inflazione 2004 vicino allo zero Con una media annua per il 2004 di -0,2 per cento, lo zoccolo dell’inflazione dell'indice dei prezzi alla produzione e all’importazione si situa vicino allo zero. Per calcolare lo zoccolo dell’inflazione non si considerano i gruppi di prodotti primari soggetti a forti oscillazioni di prezzo o d’imposta. Sono questi in particolare i prodotti agricoli e di selvicoltura, la carne, il tabacco, il petrolio, i prodotti petroliferi, i metalli, i semilavorati in metallo, i rottami di ferro e il gas (complessivamente il 12% del paniere tipo). Ciò significa che gli ingenti rincari dei prodotti in metallo e dei prodotti petroliferi dello scorso anno, alla fonte dell’aumento dell’inflazione complessiva, non hanno perlopiù prodotto alcun effetto sul calcolo dello zoccolo dell’inflazione.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa

Informazioni: Andreas Fankhauser, UST, Sezione prezzi, tel.: 032 713 63 07 Marcel Müller, UST, Sezione prezzi, Tel.: 032 713 61 57

Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46

Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch

Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: