Bundesamt für Statistik

BFS: Barometro dell’impiego nel 3° trimestre 2004

      (ots) - Barometro dell’impiego nel 3° trimestre 2004

Situazione sul mercato del lavoro lievemente migliorata

    Gli indicatori del barometro dell'impiego, pubblicati a scadenza trimestrale dall'Ufficio federale di statistica (UST), mostrano un lieve miglioramento sul mercato del lavoro. Sia il numero degli occupati che quello dei posti di lavoro sono aumentati rispettivamente dello 0,2 per cento. Per il prossimo trimestre, l’indice dei posti liberi e l'indicatore delle prospettive d'impiego non lasciano presagire alcun mutamento sul mercato del lavoro.

    Stando ai risultati della statistica delle persone occupate (SPO, valori provvisori), alla fine del 3° trimestre del 2004 si contavano 4,199 milioni di persone occupate, ovvero uno 0,2 per cento in più rispetto all’anno precedente. Questo aumento è riconducibile alla progressione del numero di occupati di sesso maschile e stranieri. Dato il rallentamento della tendenza al ribasso del settore secondario e il nuovo incremento del numero di posti di lavoro del terziario, nel 3° trimestre del 2004 la statistica dell’impiego (STATIMP) registra una crescita dello 0,2 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si protrae inoltre la tendenza alla riduzione dei posti di lavoro a tempo pieno e alla creazione di quelli a tempo parziale. Gli indicatori della STATIMP mostrano una stabilità della situazione dell'impiego anche per il prossimo futuro. L’indice dei posti liberi si attesta a 98,0 punti (+22,5% rispetto all’anno precedente) e l’indicatore delle prospettive d’impiego con i suoi 1,00 punti prevede un mantenimento dell’effettivo di personale. Aumentano le forze di lavoro straniere Stando ai risultati provvisori della statistica delle persone occupate (SPO), alla fine di settembre 2004 la Svizzera contava complessivamente 4,199 milioni di occupati. Ciò corrisponde a una crescita complessiva dello 0,2 per cento rispetto al 3° trimestre del 2003, con un incremento dello 0,6 per cento tra gli uomini e un calo dello 0,2 per cento tra le donne se analizzata in base al sesso. Mentre su base annua è stato rilevato un aumento dell’1,6 per cento del numero di occupati stranieri, quello di occupati di nazionalità svizzera è lievemente diminuito (-0,2% rispetto all’anno precedente). Inizia la ripresa nel settore secondario Secondo la statistica dell’impiego (STATIMP), nel 3° trimestre del 2004 i settori secondario e terziario contavano 3,644 milioni di addetti. Considerando che su base annua l’impiego nel settore secondario è diminuito soltanto dello 0,4 per cento (2° trimestre 2004: -2,4%) mentre è progredito ulteriormente nel settore terziario (+0,5%), risulta una crescita dell’impiego dello 0,2 per cento rispetto all’anno precedente. Si protrae la propensione a creare posti di lavoro a tempo parziale (+2,3% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, ovvero +24'400 posti) mentre si attenua a poco a poco la tendenza a ridurre quelli a tempo pieno (-0,6% ovvero -15'900). Per cui, la loro conversione in equivalenti a tempo pieno mostra un rallentamento della precedente evoluzione negativa (-0,2%; -6700 equivalenti a tempo pieno) Miglioramento nel ramo delle costruzioni, perdite in quello del commercio al dettaglio Rispetto all'anno precedente, 16 dei 25 rami del settore secondario hanno fatto registrare un calo dell’impiego seppur molto più debole che nei trimestri precedenti soprattutto nei grandi rami. Per esempio, l’impiego nel ramo della fabbricazione di macchine e apparecchi meccanici si è ridotto soltanto dello 0,5 per cento (2° trimestre 2004: -6,3%) mentre è aumentato nel ramo delle costru- zioni (+0,4%; +1300). Questo effetto è il risultato del forte aumento dei posti a tempo parziale. In equivalenti a tempo pieno, il ramo delle costruzione presenta a conti fatti una riduzione dei posti di lavoro (-0,5%; -1500). Il ramo della fabbricazione di apparecchi radiotelevisivi e per le comunicazioni è invero riuscito a promuovere fortemente l’impiego (+12%; +2200). Nel settore terziario, la maggior parte dei rami ha fatto registrare un aumento dell’impiego rispetto all’anno precedente. Una volta più, è stato il ramo della sanità e dell’assistenza sociale (+1,8%; +7600) a dare il maggior contributo in tal senso, seguito dai fornitori del ramo dei servizi alle imprese (+1,7%; +5600). Il maggior numero di posti andati persi è stato invece registrato nel ramo “commercio al dettaglio, riparazione di beni per la casa” (- 2,0%; -6600). Attesa un'ulteriore stabilizzazione della situazione dell'impiego Gli indicatori del barometro dell’impiego proiettati nel prossimo futuro non indicano una variazione significativa della situazione sul mercato del lavoro per i prossimi tre mesi. Sebbene l’indice dei posti liberi sia del 22,5 per cento superiore al valore dell’anno precedente rimane comunque con 98,0 punti a un livello piuttosto basso. E l’indicatore delle prospettive d’impiego, orientato sul prossimo futuro, si attesta a 1,00 punti, il che significa che le imprese non intendono mutare il loro effettivo di personale.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa

Informazioni STATIMP: Nathalie Portmann, UST, Sezione struttura delle imprese e impiego, tel.: 032 713 67 88

Informazioni SPO: Thierry Murier, UST, Sezione lavoro, occupazione e indagini tematiche, tel.  032 713 63 63

Servizio stampa UST, tel: 032 713 60 13, fax: 032 713 63 46

Per ordinazioni: tel. : 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch

Per ulteriori informazioni e pubblicazioni in forma elettronica si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

I comunicato stampa possono essere abbonati sotto forma di newsletter elettroniche. Sottoscrizione all’indirizzo http://www.news-stat.admin.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: