Bundesamt für Statistik

BFS: La protezione del paesaggio è possibile solo con disposizioni chiare

      (ots) - L’utilizzazione del territorio nelle zone protette

La protezione del paesaggio è possibile solo con disposizioni chiare

    Oggi in Svizzera è strettamente protetto meno del 2 per cento della superficie nazionale e protetto il 20 per cento circa. L’analisi dell’utilizzazione del suolo all’interno e all’esterno delle zone protette mostra che in molte zone protette non si riesce a realizzare gli obiettivi di protezione. Nella nuova edizione della serie sulla statistica svizzera dell’ambiente, l’Ufficio federale di statistica (UST) presenta alcuni risultati sull’efficacia della protezione del paesaggio. Con la crescente utilizzazione del territorio da parte della popolazione svizzera, il paesaggio naturale e colturale formatosi nel corso della storia subisce continue trasformazioni e perde sempre più la sua varietà paesaggistica. Le zone protette d’importanza nazionale frenano questa evoluzione? Questo interrogativo assume un ruolo di rilievo nel contesto del dibattito pubblico sempre più acceso sul futuro assetto del territorio nel nostro Paese. L’Inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali d’importanza nazionale (IFP) è lo strumento principale della politica di protezione del paesaggio. I suoi oggetti fanno parte delle zone protette, ma malgrado questa protezione, all’interno dell’IFP le superfici d’insediamento registrano un tasso di crescita quasi uguale a quello del resto della Svizzera: in entrambi i casi, la crescita ha infatti superato il 10 per cento nei 12 anni tra il 1983 e il 1995. Anche la progressione delle singole categorie d’insediamento è paragonabile all’interno e all’esterno degli oggetti dell’IFP. Si rileva una forte crescita degli insediamenti in parte anche nelle zone in cui strutture insediative tradizionali, ad esempio gli insediamenti sparsi, rientrano tra gli elementi esplicitamente protetti. Questi risultati sollevano interrogativi sulla vera efficacia della protezione degli oggetti dell’IFP di grandi dimensioni. La situazione è leggermente diversa nelle zone strettamente protette. Gli oggetti dell’inventario federale delle paludi di importanza nazionale, ad esempio, si distinguono per una quota molto bassa di superfici d’insediamento. Negli oggetti dell’inventario federale delle zone golenali d’importanza nazionale, durante il periodo in rassegna 60 ettari si sono trasformati in superfici d’insediamento, ma questa perdita è da attribuire soprattutto all’estrazione commerciale di ghiaia lungo i corsi d’acqua, che di norma ha carattere temporaneo. Non dimentichiamo inoltre che questi due inventari federali sono in vigore solo dal 1994 e dal 1992 rispettivamente e alcuni cambiamenti nei loro oggetti risalgono a prima che fossero dichiarati zone protette. Benché molte di queste zone non siano protette da tanto tempo, i risultati indicano tuttavia che severe disposizioni di protezione producono buoni risultati. La prossima rilevazione dell’UST per la statistica della superficie (2004-2009) fornirà maggiori informazioni in merito.

    L’osservazione dell’utilizzazione del territorio nelle zone protette si basa sui dati della statistica della superficie dell’Ufficio federale di statistica (UST). La statistica della superficie registra l’utilizzazione del suolo in base a fotografie aeree interpretate ogni 12 anni – le ultime volte nel 1979/85 e nel 1992/97, la prossima nel 2004/2009. L’opuscolo “Les zones protégées d’importance nationale et leur utilisation” è pubblicato nella serie sulla statistica svizzera dell’ambiente dell’UST.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa

Informazioni: Patricia Jungo, UST, Sezione Ambiente e sviluppo sostenibile, tel.: 032 713 61 80

    Nuova pubblicazione: Statistique suisse de l’environnement N° 13 : Les zones protégées d’importance nationale et leur utilisation, n. di ordinazione: 142-9413. Prezzo : Fr. 9.— (La pubblicazione esiste anche in tedesco, ma non in italiano).

Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13; fax: 032 713 63 46

Per ordinazioni: tel.: 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: order@bfs.admin.ch

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: