Bundesamt für Statistik

BFS: Indice nazionale dei prezzi al consumo nel giugno 2004

      (ots) - Indice nazionale dei prezzi al consumo nel giugno 2004

Rincaro annuo dell’1,1 per cento

Nel giugno 2004, l’indice nazionale dei prezzi al consumo, calcolato dall’Ufficio federale di statistica (UST), ha registrato un aumento dello 0,2 per cento rispetto al mese precedente, raggiungendo il livello di 104,0 punti (maggio 2000 = 100). Su base annua, il rincaro è stato dell’1,1 per cento a fronte di quote annue dello 0,9 per cento nel maggio 2004 e dello 0,5 per cento nel giugno 2003. Prezzi in rialzo per benzina, frutta e ortaggi

    L’aumento dell’indice nazionale dei prezzi al consumo registrato nel giugno 2004 è riconducibile in primo luogo alla crescita dei prezzi della benzina e all’aumento stagionale dei prezzi per frutta e ortaggi. Rispetto alla rilevazione precedente sono progrediti anche gli indici dei gruppi trasporti (+1,0%) e prodotti alimentari, bevande analcoliche (+0,6%). Lievi aumenti anche per gli indici dei gruppi bevande alcoliche e tabacchi (+0,4%) e insegnamento (+0,1%). Un andamento negativo è rilevabile per gli indici dei gruppi tempo libero e cultura (-0,2%), casalinghi e manutenzione corrente (-0,1%) e comunicazione (-0,1%). È rimasto invece praticamente stabile l’indice del gruppo abitazione ed energia. Nel mese in rassegna, non si è proceduto ad alcuna rilevazione di prezzi per gli altri quattro gruppi di beni. Andamento dei prezzi dei prodotti indigeni e importati L’Ufficio federale di statistica comunica inoltre che, rispetto al mese precedente, il livello dei prezzi in base alla provenienza è aumentato dello 0,1 per cento per i beni indigeni e dello 0,5 per cento, principalmente a causa dell'incremento dei prezzi della benzina, per i beni importati. Su base annua, risulta un aumento medio dello 0,9 per cento per i beni indigeni e dell’1,9 per cento per i prodotti d’importazione. Andamento dei prezzi di giugno 2004 in dettaglio Per il gruppo trasporti sono stati rilevati soltanto i prezzi del carburante. Questi sono aumentati del 3,5 per cento rispetto al mese precedente (giorno di riferimento: 1° giugno), situandosi ad un livello superiore del 15,1 per cento a quello raggiunto un anno fa. All’interno del gruppo prodotti alimentari, bevande analcoliche sono rincarati soprattutto la maggior parte degli ortaggi e della frutta (rincaro stagionale), la carne suina, i salumi nonché i succhi di frutta e di ortaggi. Meno cari, invece, la carne di manzo e il burro. La progressione dell'indice del gruppo bevande alcoliche e tabacchi è dovuta alla diminuzione dei prezzi dei vini rossi importati. Aumenti sporadici sono stati registrati all’interno del gruppo insegnamento per i corsi di formazione permanente. Il regresso dell'indice del gruppo tempo libero e cultura è riconducibile principalmente ad una diminuzione dei prezzi per giochi, giocattoli e passatempi nonché di quelli dei televisori e videoregistratori. Sono invece aumentati leggermente i prezzi dei biglietti d’ingresso per le attività sportive e del tempo libero. Poche oscillazioni sono state invece osservate all’interno del gruppo casalinghi e manutenzione corrente. Una lieve flessione ha riguardato i piccoli elettrodomestici nonché i detersivi e i prodotti per la pulizia. La diminuzione dei prezzi degli apparecchi telefonici ha determinato il calo dell’indice del gruppo comunicazioni. Nel gruppo abitazione ed energia sono stati rilevati esclusivamente i prezzi dell’olio da riscaldamento, aumentati dello 0,8 per cento (giorno di riferimento: 1° giugno) rispetto al mese precedente. Essi si situano ad un livello del 23,4 per cento superiore a quello dell’anno precedente.

    Indice dei premi dell'assicurazione malattie 2004 Dal 2001, l’Ufficio federale di statistica (UST) pubblica ogni primavera l’indice dei premi dell’assicurazione malattie (IPAM), che illustra l’evoluzione dei premi dal 1999 nell’ambito dell’assicurazione di base e dell'assicurazione complementare. In seguito alle modifiche delle ordinanze concernenti la legge sull’assicurazione malattie (LAMal) con decorrenza dal 1° gennaio 2004, i premi dell’assicurazione obbligatoria del 2003 e 2004 possono essere raffrontati soltanto con prudenza. Per tale motivo si è deciso di rinunciare alla pubblicazione dell’IPAM nella forma finora caratteristica. Attualmente, l’UST sta elaborando un nuovo metodo adeguato. Non presenta, invece, alcuna problematica l'ambito dell'assicurazione complementare, integrato sin dal gennaio 2004 nell'indice nazionale dei prezzi al consumo. Concatenamento con le precedenti serie dell’indice Collegando per via aritmetica le precedenti serie con l’indice attuale, si ottengono per il mese di giugno 2004 indici di 110,3 punti sulla base di maggio 1993 = 100, di 152,8 punti sulla base di dicembre 1982 = 100, di 190,5 punti sulla base di settembre 1977 = 100 e di 321,1 punti sulla base di settembre 1966 = 100.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio stampa

Informazioni: Gilbert Vez, UST, Sezione prezzi, tel.: 032 713 69 00

Servizio stampa UST, tel.: 032 713 60 13, fax: 032 713 63 46

Per ordinazioni: tel. : 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, E-Mail: order@bfs.admin.ch

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

Servizio abbonamenti ai comunicati stampa per e-mail. Sottoscrizione all’indirizzo: http://www.news-stat.admin.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: