Bundesamt für Statistik

BFS: La ricettività in Svizzera durante l’anno turistico 2003

(ots) - La ricettività in Svizzera durante l’anno turistico 2003 Calo moderato dei pernottamenti nonostante il vuoto lasciato dall’Expo.02 I risultati dell’indagine sulla ricettività turistica, realizzata dall’Ufficio federale di statistica (UST), per l’anno turistico 2003 presentano un totale di 65,0 milioni di pernottamenti, ovvero circa 900'000 in meno (-1,4%) del 2002. Rispetto alla perdita di circa 3,6 milioni di pernottamenti (-3,8%) registrata nel 2002 nonostante l’Expo, il calo del 2003 può essere considerato moderato. I campeggi preferiti agli alberghi Conformemente alla tendenza osservata da alcuni anni, il settore alberghiero e gli stabilimenti di cura ( 2,7%) hanno più difficoltà del settore paralberghiero a resistere all'erosione dei pernottamenti. Il settore paralberghiero è riuscito perfino a stabilizzare il suo risultato globale grazie ai 264'000 pernottamenti in più (+3,9%) registrati nel 2003 per i campeggi, che compensano le diminuzioni rilevate per le altre forme di alloggio del settore paralberghiero. Clientela straniera sempre in diminuzione A fronte di una clientela autoctona stabile, si continua a registrare un calo a due cifre delle presenze degli ospiti provenienti dagli Stati Uniti (-10,0%), dal Giappone (-16,9%) e dagli Stati del Golfo (-14,4%), ovvero da tre mercati particolarmente importanti per il nostro Paese. Il problema maggiore dal punto di vista quantitativo rimane tuttavia quello della clientela tedesca, che è di gran lunga quella più importante per la Svizzera. Infatti, su un totale di 1,05 milioni di pernottamenti di ospiti stranieri persi nel 2003, il calo del 4,9 per cento registrato per gli ospiti tedeschi rappresenta da solo 600'000 pernottamenti, ovvero una diminuzione che i modesti - ma significativi - aumenti di presenze degli ospiti degli altri Paesi limitrofi non sono riusciti a compensare (Francia +1,2%, Italia +1,0%, Austria +2,3%). Rientro dell’effetto Expo.02 Nel 2003, il vuoto lasciato dall’Expo.02 è stato avvertito dalle regioni interessate: la regione turistica di Friburgo-Neuchâtel- Giura ha perso il 14 per cento del 15,8 per cento di pernottamenti in più acquisiti nel 2002. Sull’Altopiano e nel Cantone di Vaud, le perdite del 2003 sono state più ingenti degli aumenti del 2002 (risp. -8,8% rispetto a +2,7% per l’Altopiano e -5,4% rispetto a +1,0% per Vaud). Tuttavia, nel complesso questo rientro dell’effetto dell’Expo.02 ha potuto in parte essere compensato dai buoni risultati presentati in particolare dai Grigioni (+3,5%), dall’Oberland bernese (+2,1%) e dal Vallese (+1,6%). Sospensione della statistica della ricettività Nel maggio dell’anno scorso, l’UST ha dovuto risolversi ad annunciare la soppressione (per la fine del 2003) della statistica della ricettività (settore alberghiero e paralberghiero). Nonostante l’importanza inconfutabile del settore turistico per l’economia nazionale e nonostante il riconoscimento dell’utilità della statistica della ricettività, l’UST non ha potuto tornare su questa decisione dettata dalle restrizioni budgetarie. Tuttavia, nel contempo ha allestito un’indagine molto ristretta che si prefigge di fornire un'indicazione globale dell'evoluzione mensile del numero di pernottamenti su tutto il territorio nazionale, e ciò essenzialmente per sopperire alle esigenze della contabilità nazionale. Peraltro l'UST ha collaborato al progetto avviato dagli ambienti turistici e dai Cantoni in vista di reintrodurre una statistica completa sulla base di un partenariato finanziario. Attualmente i partner hanno dato il loro accordo di principio e il contratto alla base del partenariato sta per essere firmato. Con molta probabilità la statistica della ricettività verrà dunque reintrodotta nel 2005. La sorte del ramo « case e appartamenti di vacanza », che presenta particolari difficoltà di rilevazione, verrà decisa in una seconda fase non ancora pianificata. L'UST tiene a ringraziare tutti gli stabilimenti e le istituzioni che hanno partecipato spesso in maniera esemplare alla statistica della ricettività turistica, sperando di poter contare sulla stessa collaborazione ineccepibile anche nel caso in cui la statistica, nella sua nuova forma, fosse reintrodotta nel 2005. UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio informazioni Informazioni: Ola Gröndahl (032 713 61 97) o Thomas Welte (032 713 67 14) Maggiori informazioni sul turismo sono disponibili su Internet al seguente indirizzo: http://www.statistica.admin.ch/stat_ch/iber10/ Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: