Bundesamt für Statistik

Soggiorni degli Svizzeri all’estero nel 2002 Meno viaggi all'estero nel 2002

      (ots) - Soggiorni degli Svizzeri all’estero nel 2002
Meno viaggi all'estero nel 2002
Secondo l’Ufficio federale di statistica (UST),
nel 2002 i soggiorni all’estero dei residenti in Svizzera sono
diminuiti per il secondo anno consecutivo. Gli arrivi di turisti
svizzeri all’estero sono stati 11,43 milioni, il che corrisponde ad
un calo dell’1,1 per cento rispetto all’anno precedente. Quanto
all’Organizzazione mondiale del turismo (OMT), le prime stime
pubblicate sull’evoluzione del turismo mondiale mostrano una
progressione del 2,7 per cento per il 2002. Arrivi di turisti
svizzeri nel mondo in regresso Rispetto all’anno precedente, nel
2002 la popolazione svizzera ha viaggiato meno al di fuori delle
frontiere nazionali. Stando alle prime stime dell’UST, la
popolazione svizzera è stata all’origine di 11,43 milioni di arrivi
nel mondo, il che rappresenta una diminuzione dell’1,1 per cento
rispetto al 2001. L’Europa rimane la meta di viaggio preferita dagli
Svizzeri L’Europa è rimasta incontestabilmente la prima destinazione
dei turisti svizzeri (9,7 milioni di arrivi registrati). Gli
Svizzeri hanno poi dato la preferenza ai soggiorni in America (645
400 arrivi) a all’Asia (551 800 arrivi). L’Asia è l’unico continente
ad aver registrato una lieve progressione delle presenze di turisti
svizzeri (+0,6%). Il calo più significativo è stato osservato per
l’America (-13%). Paesi preferiti : il trio di testa non cambia Come
negli anni passati, nel 2002 gli Svizzeri hanno viaggiato
principalmente in Francia (3,07 milioni di arrivi), in Italia (1,44
milioni) e in Spagna (1,21 milioni), anche se rispetto al 2001 il
numero degli arrivi in questi Paesi è sceso rispettivamente del 6,7,
dell’1,3 e dell’1,9 per cento. Nel 2002, è inoltre diminuita
l’attrattiva di altre destinazioni solitamente preferite dai turisti
elvetici, come gli Stati Uniti (-18%), la Tunisia (-18%), il Brasile
(-21%) e l’Australia (-10%). Fra le principali destinazioni scelte
dalla popolazione svizzera, nel 2002 primeggiano invece la Gran
Bretagna (+16%), la Turchia (+13%), la Germania (+6,4%) e l’Austria
(+5%). Nuove destinazioni hanno inoltre attratto un maggior numero
di Svizzeri rispetto al 2001, in particolare nei Paesi dell’Europa
dell’Est dove l'aumento delle presenze è stato ad esempio del 35 per
cento in Bulgaria, del 34 per cento in Russia e del 32 per cento in
Slovacchia. La Svizzera primeggia sempre sulle destinazioni
straniere Nel 2002, negli alberghi e negli stabilimenti di cura sono
stati registrati 6,26 milioni di arrivi di clientela autoctona,
ovvero lo 0,5 per cento in più rispetto all’anno precedente. La
Svizzera è quindi rimasta la prima meta di viaggio della popolazione
elvetica, distanziando la Francia (3,07 milioni di arrivi) e ciò
nonostante il fatto che in Svizzera gli arrivi del settore
paralberghiero non siano rilevati. Il turismo mondiale riprende
slancio Secondo le prime stime dell’OMT, nel 2002 gli arrivi di
turisti internazionali sono stati 702,6 milioni, corrispondenti ad
una progressione del 2,7 per cento rispetto all’anno precedente.
Dopo il lieve regresso dello 0,5 per cento osservato nel 2001, il
turismo mondiale riprende nuovamente a crescere. L’Europa ha
assorbito il 57 per cento degli arrivi rilevati nel mondo (399,8
milioni di arrivi) ed è rimasta la destinazione preferita dalla
maggior parte dei turisti internazionali. Il 19 per cento degli
arrivi (131,3 milioni) è stato registrato nella regione
Asia-Pacifico che conferma così il secondo posto raggiunto nel 2001.
Questa regione distanzia l’America, che nel 2002 con una quota del
16 per cento (114,9 milioni di arrivi) risente ancora delle
ripercussioni degli attentati dell’11 settembre 2001. L’America è
stata infatti l’unica regione ad aver registrato un calo dei turisti
stranieri (-4,4%). Sorprendentemente, nel 2002 il più forte aumento
di arrivi di turisti internazionali è stato registrato dal Medio
Oriente (+17%). Questo aumento pare risultare dall’intensificarsi
del turismo intraregionale in questa zona. Considerando i Paesi, la
classifica delle destinazioni turistiche più in voga ha subito pochi
cambiamenti. La Francia ha mantenuto il primato con 77 milioni di
arrivi, distanziando la Spagna (51,7 milioni di arrivi) e gli Stati
Uniti (41,9 milioni).

A livello internazionale i metodi di rilevazione degli arrivi dei turisti internazionali differiscono da un paese all’altro. Per le stime alcuni paesi si basano sui passaggi alla frontiera, mentre altri rilevano gli arrivi in tutte le strutture turistiche ricettive. Infine alcuni paesi, come ad esempio la Svizzera, rilevano solo gli arrivi del settore alberghiero. Nel suo rapporto sugli Svizzeri all'estero l'UST si limita agli arrivi che danno luogo almeno ad un pernottamento nel paese visitato. Le cifre comprendono oltre alle persone in villeggiatura anche le persone che viaggiano per affari e per studio. I dati si basano su indagini condotte presso organizzazioni internazionali, ministeri esteri del turismo, uffici statistici e uffici del turismo all’estero. UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio informazioni Informazioni: Thomas Welte o Beatrice Hostettler, UST, Sezione turismo, tel.: 031 323 67 14 oppure 323 66 00

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: