Bundesamt für Statistik

BFS: Indicatori dell’insegnamento dell’OCSE nel 2003

      (ots) - Indicatori dell’insegnamento dell’OCSE nel 2003
Il sistema formativo svizzero nel raffronto internazionale

    Alla fine del 20° secolo, il sistema formativo svizzero si dimostra efficace: circa il 90% delle donne e degli uomini in età fra i 25 e i 34 anni ha concluso una formazione postobbligatoria. Gli altri Paesi dell’OCSE stanno per raggiungere e superare questo risultato. Pochi passi avanti sono invece stati fatti per quanto riguarda il basso livello di partecipazione e il grande divario fra i sessi nel grado terziario. Nell’ultima edizione della pubblicazione «Regards sur l’éducation», l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico OCSE pubblica indicatori internazionali sull’attuale grado di formazione della popolazione. L’istruzione superiore rimane in Svizzera la prerogativa di pochi Nei paesi dell’OCSE, le accresciute esigenze del mercato del lavoro, l’aumento della disoccupazione degli ultimi anni e le maggiori aspettative della società hanno condotto, negli ultimi decenni, ad un aumento costante del grado di formazione della popolazione. Progressi sono stati rilevati anche per quanto concerne le differenze di formazione tra uomo e donna. Infatti, nella media dell’OCSE si osserva che, se nella fascia di età compresa fra i 45 e i 55 anni il livello di formazione delle donne risulta inferiore a quello degli uomini, nella fascia dei 25-34enni si rileva un equilibrio o perfino un capovolgimento della situazione. In Svizzera il potenziale di sviluppo in tale ambito continua a rimanere ingente. Il numero di donne senza alcuna formazione postobbligatoria è due volte superiore a quello degli uomini, e sono ancora gli uomini ad usufruire in maggioranza delle opzioni di formazione superiore. Per quanto riguarda la formazione universitaria, le quote di conseguimento dei diplomi presentano una differenza fra uomini e donne di circa 20 punti percentuali. Una differenza così marcata non è stata rilevata in nessun altro paese. In Svizzera quasi il 90% della popolazione nella fascia di età interessata è titolare di un diploma di grado secondario II, che permette di accedere alla vita attiva come forze di lavoro qualificate oppure al livello di formazione successivo. In passato questa percentuale poneva la Svizzera in testa alla classifica. Nel frattempo però altri paesi dell’OCSE hanno guadagnato terreno e attualmente in Danimarca, Giappone, Polonia, Germania e Finlandia oltre il 90% dei 25-34enni è titolare di un diploma di grado secondario II. Nei paesi dell’OCSE, la quota media di diplomi di grado terziario rilasciati è del 41%. In Svizzera per contro solo un terzo delle persone si qualifica oltre il grado secondario II. In Giappone e in Nuova Zelanda, ovvero nei paesi in testa alla classifica, sono in possesso di un diploma di grado terziario due terzi della popolazione. Nel grado terziario si fa una distinzione fra le scuole professionali superiori e le scuole universitarie. Per quanto riguarda le scuole universitarie, la Svizzera (19%) si posiziona nettamente al di sotto della media dell’OCSE (30%) ed insieme all’Austria ed alla Repubblica Ceca fa parte dei paesi con la quota più bassa di diplomi rilasciati. Nei paesi dell’OCSE messi a confronto, le quote di rilascio dei diplomi di formazione professionale superiore vanno dallo 0,3% in Italia ad oltre il 16% in Svizzera fino al 27% in Giappone. Periodo di formazione più breve per gli Svizzeri In 25 dei 28 paesi dell’OCSE un bambino di cinque anni ha davanti a sé una durata media della scolarità e degli studi compresa fra i 16 e i 20 anni. Per la Svizzera questa durata è di 16 anni. Questa durata complessiva relativamente breve è dovuta alla quota bassa di studenti di grado terziario. La durata degli studi di grado terziario è in media di 2,6 anni nei paesi dell’OCSE e di 1,8 anni in Svizzera. La frequenza scolastica e universitaria attesa per le donne, nella media OCSE dura mezzo anno in più rispetto a quella degli uomini. In Svizzera avviene esattamente il contrario: la frequenza scolastica e universitaria per le donne è di mezzo anno in meno. Oltre che in Svizzera, la durata media di formazione degli uomini è superiore a quella delle donne solo in Corea, in Messico e in Turchia. Gli indicatori dell’insegnamento dell’OCSE forniscono informazioni sulle prestazioni delle istituzioni responsabili della formazione, sugli effetti dell’istruzione, sulle misure politiche che possono migliorare i risultati degli studenti, sul modo di funzionamento e sull’evoluzione dei sistemi formativi nonché sulle risorse personali e finanziarie investite nel sistema formativo.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio informazioni

Informazioni: Anna Borkowsky, UST, Sezione formazione scolastica e professionale, tel.: 032 713 68 21

Nuove pubblicazioni: OCDE, Regards sur l’éducation - Les indicateurs de l’OCDE 2003, Paris 2003 (disponibile anche in tedesco ed inglese) Per ordinazioni: http://www.SourceOECD.org oppure: OECD Berlin Centre Albrechtstrasse 9/10 101117 Berlin-Mitte Tel: ++49 30 288 8353 Fax: ++49 30 288 83545 Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch e http://www.oecd.org/els/stats/els_stat.htm

16.9.03



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: