Bundesamt für Statistik

Indice svizzero dei prezzi delle costruzioni nell’aprile 2003 I prezzi delle costruzioni continuano a scendere

      Neuchâtel (ots) - Secondo l’indice dei prezzi delle costruzioni
calcolato dall’Ufficio federale di statistica (UST), fra l’ottobre
2002 e l’aprile 2003 i prezzi delle costruzioni hanno subito un
nuovo calo (-1,1%). L’andamento negativo registrato nei due semestri
precedenti (-0,7% e -0,9%) si è ulteriormente accentuato.
Contrariamente a quanto è avvenuto nei periodi precedenti,
l’andamento negativo del periodo in rassegna è dovuto principalmente
al regresso dei prezzi del comparto dell’edilizia (-1,3%) mentre per
il comparto del genio civile, che risulta in ribasso dal 2001, si
assiste ad un rallentamento dell’erosione dei prezzi (-0,5%). Fra
l’aprile 2002 e l’aprile 2003 le costruzioni hanno accusato
globalmente una flessione dei prezzi del 2,0 per cento (-2,1%
nell’edilizia e -1,7% nel genio civile). Questo calo dei prezzi
s’inserisce in una congiuntura che continua ad essere sfavorevole
alle costruzioni. Nel primo trimestre del 2003, si è assistito ad
una diminuzione degli investimenti effettuati dal settore
dell’industria e dal demanio pubblico nonché ad un ulteriore calo
dell’attività. Nel comparto del genio civile, gli afflussi di
ordinazioni che sono strettamente legati ai mandati pubblici, hanno
continuato a diminuire. Nell’edilizia, il lieve aumento degli
afflussi di ordinazioni registrato in questi primi mesi dell’anno fa
invece sperare in un ristabilimento del comparto a medio termine.
Netto calo dei prezzi nell’edilizia Nel ramo dell'edilizia
(comprendente i risultati della costruzione di edifici
amministrativi e di case plurifamiliari nonché del rinnovo di case
plurifamiliari), nel periodo in rassegna è stata registrata una
nuova diminuzione dei prezzi (-1,3%) la cui portata è ancora più
incisiva rispetto al semestre precedente. Le principali diminuzioni
sono dovute ad un calo dei prezzi degli onorari di architetti e
ingegneri (-3,5% in media), dei prezzi degli ascensori (-3,3% in
media), dei piccoli manufatti in calcestruzzo (-2,6% in media)
nonché al calo dei costi del finanziamento dall’inizio dei lavori
(-10,6% in media). Nel campo delle assicurazioni è stato invece
osservato un aumento dei prezzi del 3,4 per cento. Dopo il forte
regresso dei due semestri precedenti, la diminuzione dei prezzi nel
genio civile (comprendente i risultati della costruzione di tronchi
stradali e di sottopassaggi) mostra un rallentamento sia per quanto
riguarda il periodo in rassegna (-0,5%) che rispetto al semestre
precedente (-1,1%). Questo risultato rispecchia l’erosione dei
prezzi registrata per quasi tutte le voci. Le diminuzioni più
significative sono state osservate per i lavori di fondazioni
speciali (-2,7%), per gli adattamenti a infrastrutture primarie
(-2,3%) e per i piccoli manufatti in calcestruzzo (-2,6%) nella
costruzione di tronchi stradali; per lo sgombero e la preparazione
del terreno (-4,2%) e per le fondazioni speciali (- 2,2%) nella
costruzione di sottopassaggi. Gli onorari degli architetti e degli
ingegneri sono leggermente aumentati (+0,7%) nell'ambito della
costruzione di tronchi stradali ma segnano una diminuzione molto
lieve nella costruzione dei sottopassaggi (-0,1%). Andamento dei
prezzi nelle Grandi regioni L’andamento dei prezzi delle costruzioni
varia secondo le Grandi regioni. Gli scarti esistenti, che rimangono
comunque inferiori a quelli registrati nel comparto del genio
civile, si sono accentuati anche nell'edilizia. Per quanto concerne
l’edilizia, rispetto al semestre precedente tutte le Grandi regioni,
ad eccezione della Regione del Lemano che si mantiene stabile
(+0,0%), mostrano un andamento dei prezzi negativo (culminante con
un -2,2% per la Svizzera nordoccidentale). Considerando l'andamento
annuo, Zurigo ( 3,0%) e l'Espace Mittelland (-2,7%) segnano i cali
più significativi, mentre la Regione del Lemano è nuovamente quella
che resiste meglio all’erosione dei prezzi (-0,6%). Seguendo
l’evoluzione sul lungo periodo si può osservare che le due regioni
occidentali della Svizzera (Espace Mittelland e Regione del Lemano)
e il Ticino presentano un aumento dei prezzi superiore alla media
nazionale. Per quanto riguarda il genio civile, gli andamenti delle
diverse regioni rimangono molto eterogenei. La Regione del Lemano
(+1,7%) e la Svizzera centrale (+0,9%) presentano un aumento dei
prezzi rispetto al semestre precedente. Le altre regioni, ad
eccezione della Svizzera nordoccidentale (-3,9%) e di Zurigo (
4,3%), hanno registrato una diminuzione dei prezzi contenuta
(inferiore all’1%). Analizzando l’andamento su un periodo più lungo
si può vedere che la Svizzera nordoccidentale continua a segnare un
calo molto superiore alla media, mentre il Ticino resta la regione
con la progressione più marcata.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio informazioni __________ Informazioni: Yves-Alain Guillod, UST, Sezione prezzi e consumo, tel.: 032/713 61 45 Eduard Schirach, UST, Sezione prezzi e consumo, tel.: 032/713 61 71 Prossima pubblicazione: Ufficio federale di statistica, Indice svizzero dei prezzi delle costruzioni, ottobre 1998 = 100. Risultati dell’aprile 2003, Neuchâtel, luglio 2003 Per ordinazioni: 032/713 60 60 fax: 032/713 60 61, E-Mail: Ruedi.Jost@bfs.admin.ch Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell’UST, all’indirizzo: http://www.statistique.admin.ch

02.07.03



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: