Bundesamt für Statistik

BFS: Immatricolazioni di veicoli nuovi nel 2002 Forte recessione sul mercato dei veicoli stradali

      Neuchâtel (ots) - Dalla rilevazione sulle immatricolazioni di
veicoli nuovi del 2002, dell'Ufficio federale di statistica (UST), è
emerso che fra il 2001 e il 2002 il numero di veicoli nuovi ha
subito una netta diminuzione, ovvero -7,3 per cento per l'insieme
dei veicoli stradali a motore, -6,8 per cento per le automobili e
-15,9 per cento per i veicoli commerciali per il trasporto di cose.
Pur essendo notevole questo calo non è eccezionale, infatti
diminuzioni simili ed anche più ingenti sono state osservate nel
1997, nel 1992 e soprattutto nel 1993. L'acquisto di veicoli nuovi
rappresenta circa il 2 per cento delle spese del consumo finale
delle economie domestiche, che corrisponde a sua volta al 60 per
cento del prodotto interno lordo (PIL). All'inizio di un periodo di
recessione, le economie domestiche hanno tendenza a moderare le
spese per i beni durevoli come i veicoli nuovi. Ma dato che in molti
casi i veicoli stradali sono diventati indispensabili, si attende un
effetto di recupero e quindi una ripresa degli acquisti non appena i
consumatori avranno ritrovato la fiducia. Automobili: il successo
del diesel non si smentisce Nel 2002, sono stati immatricolati
293'000 automobili nuove, ovvero 21'500 veicoli o il 6,8 per cento
in meno rispetto all'anno precedente.

    Il diesel continua a incontrare il favore degli acquirenti e ciò a scapito della benzina. Le vendite dei veicoli diesel sono passate da 29'000 nel 2000 a 42'000 nel 2001 e poi a 52'000 nel 2002. Ormai quasi una vettura nuova su cinque ha un motore diesel, mentre tale rapporto era di una su trenta nel 1993. Le 40 marche più vendute sono le stesse del 2001; il lieve cambiamento rilevato riguarda soltanto il loro ordine in classifica. Le prime 10 marche registrano tutte un calo come ad esempio VW (1a, - 17,7%), Opel (2a, -10,1%) e Renault (3a, -9,5%). Le marche classificate dopo il decimo posto come Citroën (11a, +7,1%), Hyundai (12a, +17,2%) e Honda (13a, +21,0%) hanno invece registrato una progressione. Il mercato tende probabilmente a ripartirsi fra un numero maggiore di produttori: fra il 2001 e il 2002 la parte di mercato delle prime 10 marche è scesa dal 65,6 al 64,3 per cento.

    Fra i 40 modelli più venduti si rileva tra l'altro la progressione dell'Audi A4 (8790 veicoli + 41,1%), della VW Polo (6801 veicoli, +20,9%), della Peugeot 307 (5242 veicoli, +159,4%), della Toyota Corolla (4232 veicoli, + 45,2%), mentre le VW Golf IV (che continuano a rimanere in testa con un notevole distacco), le Peugeot 206, le Fiat Punto e le Mercedes Classe C hanno riscosso meno successo dell'anno precedente. Diminuzione importante e generalizzata delle vendite di veicoli commerciali I veicoli commerciali per il trasporto di cose comprendono gli autofurgoni, ovvero i veicoli fino a 3,5 tonnellate come i furgoncini e le camionette, gli autocarri il cui peso totale supera le 3,5 tonnellate, i trattori a sella, detti comunemente "semirimorchi" ed infine qualche raro autoarticolato inseparabile dal semirimorchio.

    Nel 2002, il numero di questi veicoli commerciali nuovi ha subito un regresso generale. Per la prima volta dal 1996, il numero di autofurgoni nuovi è diminuito rispetto all'anno precedente. Nel 2001 se ne contavano 22'600 contro appena 20'100 (ovvero l'11,0% in meno) nel 2002. Il numero di trattori a sella nuovi è anch'esso diminuito passando da 1271 nel 2001 a 1121 (-11,8%) l'anno successivo. Infine il 2000 ed il 2001 sembravano segnare una ripresa nel settore dei camion, ma le cifre del 2002 non confermano affatto questa tendenza. Le vendite sono crollate del 40,9 per cento (4645 veicoli nel 2001 contro 2745 nel 2002). Tra i veicoli commerciali per il trasporto di cose la parte di camion è dunque riscesa all'11,4 per cento, ovvero al livello più basso registrato dal 1994.

    Salvo per quanto riguarda il carburante, la struttura del parco veicoli commerciali nuovi per il trasporto di cose cambia solo leggermente. Il diesel, tradizionalmente riservato ai veicoli pesanti, attualmente comincia ad essere sempre più diffuso anche tra i furgoni. Dal 1996 si contano più veicoli commerciali nuovi con motore diesel che con motore a benzina e la parte del diesel continua a progredire ininterrottamente, passando dal 53,9 per cento del 1996 al 78,8 per cento del 2002. Un nuovo tipo di motoveicolo sul mercato: il quadriciclo a motore Fra il 1995 e il 2000 le immatricolazioni dei motoveicoli hanno registrato una forte progressione, soprattutto a causa del successo riscosso dalle motoleggere. Le cifre del 2001, che presentavano una lievissima diminuzione, sembravano indicare che era stato raggiunto un nuovo stadio. I risultati del 2002 segnano incontestabilmente una diminuzione. Il numero totale di motoveicoli nuovi è in netta diminuzione (-5,8% nel 2002 contro -1,0% nel 2001) ed è in calo anche il numero delle popolarissime motoleggere (-5,2%).

    Dal 1996 si rileva l'ingresso sul mercato di un nuovo tipo di motoveicoli: i quadricicli a motore. Si tratta di veicoli a 4 ruote il cui peso e la cui potenza sono limitati rispettivamente a 15 kw e a 550 kg. Nel 2002 i motoveicoli nuovi di questo tipo erano più di 1000. Fra questi si trovano fuoristrada aperti detti anche "quads" principalmente delle marche Yamaha (217 veicoli), Kawasaki (142 veicoli) e Bombardier (130 veicoli) ed alcune microvetture soprattutto della marca Aixam (86 veicoli).

    I dati citati nel presente comunicato provengono dalla banca dati MOFIS del Controllo federale dei veicoli e comprendono le immatricolazioni avvenute nel 2002 e registrate nella banca dati prima del 15 gennaio 2003. Sono inclusi anche i veicoli dell'Amministrazione federale e i veicoli militari (targhe A, P e M).

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA Servizio informazioni Informazioni: Albin Raemy, UST, Sezione trasporti, tel. 032 713 62 11

Per ordinazioni: tel. 032 713 60 60, fax: 032 713 60 61, e-mail: Ruedi.Jost@bfs.admin.ch Nuove pubblicazioni: UST, Véhicules routiers en Suisse, Mises en circulation de véhicules routiers neufs en 2002, Neuchâtel 2003, n. di ordinazione: 031-0200, prezzo: 16.- fr., disponibile a partire da marzo 2003

UST, Véhicules routiers en Suisse, Mises en circulation de véhicules routiers neufs en 2002, Neuchâtel 2003, n. di ordinazione: 033-0200, prezzo: 16.- fr., disponibile a partire da marzo 2003 Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell’UST all’indirizzo: http://www.statistica.admin.ch Per gli abbonamenti ai comunicati stampa dell'UST si rimanda al sito "http://www.news-stat.admin.ch"