Bundesamt für Statistik

Indice nazionale dei prezzi al consumo nel gennaio 2003 Lieve aumento del livello dei prezzi all'inizio dell'anno

      Neuchâtel (ots) - Nel gennaio 2003, l'indice nazionale dei prezzi
al consumo, calcolato dall'Ufficio federale di statistica (UST), ha
segnato un aumento dello 0,1 per cento rispetto al mese precedente,
raggiungendo il livello di 102,3 punti (maggio 2000 = 100). Su base
annua, il rincaro è risultato pari allo 0,8 per cento, contro lo 0,9
percento del mese di dicembre 2002 e lo 0,5 per cento di gennaio del
2002. Rincari stagionali dei pernottamenti in albergo ed aumento dei
prezzi dei prodotti petroliferi Il lieve aumento dell'indice
nazionale del gennaio del 2003 è dovuto all'aumento dell'indice dei
gruppi alberghi e ristoranti (+1,8%), trasporti (+1,6%), sanità
(+0,7%), abitazione ed energia (+0,5%), tempo libero e cultura
(+0,4%), altri beni e servizi (+0,4%), prodotti alimentari e bevande
analcoliche (+0,4%) e comunicazioni (+0,2%). I rincari stagionali
dei prezzi del settore alberghiero e gli aumenti dei prezzi dei
prodotti petroliferi sono stati determinanti per questo risultato.
L'indice del gruppo indumenti e calzature ha invece registrato una
forte diminuzione (-11,9%) su cui hanno influito i ribassi sugli
indumenti invernali. Nel mese in rassegna i prezzi dei tre gruppi
rimanenti non sono stati rilevati. Andamento dei prezzi dei beni
indigeni e importati L'Ufficio federale di statistica (UST) comunica
inoltre che, rispetto al mese precedente, il livello dei prezzi è
aumentato dello 0,5 per cento per i beni indigeni, mentre è sceso
dell'1,1 per cento per i beni importati in seguito al calo dei
prezzi degli indumenti e delle calzature. Su base annua, l'aumento
medio dei prezzi è stato dell'1,0 per cento per i beni indigeni e
dello 0,5 per cento per i prodotti d'importazione.

    Andamento dei prezzi nei singoli gruppi nel gennaio 2003 L'incremento dell'indice del gruppo alberghi e ristoranti è da ricondurre al rincaro stagionale dei pernottamenti in albergo (+14,9%, alta stagione nei luoghi invernali di cura).

L'aumento dell'indice del gruppo trasporti è da attribuire essenzialmente ai prezzi del carburante, che sono aumentati del 3,9 percento rispetto al mese precedente (giorno di riferimento 6 gennaio) e sono pertanto risultati superiori del 7,0 per cento al livello dell'anno precedente. Sono leggermente aumentati anche i prezzi per l'acquisto di automobili e le tariffe per le riparazioni e i servizi. La progressione dell'indice del gruppo sanità è da attribuire agli adeguamenti delle tariffe ospedaliere in diversi Cantoni e ai lievi incrementi dei prezzi delle prestazioni Spitex. Per quanto riguarda il gruppo abitazione ed energia i prezzi dell'olio da riscaldamento sono rincarati dell'11,6 per cento rispetto a dicembre del 2002 (giorno di riferimento 6 gennaio), situandosi così ad un livello superiore del 12,5 per cento a quello dell'anno precedente. Incrementi dei prezzi sono stati rilevati anche per le tariffe del gas. Nel gruppo tempo libero e cultura sono stati rilevati solo i prezzi relativi al canone radiotelevisivo che, dagli ultimi adeguamenti del gennaio del 2000, sono aumentati del 4,1 per cento. Il rincaro dei premi delle assicurazioni per veicoli a motore e delle assicurazioni malattia private ha determinato un aumento dell'indice del gruppo altri beni e servizi. Per quanto riguarda il gruppo prodotti alimentari e bevande analcoliche, nell'arco di un mese sono aumentati soprattutto i prezzi di frutta e ortaggi, mentre rispetto all'anno precedente i prezzi di questi prodotti sono scesi in media del 7,2 per cento. Rispetto al mese precedente sono aumentati anche i prezzi dei salumi, del caffè in grani, del formaggio semiduro, delle banane e della carne di vitello, mentre sono diminuiti soprattutto i prezzi di cioccolata, uova, piccola panetteria e carne di manzo. L'aumento dell'indice del gruppo comunicazioni è dovuto all'aumento delle tariffe dei pacchi postali. L'indice del gruppo indumenti e calzature è diminuito dell'11,9 per cento in seguito alle svendite dell'abbigliamento e delle calzature invernali. "Statistica dei prezzi 2002: inventario delle misure politiche che incidono sui prezzi"

    Il Consiglio federale ha incaricato l'Ufficio federale di statistica di stimare annualmente l'effetto delle misure politiche sull'indice. I risultati figurano nella pubblicazione "Statistique des prix 2002", la cui uscita è prevista tra breve e che costituisce una sintesi delle misure che hanno influito sull'evoluzione dei prezzi nel 2002 o che potrebbero farlo in un prossimo futuro; si tratta di misure adottate nell'ambito delle leggi-quadro economiche, della fiscalità, dei prezzi amministrati, dell'agricoltura, dei trasporti e dell'energia e della politica ambientale. D'ora in poi questa pubblicazione presenterà anche l'evoluzione degli indici dei prezzi al consumo per diversi gruppi di popolazione (come ad es. beneficiari di rendite, coppie con figli e genitori soli con figli a carico). Dall'11 febbraio la pubblicazione "Statistique des prix 2002" (formato PDF) potrà essere scaricata gratuitamente da Internet (http://www.statistik.admin.ch/stat_ch/ber05/dt0500.htm) o potrà essere ordinata per telefono al numero 032 713 60 60 o per e-mail (order@bfs.admin.ch). Numero di ordinazione: 402-0200.

    Nuova ponderazione del paniere tipo Nel maggio 2000 la base metodologica dell'indice nazionale dei prezzi al consumo è stata riveduta e aggiornata. Secondo le innovazioni introdotte, l'IPC sarà calcolato sotto forma di indice di Laspeyres a catena e riponderato annualmente. Il paniere tipo sarà pertanto aggiornato ogni anno, in modo da rispecchiare più fedelmente l'evoluzione delle abitudini di consumo. La base di ponderazione dell'IPC è costituita dall'indagine sul reddito e sul consumo (IRC) eseguita annualmente dal 2000. L'ultima ponderazione del paniere, introdotta con il mese di riferimento dicembre 2002, diventa effettiva per la prima volta per i risultati di gennaio del presente comunicato. L'IRC 2001 costituisce la base per la ponderazione 2003. A questa indagine hanno partecipato circa 3700 economie domestiche estratte a sorte dall'elenco telefonico, le quali hanno registrato dettagliatamente le proprie spese. I dati scaturiti sono stati elaborati e sottoposti a stime che hanno poi consentito di determinare una struttura media delle spese. A partire da questa struttura si è poi provveduto alla ponderazione delle singole posizioni del paniere tipo.

    Tra il 2002 e il 2003 i prodotti alimentari e le bevande analcoliche, gli indumenti, la sanità e le comunicazioni hanno assunto maggiore importanza all'interno del paniere tipo, mentre è diminuito il peso di bevande alcoliche e tabacchi, dell'abitazione, dell'energia, della manutenzione della casa, del tempo libero e della cultura e dell'insegnamento. Concatenamento con precedenti serie dell'indice Collegando per via aritmetica le precedenti serie con l'indice attuale, si ottengono per il mese di gennaio 2003 indici di 108,5 punti sulla base di maggio 1993 = 100, di 150,3 punti sulla base di dicembre 1982 = 100, di 187,4 punti sulla base di settembre 1977 = 100 e di 315,9 punti sulla base di settembre 1966 = 100.

UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA

Servizio informazioni _________ Informazioni: Gilbert Vez, UST, Sezione prezzi e consumo, tel.: 032/713 69 00 Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell'UST all'indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

06.02.03



Plus de communiques: Bundesamt für Statistik

Ces informations peuvent également vous intéresser: