Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ondata di freddo: continua l'emergenza per l'assistenza TCS

Ondata di freddo: continua l'emergenza per l'assistenza TCS
Touring Club Suisse / Evelyn Kunz

Bern (ots) - L'ondata di freddo continua ad impegnare i servizi di soccorso del TCS. Finora nel mese di gennaio sono state registrate 47'600 richieste d'aiuto e 25'700 interventi. Solo nell'ultima settimana le richieste e gl'interventi sono stati rispettivamente 15'000 e 7'000. Anche dall'estero sono già pervenute quest'anno oltre 11'500 richieste d'aiuto da parte di soci del TCS.

Fra i 220 pattugliatori del TCS che operano in Svizzera, c'è Evelyn Kunz che racconta come si svolge l'attività in queste gelide giornate.

Signora Kunz, con queste temperature, non si starebbe meglio al chiuso in un ufficio?

Effettivamente fa molto freddo, ma siamo molto ben preparati e non cambierei la mia attività con altre. Sono molto contenta d'essere in prima linea, di aiutare chi è in difficoltà e conoscere sempre nuove persone.

Quali sono i principali problemi in inverno?

Con questo freddo polare, la maggioranza delle panne riguardano il sistema elettrico e soprattutto le batterie, che col perdurare per più giorni delle basse temperature sono sempre sotto forte sforzo e, in particolare, quelle più datate si scaricano completamente. Inoltre, alle auto posteggiate all'esterno capita spesso che gelino le serrature e le portiere.

Quali particolari attenzioni devono avere gli automobilisti con questo freddo?

È importante che, prima dell'inverno si verifichi lo stato della batteria e che si proceda ad un controllo completo dell'auto in un Centro tecnico del TCS o presso il proprio garagista. Ciò eviterà fastidiose panne. Inoltre, è bene avere in auto sempre i cavi d'avviamento e le catene, che su strade di montagna possono essere sempre utili. Importante, prima d'avviarsi, liberare l'auto completamente dalla neve e dal ghiaccio. Parabrezza e lunotto posteriore devono essere sempre puliti; guidare guardando solo attraverso una "finestrella" si incorre in una multa e si assumono grandi rischi. Con condizioni di precaria visibilità e strade sdrucciolevoli, la sicurezza assume grande importanza: quindi adattare la velocità e lo stile di guida. È nostro desiderio che tutti possano ritornare a casa in piena sicurezza.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch


Fichiers multimédias
3 fichiers

Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: