Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Le condizioni meteorologiche provocano parecchie domande d'assistenza dalla Svizzera e dall'estero.

Bern (ots) - La settimana scorsa, la Centrale d'intervento del TCS è stata fortemente sollecitata ricevendo più di 21'500 richieste d'aiuto. La causa sono le precarie condizioni meteorologiche per molti viaggiatori. In Svizzera e nel sud dell'Europa è il freddo polare che ha provocato molte panne e incidenti. Le inondazioni in Tailandia hanno altresì interrotto le vacanze di parecchie persone che hanno inoltrato domande d'assistenza e d'annullamento del viaggio.

Con l'arrivo della neve, del vento e del freddo pungente nel fine della scorsa settimana, il numero di chiamate alla Centrale d'intervento del TCS hanno raggiunto 7'300 unità, ossia quasi due volte e mezzo in più del volume normale.

Marcato ritorno dell'inverno in Svizzera e in Europa In questo periodo, le chiamate per incidenti e per panne sono state eccezionalmente numerose. Il TCS ha organizzato i soccorsi necessari. La Patrouille è intervenuta quasi 2000 volte di più del medesimo periodo dell'anno scorso. I guasti alle batterie sono stati la principale causa delle panne. Il grande freddo ha anche bloccato diverse automobili nei parcheggi esterni delle stazioni invernali.

Una situazione vissuta anche nel sud dell'Europa, in particolare nei Balcani ed in Italia, provocando 328 domande d'assistenza dall'estero: più 31% rispetto l'anno scorso.

La Tailandia sott'acqua

Parecchi svizzeri, che hanno scelto di trascorrere le vacanze in questo paese, molto gettonato, hanno dovuto far fronte improvvisamente a delle condizioni eccezionali. Le piogge monsoniche e le successive inondazioni hanno indotto a cambiamenti d'itinerario, così si spiegano le molte domande di rimpatrio e di annullamento del viaggio. Le inondazioni in Tailandia ed il grande freddo in Europa, fra l'altro, hanno di fatto aumentato gli interventi di assistenza alle persone all'estero del 66% rispetto il 2016 (223 casi).

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce TCS, 091 943 40 06, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch



Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: