Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Pokemon Go: pericoloso per la strada!

Bern (ots) - In vendita in Svizzera da metà luglio, l'applicazione Pokemon Go ha riscosso un importante successo popolare. Per strada, molti giovani e meno giovani si espongono a seri pericoli d'incidente per «catturare» i mostri virtuali del loro gioco.

Camminano a testa bassa sui marciapiedi, attraversano gli incroci senza osservare la segnaletica o, per strada, cambiano improvvisamente la traiettoria di marcia. "Essi", sono i nuovi patiti del fenomeno Pokemon Go, un gioco basato sulla realtà amplificata che fa apparire dei mostri e dei luoghi di incontro virtuali nel nostro mondo reale. Disponibile in Svizzera dalla metà di luglio e scaricata più di 10'000 milioni di volte, questa applicazione ha quale prerogativa di incoraggiare a camminare e a scoprire l'ambiente che ci circonda.

Una sorgente di distrazione sulla via pubblica Preoccupato per la sicurezza stradale di tutti gli utenti della strada, il TCS avverte questi giocatori dei pericoli legati alla distrazione ed alla disattenzione provocata da un'utilizzazione incosciente di questa applicazione. Le prime testimonianze su comportamenti inadatti non hanno tardato a riempire le colonne dei giornali. Pedoni che cacciano il Pokemon su un'autostrada, turista entrato inavvertitamente in una zona militare, automobilisti che frenano improvvisamente per permettere ai loro bambini di catturare un piccolo mostro o che rallentano nei dintorni dei Pokestops per raccogliere degli oggetti... oltre ai molteplici atteggiamenti a rischio constatati direttamente e quotidianamente sulle nostre vie.

Conducenti incoscienti del pericolo

La disattenzione e la distrazione al volante fanno parte delle cause più frequenti di incidenti, per quasi il 25%. Partner dell'ASA (Associazione Svizzera delle assicurazioni) nella campagna "Occhi sulla strada" dal 2014, il TCS è particolarmente sensibile a questa tematica. La maggior parte dei conducenti non hanno la minima consapevolezza del pericolo che rappresenta un colpo d'occhio sullo schermo del cellulare. Molti di loro considerano non problematico il fatto di lasciare il volante con una mano sola per scrivere un SMS o manipolare il GPS. La tentazione di attivare l'applicazione Pokemon Go è grande, pensando solo di gettare uno sguardo! Un comportamento incosciente e pericoloso. Con la disattenzione, il tempo di reazione aumento di molto: telefonando o digitando un SMS al volante, aumenta del 30 al 50%.

Avviso ai pedoni

I pedoni, dal canto loro, devono convincersi che tutte le fonti di distrazione li espongono direttamente al pericolo, quanto i terzi. Ne va della loro responsabilità, quindi, adottare un comportamento controllato ed adeguato quando giocano.

Consigli per i giocatori

   -	Non utilizzate nessuno altro mezzo di trasporto. Giocate a 
piedi, ma non attraversate la strada improvvisamente. -	Siate sempre 
attenti. Guardatevi intorno. -	Siate ben visibili (vestiti chiari, 
soprattutto nell'oscurità). -	Segnalate la vostra intenzione di 
attraversare la strada posizionandovi in modo chiaro e, se possibile,
cercate il contatto visivo con il conducente del veicolo. -	Il 
diritto di precedenza non è mai assoluto. I veicoli hanno bisogno di 
una certa distanza per potersi fermare. Pensateci. -	Tenente conto di
tutti i veicoli provenienti dalle diverse direzioni. -	Non 
attraversate mai la strada in modo improvviso. -	Evitate di portare 
auricolari perché aumentano il rischio di incidenti. -	Attraversate, 
camminando sulle strisce, soltanto quando il veicolo è fermo. 
Bambini: non correte mentre attraversate! -	Non attraversate mai la 
strada davanti o dietro un bus, un tram o un altro ostacolo. -	Siate 
consapevoli del fatto che un veicolo necessita di una certa distanza 
per potersi fermare. 

Posso essere multato per distrazione? Indipendentemente dal fatto che si verifichi o meno un incidente, la disattenzione è sanzionata in modo esplicito dall'articolo 3 dell'Ordinanza sulle norme della circolazione stradale che recita: «Egli non deve compiere movimenti che impediscono la manovra sicura del veicolo. Inoltre la sua attenzione non deve essere distratta in particolare né da apparecchi riproduttori del suono né da sistemi di comunicazione o di informazione». Il conducente deve costantemente padroneggiare il veicolo, in modo da potersi conformare ai suoi doveri di prudenza (Art. 31 cpv. 1 LCStr). Per questo motivo non deve compiere movimenti che impediscono la manovra sicura del veicolo (Art. 3 cpv. 1 ONC).

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80, 
renato.gazzola@tcs.ch


Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: