Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Assemblea generale ordinaria dei Delegati del TCS: andamento consolidato degli affari con accento sullo sviluppo

Bern (ots) - L'assemblea generale ordinaria dei delegati del TCS s'è tenuta venerdì, 17 giugno 2016 a Delemont. Forte di quasi 1,5 milioni di soci, il maggiore Club della mobilità in Svizzera ha analizzato in prospettiva l'esercizio 2015, progredito ulteriormente nei servizi e nelle attività. Con una cifra d'affari netta di 348 milioni e un utile di quadi 2 milioni di franchi, l'anno 2915 si chiude con un risultato gestionale positivo. Sul Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato (FOSTRA), il TCS conferma la sua posizione.

I cambiamenti intervenuti, nell'esercizio precedente, sulla struttura della direzione operativa si sono consolidati ed evoluti con successo nel 2015. Il TCS si è imperniato sistematicamente su un mercato in costante evoluzione, sullo sviluppo dinamico della mobilità moderna così pure sugli interessi e bisogni dei suoi soci e clienti. Ecco spiegato perché è riuscito ad imporsi in un contesto commerciale contrassegnato da nuove offerte e forme di mobilità: il Libretto ETI e i differenti prodotti dell'assicurazione di protezione giuridica hanno conosciuto un positivo sviluppo.

Sviluppo continuo delle offerte e prestazioni di servizio Nella logica di questo orientamento dei prodotti e servizi in funzione del mercato e dei bisogni dei consumatori, parecchie novità ed innovazioni sono state implementate con successo in2015: introduzione di un sistema di gestione dei casi e di un centro di competenza per i servizi turistici, ripresa del servizio di assistenza stradale per due importanti importatori d'automobili, lancio, in prima mondiale, dell'esclusiva rete pubblica di condivisione di bici-cargo, introduzione di in concetto gastronomico moderno nei ristoranti dei campeggi, nuova veste della rivista Touring e focalizzazione sui rimpatri nell'assistenza alle persone.

Questo sviluppo è proseguito in modo sistematico e con successo anche dopo la partenza del direttore generale nel corso dell'esercizio scorso, prova della stabilità funzionale e dell'orientamento a lungo termine dell'organizzazione. Partendo da questa solida base, il TCS è ben attrezzato per affrontare i profondi cambiamenti nel campo della mobilità e del mercato delle assicurazioni e nello sviluppare di conseguenza la sua offerta. Nell'ottica di una diversificazione dai prodotti usuali del mercato, il TCS cerca innanzitutto di adattarsi rigorosamente ai bisogni dei suoi soci e clienti nei suoi settori chiave, che sono: l'assistenza, la consulenza e la protezione. Ecco i valori centrali del TCS, fondamenta solide sulle quali saranno sviluppate delle prestazioni di servizio supplementari.

Peter Goetschi, presidente centrale, ha scelto l'occasione di questa assemblea dei delegati per presentare personalmente il nuovo direttore generale del TCS, Jürg Wittwer, nominato dal consiglio di amministrazione il 28 aprile 2016. Diplomato in gestione d'impresa e con una lunga esperienza nei settori dell'assistenza e delle assicurazioni, a livello nazionale ed internazionale, il nuovo direttore entrerà in funzione il 1 luglio 2016.

  Elezioni di rinnovo Cinque membri del consiglio di amministrazione si sono presentati per una rielezione e tutti sono stati confermati nelle loro funzioni dall'assemblea dei delegati del TCS. Toni Epp, dimissionario della sezione Uri, è stato sostituito da Michael Meier nel consiglio di amministrazione del TCS.

FORTA, elemento chiave per il futuro della mobilità in Svizzera Dopo il rifiuto dell'iniziativa "Vacca da mungere" a inizio giugno 2016, il TCS continua a dare la precedenza alla realizzazione del Fondo per le strade nazionali ed il traffico di agglomerato (FOSTRA). È da molto tempo che il TCS esige che la rotaia e la strada siano poste su basi d'uguaglianza e che sua costituito un fondo di finanziamento per la strada. Il progetto del Consiglio federale FOSTRA è ora in esame dal Parlamento e, secondo il TCS, sta procedendo nella buona direzione. Per il TCS, FOSTRA e il programma di sviluppo strategico dell'infrastruttura stradale (PRODES), costituiscono gli elementi chiave per il futuro della mobilità in Svizzera. Tramite una risoluzione votata dall'assemblea dei delegati a Delémont, il TCS ha rinnovato il suo invito all'indirizzo delle Camere federali affinché sia adottato finalmente questo concetto di finanziamento come, deciso dal Consiglio nazionale, e di approvarlo.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80, 
renato.gazzola@tcs.ch


Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: