Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Sulla neve, lo spazio di frenata raddoppia con pneumatici estivi

Sulla neve, lo spazio di frenata raddoppia con pneumatici estivi
TCS

Bern (ots) - Quando le temperature scendono e si abbassa il limite delle nevicate, aumentano le esigenze per conducenti e veicoli. Bisogna adattare la velocità alle condizioni stradali ed è fondamentale una corretta preparazione dell'auto. I consigli del TCS aiutano gli automobilisti a superare la stagione fredda. E' anche il momento per sottoporre l'auto a un controllo invernale in un garage o uno dei 19 centri tecnici del Touring Club o presso un garage.

Chi viaggia in inverno con le gomme estive si comporta da irresponsabile e negligente. Le automobili dovrebbero essere equipaggiate con quattro pneumatici invernali prima che arrivi la neve. Se le gomme hanno i profili del battistrada di altezze diverse (differenza di oltre un millimetro), quelle migliori - indipendentemente dall'asse di trazione - devono essere sempre montate sulle ruote posteriori (asse di guida). Importante: il profilo dei pneumatici invernali dev'essere di almeno quattro millimetri per avere una buona efficacia (minor spazio di frenata, maggiore aderenza nella trazione e protezione contro l'aquaplaning).

I veicoli fuoristrada (SUV) sovente sono dotati di serie con pneumatici "quattro stagioni", ciò rappresenta, sia in inverno, sia in estate, una soluzione di compromesso. Di conseguenza, anche i veicoli 4x4 dovrebbero essere equipaggiati nella stagione fredda con pneumatici invernali.

Frenare in inverno, con gomme estive, si raddoppia la distanza d'arresto

I pneumatici estivi sono assolutamente inadatti alle basse temperature e alle condizioni invernali. La loro mescola, diversa da quella dei pneumatici invernali, s'indurisce rapidamente e perde elasticità. Sulla neve e con basse temperature, questa gomma non offre prestazioni appropriate e, per l'inadeguatezza del profilo, lo spazio di frenata raddoppia. Per contro, i pneumatici invernali forniscono prestazioni efficienti su strada bagnata e innevata e, grazie alla qualità del profilo, composto di fini lamelle, riescono a "ancorarsi" al fondo stradale in modo ottimale. La mescola della gomma essendo più morbida è più idonea alle basse temperature, garantendo una migliore tenuta sulla neve e sul bagnato.

Obbligo dei pneumatici invernali in Svizzera

Per la legge non è obbligatorio montare pneumatici invernali. Però, chi provoca o è corresponsabile di un incidente o causa problemi d'intralcio alla circolazione, per uso di pneumatici inappropriati, secondo le circostanze, può vedersi ridotte le prestazioni assicurative e condannato al pagamento di una multa (per grave negligenza, rispettivamente per circolare con un veicolo non sicuro).

Il TCS non consiglia solo di montare tempestivamente i pneumatici invernali, ma anche di conservare in modo corretto le gomme estive per prolungarne la durata. I pneumatici estivi vanno conservati preferibilmente appesi alla parete o accatastati sul pavimento e protetti dalla luce. Le gomme si possono lasciare in custodia, a pagamento, anche presso un gommista o un garagista, che, prima di immagazzinarle, controllerà il profilo ed eventuali danni ai cerchioni.

Sistemare i bagagli in modo sicuro

La corretta sistemazione dei bagagli può contribuire notevolmente alla sicurezza. I bagagli devono essere assicurati nel bagagliaio o se posti nei sedili posteriori non devono superare l'altezza dello schienale. In caso di scontro, gli oggetti non collocati negli spazi adeguati possono trasformarsi in pericolosi proiettili. Oggetti solidi e pesanti, come scarponi da sci o valigie rigide, meglio riporli nel portabagagli o nello spazio riservato ai piedi, mentre, snowboard, sci e bastoni si possono trasportare anche in un box installato sul tetto del veicolo. Attenzione: il box può influire sulla tenuta di strada dell'auto; tener quindi in debita considerazione: peso totale del veicolo, carico massimo sul tetto e l'altezza complessiva.

Pericoloso guidare con i vetri sporchi

Fari, catarifrangenti, vetri e retrovisori vanno tenuti puliti, conformemente all'ordinanza sulla circolazione (art.57, al. 2). Il TCS consiglia di togliere il ghiaccio e la neve dall'auto servendosi di un solido raschietto con i bordi di plastica e di uno scopino. Chi si mette in viaggio con vetri sporchi, pone in pericolo se stesso e gli altri utenti, rischiando una multa o il ritiro della licenza di condurre. Funzionali e pratici sono anche i teli antigelo per il parabrezza, che consentono al mattino di risparmiare tempo prima di recarsi al lavoro.

In inverno, in forma col TCS

Chi vuole assicurarsi che il suo veicolo sia in ordine e ben equipaggiato per l'inverno, può sottoporlo a un controllo in uno dei 19 centri tecnici del TCS. Nel test invernale sono verificati in particolare lo stato e l'efficienza di: ruote, pneumatici, sospensioni, sterzo, motore, sistema di raffreddamento, tergicristalli, areazione, batteria, illuminazione, impianto elettrico.

Il test del TCS del settembre 2015, sui pneumatici invernali, dà molti consigli sulla scelta delle gomme, mentre altre informazioni si possono ottenere all'indirizzo www.tcs.ch. Ovviamente, gli esperti del TCS sono sempre a disposizione per altre consulenze.

Naturalmente, non solo il veicolo, ma anche i conducenti devono prepararsi ad affrontare adeguatamente le condizioni della stagione fredda. I corsi invernali di Test & Training TCS e di alcune Sezioni del TCS offrono la possibilità di conoscere il comportamento del proprio veicolo in condizioni reali sulla neve e sul ghiaccio. Il corso, della durata di un giorno, comprende un'introduzione alla fisica di guida e una serie di esercizi pratici di guida su pista preparata e sicura.

Altri consigli per la preparazione invernale

   -	Liquidi: si consiglia di controllare con regolarità il livello 
dell'olio, del liquido di raffreddamento (grado di congelamento), 
della soluzione lavavetri e altri liquidi. -	Batteria: quelle 
d'avviamento hanno una durata di vita di oltre cinque anni. Tuttavia,
in inverno a causa delle basse temperature sono maggiormente 
sollecitate. Se non è rilevabile esattamente l'età della batteria, 
quest'ultima dev'essere controllata da un esperto. -	Illuminazione: 
controllare il funzionamento dei vari elementi dell'impianto 
d'illuminazione, per esempio compiendo una breve ispezione attorno al
veicolo con le luci di posizione e anabbaglianti accese. -	Gomme e 
guarnizioni delle porte: se si gelano serrature e altri elementi 
delle portiere possono essere trattati con adeguati prodotti. -	 
Tergicristalli e spazzole: una buona visibilità è indispensabile 
anche in inverno. Occorre dotarsi per tempo di prodotti adatti per la
pulizia dei vetri; controllare le spazzole dei tergicristalli e, se 
fosse il caso, sostituirle. -	Verificare gli accessori invernali e le
catene: oltre al triangolo di panne obbligatorio, occorre avere un 
raschietto per il ghiaccio, bomboletta spray antigelo, guanti e 
scopino per la neve. Controllare che le catene siano della misura 
corretta e in buono stato. Se si acquistano nuove catene, è meglio 
esercitarsi prima nel montaggio, per evitare difficoltà 
all'occorrenza. -	Protezione contro l'umidità: il TCS raccomanda di 
acquistare tappetini di gomma per impedire che l'interno 
dell'automobile s'inumidisca a causa della neve. 

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch

Le foto del TCS sono su Flickr -
www.flickr.com/photos/touring_club/collections.
I video del TCS sono su Youtube - www.youtube.com/tcs.

www.pressetcs.ch



Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: