Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

In estate, quattro quinti degli Svizzeri partono in viaggio

Bern (ots) - Berna, 2 luglio 2015. Tempo d'estate, tempo di viaggi. Una recente indagine del TCS, indica che l'80% degli Svizzeri si mette in viaggio per le vacanze estive. Le mete più frequentate sono i paesi confinanti e il resto dell'Europa. L'automobile è il mezzo di trasporto preferito col 46,7%, seguito dall'aereo col 41%.

Si respira aria di vacanze: luglio e agosto sono i periodi delle grosse "ondate di partenze". L'80% degli Svizzeri si mette in viaggio in estate. Lo dice un sondaggio eseguito dall'Istituto LINK su 1273 persone, per conto del TCS. Dall'inchiesta emerge che i paesi confinanti (36,2%) e il resto d'Europa (28%) sono le mete di viaggio più frequentate dagli Svizzeri, mentre solo il 20% trascorre le vacanze estive in Patria.

Il bilancio delle vacanze

Il 60% degli Svizzeri spende a testa tra 500 e 2'000 franchi per viaggio, pernottamento, vitto e acquisti; il 16,5% spende procapite meno di 500 franchi e il 16,9% spende più di 2'000 franchi. Vola per l'America del Nord, il 5% degli Svizzeri, con un reddito mensile superiore ai 6'000 franchi, mentre questa proporzione scende al'1,7% per chi ha un reddito inferiore.

Mete di viaggio per regione

Trascorre le vacanze in Patria un quarto dei cittadini della Svizzera tedesca, appena il 10,6% della Svizzera romanda e l'11,6% dei Ticinesi. Il 57,6% di quest'ultimi preferisce andare in un paese vicino; in Romandia tale proporzione è del 41,7% e nella Svizzera tedesca del 33,3%. Un cittadino su cinque in Ticino, uno su tre nella Svizzera romanda e uno su quattro nella Svizzera tedesca sceglie quale meta il resto dell'Europa. La vicinanza geografica e le affinità culturali incidono molto nella scelta della destinazione. Per il mezzo di trasporto, più della metà dei Ticinesi preferisce l'automobile, mentre il 45% dei Romandi sceglie l'aereo, approfittando delle tariffe "low cost" e dei voli charter in partenza dall'aeroporto di Ginevra. Solo il 16,3% degli Svizzeri utilizza per le vacanza il treno.

Preparazioni di viaggio

Il 45,2% degli Svizzeri teme in vacanza il brutto tempo, mentre quale rischio maggiore citano un incidente: uno su quattro ha paura di cadere in panne e uno su tre di ammalarsi. Nonostante gli avvenimenti recenti, solo il 9,2% ha paura di un atto terroristico o di un conflitto. Alta è invece la percentuale di coloro che partono in vacanza in modo previdente: il 55,4% degli Svizzeri interrogati ha un'assicurazione viaggio, come il Libretto ETI.  

Altre informazioni

Caricare il veicolo in modo corretto

Il bagagliaio va caricato solo fino al limite superiore dello schienale dei sedili posteriori. I bagagli pesanti vanno sistemati sul fondo; gli oggetti sciolti vanno fissati nel migliore dei modi. Qui di seguito un video con preziosi consigli sul modo di caricare la vettura correttamente:https://youtu.be/IW2zayPLUYk

Buona preparazione: essenziale per un viaggio Altri paesi, altre usanze. Prima di partire per un viaggio, consultare le disposizioni dei paesi di destinazione. In Francia o in Italia, in caso d'incidente, tutti i passeggeri che sostano fuori dal veicolo, devono indossare un giubbetto riflettente. In molti Stati europei è anche obbligatorio avere un set per i primi soccorsi. È consigliabile portare con sé la carta verde, anche se la stessa non è più obbligatoria dappertutto. Sono indispensabili documenti di viaggio validi (carta d'identità, passaporto). Occorre inoltre tener conto che le autostrade in Francia, Italia, Austria sono a pagamento. Il TCS invita gli automobilisti a dotarsi del seguente equipaggiamento: contrassegno adesivo CH, giubbetti riflettenti, triangolo di panne e farmacia di bordo.

Le code possono essere evitate

Durante l'alta stagione, occorre prevedere lunghe attese ai valichi di frontiera di Basilea e Chiasso. Il "collo di bottiglia" della galleria stradale del San Gottardo registrerà a sua volta le solite code chilometriche; per evitarle si consiglia i passi del Gran San Bernardo, del Sempione e del San Bernardino: itinerari alternativi e paesaggisticamente attraenti. Le colonne si possono evitare anche consultando le informazioni sul traffico, per poi anticipare o posticipare le partenze.

Controllo prima della partenza

Verificare la pressione e il profilo delle gomme estive, i livelli dell'acqua e dell'olio, incollare sulla parte posteriore del veicolo il contrassegno adesivo CH, senza dimenticare di controllare la batteria, anche in estate molto sollecitata, sottoponendola a un test presso un centro tecnico del TCS o in un garage.

Ulteriori informazioni https://www.tcs.ch/it/viaggi-camping/informazioni-turistiche/temi.php

Contatto:

Contatto per i media
Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch
Le foto del TCS sono su Flickr -
www.flickr.com/photos/touring_club/collections.
I video del TCS sono su Youtube - www.youtube.com/tcs.

www.pressetcs.ch


Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: