Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Il progetto FOSTRA del Consiglio federale dev'essere corretto: No all'aumento della soprattassa sui carburanti!

Bern (ots) - Gli elementi chiave presentati oggi dal Consiglio federale non soddisfano, in particolare quelli sul finanziamento. Invece dell'aumento annunciato della sovrattassa sui carburanti, il TCS chiede un aumento degli introiti dedicati alla strada. Questa misura permetterebbe di rinunciare all'aumento di 6 cts su ogni litro di carburante. Tenuto conto delle riserve esistenti, della difficoltà di realizzare dei progetti stradali e della rivalutazione del franco svizzero, questa misura è completamente inopportuna.

Il TCS rigetta l'aumento di 6 cts della sovrattassa sui carburanti previsto dal progetto FORSTRA e questo per tre ragioni.

1 - Nello scenario del franco forte, l'inversione del turismo della benzina è già in atto. Un nuovo aumento dei prezzi dei carburanti rischierebbe d'intensificare il fenomeno, provocando una diminuzione delle vendite e un effetto negativo sugli introiti disponibili per il finanziamento delle infrastrutture.

2 - Nella cassa stradale vi sono ora riserve per ca. 3,6 miliardi (secondo i conti 2013 della Confederazione). Viste le difficoltà nel realizzare progetti d'infrastrutture stradali, il TCS stima che l'aumento supplementare proposto non è, di primo acchito, necessario.

3 - Considerando i nuovi finanziamenti trasversali in favore delle ferrovie (NLFA e agglomerazioni), il TCS chiede, in compenso, un'affettazione più importante degli introiti incassati dagli utenti della strada e respinge l'aumento della sovrattassa. Il TCS ricorda che si oppone a ogni finanziamento di progetti ferroviari tramite il Fondo FOSTRA, destinato per principio alla strada, e chiede di limitare i versamenti per il traffico degli agglomerati a 200 milioni di franchi l'anno.

Gli elementi chiave del progetto FOSTRA presentati oggi dal Consiglio federale prevedono tuttavia dei miglioramenti rispetto al testo messo in consultazione. Il TCS saluta favorevolmente l'inclusione nella rete delle strade nazionali della tratta Lausanne/Morges e dell'autostrada del Glatttal, nel programma di sviluppo strategico (PRODES), e la decisione di fissare ogni aumento futuro della soprattassa sui carburanti ai bisogni finanziari effettivi.

Il TCS auspica che il progetto sia trattato in parallelo con l'iniziativa "Vacca da mungere" che considera anch'essa il finanziamento delle infrastrutture stradali. Inoltre, come per le Ferrovie, il TCS chiede un nuovo articolo costituzionale che fissa il principio dell'adattamento dell'offerta alla domanda per la Strada.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80, 
renato.gazzola@tcs.ch

Le foto del TCS sono su Flickr -
www.flickr.com/photos/touring_club/collections.

I video del TCS sono su Youtube - www.youtube.com/tcs.

www.pressetcs.ch.


Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: