Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Test TCS sui seggiolini: più della metà bocciata

TCS test di seggiolini per bambini

Un document

Bern (ots) - Sono stati esaminati, nel secondo test del TCS sui seggiolini auto, dieci prodotti della fascia di prezzo inferiore. Le prove hanno riguardato la sicurezza in caso di collisione, la maneggevolezza, l'ergonomia, gli aspetti pratici e la presenza di sostanze tossiche. Un solo modello ha convinto.

A prima vista, sembra che l'offerta di seggiolini auto della classe più economica sia vasta, ma guardando attentamente, si nota sovente che i prodotti si differenziano solo per qualche dettaglio, come nervature e strutture di forme diverse. Si costata anche che prodotti identici sono messi in commercio con denominazioni differenti.

Nel secondo test del 2014, sono stati esaminati dieci seggiolini auto, di tutte le categorie di peso e del costo oscillante attorno ai 100 franchi. Sono stati esaminati i seguenti aspetti: sicurezza, maneggevolezza, ergonomia, presenza di sostanze tossiche, pulizia e lavorazione. Nessun seggiolino ha raggiunto il voto massimo "eccellente"; uno è stato valutato "molto consigliato" e sei, dei dieci presi in esame, sono stati bocciati e giudicati "non consigliati".

Solo un prodotto ha veramente convinto

Il guscio Nania BeOne SP è risultato il miglior prodotto, con quattro stelle su cinque, convincendo gli esperti sia dal profilo della sicurezza, sia da quello della maneggevolezza. I seggiolini: Nania Racer SP e i due Fisher Price FP3000 e FP4000 hanno ottenuto tre stelle su cinque, senza dimostrare punti deboli di una certa importanza.

Insufficienti i risultati conseguiti dal Nania Starter SP: sebbene i valori sulla sicurezza e sulla maneggevolezza rientrassero nella media, questo prodotto è stato bocciato a causa dell'alto tenore di plastificanti (idrocarburi policiclici aromatici - PAK). Questa sostanza nociva è stata riscontrata in forte concentrazione anche nell'United-Kids Alpha Deluxe. Il Safety Paris SP e il Tiggo Bebehut non hanno superato il test della collisione frontale a 64 km/h, molto più severo rispetto ai 50 km/h prescritti dalla legge. Nella collisione laterale, non hanno convinto i tre prodotti di United-Kids (Alpha Deluxe, Kid Comfort e Kidstar) e il Tiggo Bebehut. I loro supporti dorsali amovibili, che consentono la sistemazione di bambini più grandi, non garantiscono la protezione del capo e questo difetto non può essere compensato dagli airbag installati nelle vetture più recenti. Inoltre, anche la maneggevolezza non è ottimale: i passaggi delle cinture sono in parte complicati e le istruzioni per l'uso incomprensibili. Quest'ultime lacune sono tanto più problematiche in quanto, secondo una ricerca svolta in comune dal TCS e dall'upi, un bambino su due non è allacciato correttamente in auto.

Il TCS consiglia prudenza sull'uso di seggiolini auto che non sono stati testati, perché, anche nella fascia di prezzi inferiore, che oscillano sui 100 franchi, vi sono certamente seggiolini consigliabili, ma ve ne sono anche molti che non riescono a tenere il passo con le severe esigenze in materia.

Come si è svolto il test?

La sicurezza in caso di collisione frontale e laterale è stata valutata in tutte le configurazioni dei seggiolini auto. Sono state attentamente esaminate anche la maneggevolezza e l'ergonomia. Si è soprattutto appurata la facilità e la praticità dell'installazione del seggiolino e la sistemazione del bambino. Una buona valutazione è assegnata soltanto in caso dell'ottenimento di buoni risultati nelle discipline riguardanti la sicurezza e la maneggevolezza/ergonomia.

Nuove direttive per l'ammissione di seggiolini per bambini

Il legislatore rielabora l'omologazione di seggiolini auto. La prima fase del nuovo regolamento è già stata approvata dall'UN-ECE e, dall'inizio del 2014, è valida anche in Svizzera. A titolo transitorio, la nuova direttiva continuerà a essere applicata per parecchi anni parallelamente con la norma ECE R44, ancora in vigore. Le novità principali sono:

   -	Per ottenere l'omologazione, i seggiolini auto devono superare 
una prova d'impatto laterale, requisito che il TCS chiede da tempo, 
poiché, da oltre 10 anni, è parte integrante dei suoi test. -	Il 
seggiolino auto non sarà più scelto, come finora, in base al peso del
bambino, ma secondo la sua statura. I costruttori possono stabilire 
fasce di statura per le quali un seggiolino è adatto, ad esempio da 
40 a 100 cm. La classificazione dei seggiolini per gruppi viene così 
meno. -	Tutti i bambini, fino a 15 mesi d'età, devono essere 
trasportati rivolti all'indietro rispetto la direzione di marcia. Ciò
vale solo per seggiolini omologati secondo il nuovo regolamento e non
per quelli a norma ECE-R44. Anche per i gusci bébé tradizionali è 
possibile un uso prolungato. Tuttavia, visto che i bambini sono 
sovente sistemati già dai 9 kg di peso in un seggiolino più capiente,
rivolto in avanti, ciò equivale a una perdita di sicurezza. Il TCS 
raccomanda di trasportare i bambini il più a lungo possibile, rivolti
all'indietro, cioè fino a quando la testa supera il guscio o il 
bambino i 13 kg di peso. 

Fino a nuovo avviso, l'attuale norma ECE-R resterà validità. Potrà essere impiegata parallelamente alle nuove direttive, così che gli attuali seggiolini potranno essere acquistati e usati in tutta tranquillità ancora per parecchi anni.

Altre informazioni

Analisi delle sostanze tossiche

L'analisi delle sostanze tossiche è stata fatta dall'organizzazione per la protezione dei consumatori "Stiftung Warentest". I seggiolini sono stati esaminati sulla presenza dei seguenti prodotti: PAK (concentrazione d'idrocarburi aromatici policiclici), ftalati, sostanze ignifughe, fenoli, composti organici dello stagno, coloranti azoici sintetici, formaldeide e metalli pesanti. Sono state analizzate tutte le parti del seggiolino che entrano in contatto col bambino. L'analisi e la valutazione sono state eseguite sulla base del documento ZEK 01.2-08 (parte integrante degli esami GS), della direttiva 1907/2006/EG ("REACH"), della norma europea EN-71 ("direttive giochi per bambini") e dello standard Ökotex 100.

Infoguida "Seggiolini auto 2014" L'edizione dell'infoguida "Seggiolini auto 2014" offre tutta una seria d'informazioni sulla sicurezza dei bambini in automobile, consigli per l'acquisto e i risultati dell'ultimo test TCS. Per il montaggio dei seggiolini, sono utili i filmati realizzati e scaricabili direttamente mediante un codice pixel che figura nell'opuscolo o nell'homepage. L'infoguida è realizzata dal Touring Club Svizzero (TCS) e dall'Ufficio prevenzione infortuni (upi). L'infoguida può essere ordinata gratuitamente sul sito www.seggiolini-auto.tcs.ch o richiesta all'upi a Berna.

Prescrizioni per la sicurezza dei bambini Da circa tre anni, i bambini fino all'età di 12 anni o di statura inferiore ai 150 cm (fa stato il limite raggiunto per primo), vanno assicurati in un apposito seggiolino. Per i seggiolini d'occasione, verificare se il modello non sia troppo vecchio (anteriore al 1995). La data di fabbricazione può essere verificata su un'etichetta arancione incollata sul seggiolino dove deve figurare il numero di controllo che inizia con 03 o 04. Maggiori informazioni sono contenute nell'opuscolo, in dieci lingue, "Bambini in auto", scaricabile dai siti Internet: www.infoguida.tcs.ch o www.seggiolini-auto.tcs.ch.

Vantaggi per i soci del TCS

Nei punti vendita Pro Baby e Autour de Bébé, i soci del Club approfittano di uno sconto del 15% sui seggiolini che nel test del TCS hanno ottenuto almeno la menzione "consigliato". Inoltre, questi negozi e le filiali della catena Baby-Rose, offrono un controllo dei seggiolini usati (gratuito per i soci).

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch

Le foto del TCS sono su Flickr -
www.flickr.com/photos/touring_club/collections.
I video del TCS sono su Youtube - www.youtube.com/tcs.

www.pressetcs.ch



Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: