Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

I delegati del TCS chiedono un fondo per le infrastrutture stradali - La consigliera federale Doris Leuthard, ospite d'onore, si è impegnata in favore dell'ampliamento della rete stradale

Doris Leuthard

Bern (ots) - Durante la loro assemblea ordinaria a Baden, i delegati del TCS hanno adottato una risoluzione che chiede il potenziamento e il finanziamento della rete delle strade nazionali a lungo termine.

Tale risoluzione contempla le seguenti richieste:

1. Decreto federale per un fondo d'infrastruttura stradale, concepito in modo analogo a quello per l'infrastruttura ferroviaria.

2. Nell'ambito del fondo d'infrastruttura ferroviaria, la prevista continuazione della compensazione del sovvenzionamento trasversale dalla strada alla ferrovia (1/4 NFTA) va attinta dalla Cassa generale della Confederazione.

3. Uno scaglionamento moderato di un possibile aumento del supplemento fiscale sugli oli minerali per colmare la lacuna di finanziamento nella realizzazione del programma di sviluppo strategico delle strade nazionali, conformemente alle necessità di finanziamento.

Il vice-presidente TCS e presidente del comitato politico Thierry Burkart ha sottolineato che le esperienze del passato hanno dimostrato che, senza lo strumento di un fondo d'infrastruttura stradale non vi è garanzia che gli introiti supplementari vengano effettivamente dedicati ai necessari adeguamenti dell'infrastruttura stradale. Riassumendo la situazione, il presidente centrale del TCS, Peter Goetschi, ha sottolineato l'importanza, per il TCS, di ribadire il proprio punto di vista: "l'ultimazione e il completamento della rete delle strade nazionali sono preoccupazioni che ci stanno a cuore. Il TCS si impegnerà fortemente per il rispetto degli obiettivi contenuti nell'adottata risoluzione". Si è quindi ancora ben lontani dal "compromesso storico", citato da alcuni media all'inizio della settimana.

La consigliera federale Doris Leuthard ha ribadito la volontà della Confederazione di affrontare il potenziamento delle infrastrutture stradali Il presidente centrale del TCS Peter Goetschi ha avuto modo di salutare a Baden la consigliera federale Doris Leuthard. Nella sua relazione, la responsabile del Dipartimento dei trasporti ha sottolineato che la Confederazione, alla luce dell'aumento del traffico, vuole garantire in modo ottimale il potenziamento infrastrutturale e finanziario a lungo termine della strada, analogamente a quanto previsto per la ferrovia. A tale scopo, proporrà al Consiglio federale di realizzare a livello costituzionale un Fondo per il finanziamento delle strade nazionali e del traffico negli agglomerati. Quest'ultimo dovrà essere alimentato da introiti a destinazione vincolata. Alla luce delle riserve fluttuanti del finanziamento stradale, la Confederazione non potrà sfuggire a un aumento del supplemento della tassa doganale sui carburanti, invariata dal 1974. "Per poter disporre anche in futuro di una rete di trasporti efficiente, occorrono ulteriori investimenti. Il Fondo permetterà di effettuarli, riducendo così code e strettoie", ha aggiunto la consigliera federale Leuthard.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch

Le foto del TCS sono su Flickr -
www.flickr.com/photos/touring_club/collections.

I video del TCS sono su Youtube - www.youtube.com/tcs.

www.pressetcs.ch



Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: