Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Test del TCS sulla resistenza delle batterie

Bern (ots) - Le batterie installate nelle moderne automobili sono sovente chiamate in causa. Forniscono energia alle componenti elettroniche e, in veicoli con dispositivo Start Stop automatico, devono far fronte a ulteriori sollecitazioni. Oltre alle normali batterie in commercio, il TCS ha esaminato, per la prima volta, le batterie a tecnologia AGM e EFB. Dal test è risultato che le "batterie a liquido" raggiungono rapidamente i limiti d'efficienza nei veicoli dotati di Start Stop automatico.

Le batterie delle automobili devono garantire prestazioni di alto livello in ogni stagione. Da una parte, alimentano la complessa elettronica delle attuali vetture e, dall'altra, sono fortemente sollecitate dai veicoli con sistema Start Stop automatico. I requisiti sempre più elevati chiesti a queste "piccole centrali elettriche" hanno spronato i fabbricanti a sviluppare le efficienti batterie a tecnologia AGM (Absorbent Glass Mat) e EFB (Enhanced Flooded Batteries). Nel test 2012, il TCS ha valutato sia batterie d'avviamento tradizionali, sia modelli di nuova concezione.

Svolgimento del test

Tra le batterie tradizionali, il TCS ha selezionato prodotti dei fabbricanti Banner Power Bull, Bosch Silver (Varta) e Exide Premium. La batteria della Patrouille TCS prodotta da Banner è stata anche testata. Tutti i modelli hanno ottenuto menzioni che vanno da "molto consigliato" a "ottimo".

Sono state, inoltre, analizzate altre sei batterie che utilizzano la tecnologia EFB e AGM. A quest'ultime sono stati fissati requisiti minimi più severi in quanto devono dimostrare quotidianamente la propria efficienza soprattutto nelle auto con Start Stop automatico. Nelle vetture con Start Stop automatico, il motore si spegne automaticamente a veicolo fermo e si riaccende non appena si preme sul pedale della frizione. Nel test di resistenza del TCS è stato simulato un tempo d'attesa di 59 secondi a un semaforo rosso o in colonna. Dopo l'avviamento, è seguito un periodo di marcia ininterrotto di 60 secondi, accompagnato da un nuovo intervallo d'attesa di 59 secondi. In totale, nel corso del test sono stati eseguiti oltre 40 mila cicli del genere. Tutte le batterie EFB e AGM hanno superato bene questa serie di prove.

La tecnologia delle batterie

Nella maggior parte delle automobili, le "batterie a liquido" sono in grado di garantire senza problemi la necessaria alimentazione. Diversa la situazione per le vetture con tecnologia Start Stop automatico. Di regola su queste vetture è installata una batteria EFB o AGM. Le EFB sono batterie standard più potenti che si distinguono per l'alta resistenza al calore che si sviluppa nella zona motore. Le batterie AGM sono invece più sensibili al calore e perciò, quasi sempre, sono sistemate nello spazio situato sotto i piedi, nel bagagliaio o sotto il sedile. Per impedire che dalla batteria fuoriesca all'interno dell'abitacolo dell'acido corrosivo, quest'ultimo è avvolto in panni assorbenti in fibra di vetro.

In futuro, si presume che i produttori equipaggeranno sempre più spesso le loro automobili con batterie EFB di serie, in quanto le tradizionali "batterie a liquido" sono sovente troppo deboli per le tecnologia Start Stop automatico e le batterie AGM sono alquanto care.

Riassunto

In una vettura con Start Stop automatico, la durata di vita di una "batteria a liquido" tradizionale è limitata. Se la batteria viene sistemata nella zona motore, soggetta a forte riscaldamento, la batteria EFG è quella che risponde meglio alle attese. Se invece la batteria si trova sotto il sedile o sotto il pianale dell'auto, per motivi di sicurezza è consigliabile procurarsi una batteria AGM, garantita conto la fuoriuscita di acido.

Consigli del TCS

- La durata di vita di una batteria supera i 5 anni. Limitarsi a tragitti brevi, una collocazione non ideale, per esempio vicino al calore sprigionato dal motore, può accorciare la longevità delle batterie. - Chi in inverno, durante la percorrenza di tratte brevi, fa uso frequente di ventilazione, luce, riscaldamento del parabrezza e degli specchietti laterali, oppure dei sedili e del volante, mette sotto pressione la batteria. Per questo è consigliabile ogni tanto viaggiare per almeno mezz'ora ininterrottamente al fine di ricaricare la batteria, affinché quest'ultima possa continuare a garantire prestazioni ottimali. - La grandezza della batteria viene determinata dal costruttore in fase di progettazione. In caso di sostituzione bisogna fare attenzione alla giusta dimensione. Il montaggio non andrebbe eseguito da profani, ma da professionisti. Se in caso di sostituzione della batteria, l'elettronica di bordo dovesse rimanere senza corrente, è probabile che l'antifurto dovrà essere di nuovo disattivato e, eventualmente, il codice di accesso alla radio immesso nuovamente. - Il prezzo della batteria si può calcolare tenendo conto della seguente regola di massima: leggere sulla vecchia batteria la capacità, per esempio 70 Ah. Se si moltiplicano CHF 4.- per Ah si giunge a un prezzo di CHF 280.- . Per una vecchia automobile senza Start Stop automatico una batteria a buon mercato è più che sufficiente. Anche per queste batterie valgono 2 anni di garanzia. - Batterie EFB e AGM sono, sulla base della lista dei prezzi stilata dai fabbricanti, più care rispettivamente del 40% e del 55% circa rispetto alle tradizionali "batterie a liquido". - I soci del TCS possono far controllare le loro batterie in un centro tecnico del TCS.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch

Le foto del TCS sono su Flickr -
www.flickr.com/photos/touring_club/collections.
I video del TCS sono su Youtube - www.youtube.com/tcs.

I risultati complessivi dell'analisi possono essere scaricati
all'indirizzo www.pressetcs.ch.



Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: