Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Nove Svizzeri su dieci si attengono allo "Stop prima della botta"

Vernier (ots) - Il bilancio della campagna di prevenzione stradale del TCS, dell'upi e delle polizie per l'inizio delle scuole, è molto positivo. La maggioranza degli Svizzeri, riconosce la campagna e la ritiene comprensibile e informativa; inoltre, lo slogan "Stop prima della botta, rallentare non basta!" è capito dalla popolazione. Il pattugliatore scolastico Playmobil adempie così il suo ruolo di mediatore tra bambini e adulti.

La campagna "La strada della scuola", lanciata l'8 agosto, mira a un obiettivo preciso: sensibilizzare gli automobilisti a fermarsi completamente in presenza di scolari che vogliono attraversare la strada a un passaggio pedonale. Tre mesi dopo, secondo le inchieste indipendenti di Demoscope e di Comtest, realizzate in ottobre su richiesta del Fondo di sicurezza stradale, il successo è completo.

Grazie a 13'000 cartelloni, 3'400 striscioni, 2'700 supporti magnetici e la distribuzione di 90'000 bloc-notes, la campagna è stata molto visibile. L'importante copertura mediatica evidenzia efficacemente l'importanza della sicurezza dei bambini alla ripresa delle scuole.

Un messaggio chiaro

Lo studio Demoscope riporta che l'87% delle persone interrogate afferma di conoscere la campagna e l'86% ha in mente il cartellone con lo slogan "Stop prima della botta, rallentare non basta!".

Il 96% degli intervistati comprende che il messaggio è rivolto agli automobilisti, mentre oltre il 70% della popolazione ha capito senza ombra di dubbio il messaggio principale della campagna: occorre fermarsi prima di un possibile scontro. L'obiettivo della campagna è dunque raggiunto.

Il Playmobil protegge i bambini

Lo spot della campagna - che propone una scena di vita quotidiana: una bambina sulla via che la porta a scuola in un universo Playmobil - è stato diffuso oltre 330 volte in televisione e visto finora più di 10'000 volte su YouTube. Al pari dei cartelloni, il video ha scosso le coscienze, associando il mondo del giocattolo e la cruda realtà degli incidenti dove sono coinvolti bambini che si recano a scuola. Secondo l'inchiesta, particolarmente apprezzata dalla popolazione è la figura del pattugliatore scolastico, quale simbolo della sicurezza per i bambini sulla strada della scuola, mentre gli automobilisti intervistati comprendono che sono i bambini a trasmettere il messaggio attraverso il Playmobil.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS
079 686 08 80
renato.gazzola@tcs.ch

Le foto del TCS sono su Flickr -
www.flickr.com/photos/touring_club/collections.
I video del TCS sono su Youtube - www.youtube.com/tcs.


Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: