Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Sicuri in inverno grazie ai consigli del TCS

Bern (ots) - Quando scendono le temperature e si abbassa il limite delle nevicate, aumentano le esigenze per i veicoli e i conducenti. Oltre ad adattare la velocità alle condizioni stradali, una corretta preparazione è fondamentale. Pneumatici invernali da ottobre a Pasqua e i consigli del TCS aiutano a superare la stagione fredda. Ora è anche giunto il momento di recarsi in uno dei 19 centri tecnici del TCS per eseguire un controllo invernale.

Chi affronta l'inverno viaggiando con le gomme estive si comporta in maniera irresponsabile e negligente. Le automobili dovrebbero essere equipaggiate con quattro pneumatici invernali prima che arrivi la neve. Se le gomme hanno i battistrada con profili di altezze diverse (differenza di oltre un millimetro), quelle migliori - indipendentemente dall'asse di trazione - vanno sempre montate sulle ruote posteriori (asse di guida). Importante: i pneumatici invernali devono avere un profilo di almeno quattro millimetri, altrimenti perdono la loro efficacia (spazio di frenata più breve, maggiore aderenza di trazione e migliore protezione contro l'aquaplaning). I veicoli fuoristrada sono sovente dotati di serie di pneumatici quattro stagioni. Tuttavia, sulla neve questi ultimi rappresentano soltanto una soluzione di compromesso. Di conseguenza, anche i veicoli 4x4 dovrebbero essere equipaggiati in inverno con pneumatici adeguati per questa stagione.

Frenare con gomme estive sulla neve: distanza raddoppiata

I pneumatici estivi sono assolutamente inadeguati alle basse temperature e alle condizioni invernali. Infatti, la mescola di queste gomme, è diversa da quella dei pneumatici invernali: s'indurisce rapidamente e quindi perde elasticità. Di conseguenza, la gomma non è in grado di fornire una confacente prestazione e, a causa dell'inadeguatezza del profilo, sulla neve la distanza di frenata si raddoppia. Per contro, buoni pneumatici invernali sono efficienti sia sul fondo stradale bagnato, sia innevato e, grazie al loro profilo, composto di fini lamelle, riescono a "ancorarsi" al fondo stradale in modo ottimale. La mescola della gomma è più morbida, quindi più idonea alle basse temperature e si adatta quindi meglio alla stagione fredda, garantendo una buona tenuta in caso di neve e pioggia.

Per legge non è obbligatorio equipaggiare un'automobile di pneumatici invernali. Ciononostante chi, a causa di pneumatici inappropriati, provoca o è corresponsabile di un incidente, secondo le circostanze può vedersi ridotte le prestazioni di copertura garantite dall'assicurazione e condannato al pagamento di una multa (a causa di grave negligenza, rispettivamente di uso di un veicolo non sicuro).

Pneumatici estivi in inverno

Il TCS consiglia non soltanto di montare tempestivamente i pneumatici invernali, ma anche di conservare le gomme estive correttamente per prolungare la durata di vita dei pneumatici estivi. Le gomme estive vanno conservate preferibilmente appese alla parete o accatastate sul pavimento e protette dalla luce. Oppure, le gomme si possono anche lasciare in custodia, a pagamento, presso un gommista o un garagista. Quest'ultimo, prima di immagazzinarle, le laverà, controllando i profili e l'eventuale presenza di danni ai cerchioni.

Sistemare i bagagli in modo sicuro

La corretta sistemazione dei bagagli può contribuire notevolmente alla sicurezza. I bagagli devono essere assicurati negli spazi preposti e caricati in modo da raggiungere al massimo l'altezza dello schienale posteriore. In caso di scontro, gli oggetti collocati inadeguatamente all'interno dell'abitacolo possono trasformarsi in pericolosi proiettili. Inoltre, oggetti solidi e pesanti, come scarponi da sci o valigie rigide, devono essere sistemati e assicurati nel portabagagli o nello spazio riservato ai piedi. Snowboard, sci e bastoni possono essere trasportati anche in un box installato sul tetto del veicolo. Nella guida, prestare attenzione al fatto che il box può influire sulla tenuta di strada dell'autovettura. Inoltre, occorre tenere in considerazione sia il peso totale del veicolo, sia il carico massimo sul tetto, sia l'altezza complessiva.

Pericoloso guidare con i vetri sporchi

Fari, catarifrangenti, vetri e retrovisori, conformemente all'ordinanza sulla circolazione (art.57, al. 2) vanno tenuti puliti. Il TCS consiglia di togliere il ghiaccio e la neve dall'auto servendosi di un solido raschietto con i bordi di plastica e di uno scopino da neve. Chi si mette in viaggio con vetri sporchi, pone in pericolo se stesso e gli altri utenti della strada, rischiando una multa. Funzionali e pratici sono anche i teli antigelo per il parabrezza, che consentono al mattino di risparmiare molto tempo prima di recarsi al lavoro.

In inverno, in forma col TCS

Chi vuole assicurarsi che il suo veicolo sia ben equipaggiato per l'inverno, può sottoporlo a un controllo invernale presso uno dei 19 centri tecnici del TCS. Mediante uno specifico test, sono controllati tutti gli elementi importanti per affrontare in tutta sicurezza i rigori invernali, in particolare: ruote, pneumatici, sospensioni, sterzo, motore, sistema di raffreddamento, tergicristalli, areazione, batteria, illuminazione e impianto elettrico. Inoltre, vanno consigliati i suggerimenti del TCS pubblicati il 22 settembre scorso. Ovviamente, gli esperti del TCS sono a disposizione anche per altre consulenze. Altre informazioni all'indirizzo www.tcs.ch

Naturalmente, non solo il veicolo, ma anche i piloti si devono preparare per affrontare adeguatamente le condizioni della stagione fredda. I corsi invernali di Test & Training TCS e di alcune Sezioni del TCS offrono la possibilità di conoscere il comportamento del proprio veicolo in condizioni reali sulla neve e sul ghiaccio. Il corso, della durata di un giorno, comprende un'introduzione sulla fisica e una serie di esercizi pratici di guida su pista preparata e sicura. Per altre informazioni visitare: www.test-e-trainingtcs.ch e www.tcs.ch

Altri consigli per la preparazione invernale

Liquidi: livello dell'olio, acqua per il raffreddamento e altri liquidi vanno controllati regolarmente ed essere a prova di congelamento.

Batteria: di regola, le batterie d'avviamento hanno una durata di vita di oltre cinque anni. Tuttavia, a causa del freddo invernale sono maggiormente sollecitate. Ove non si conoscesse esattamente l'età della batteria, quest'ultima va fatta controllare da un esperto.

Illuminazione: le varie componenti dell'impianto d'illuminazione dovrebbero essere controllate regolarmente circa la loro funzionalità, per esempio compiendo una breve ispezione attorno al veicolo con le luci di posizione e anabbaglianti accese.

Gomme delle porte/guarnizioni: portiere, ed elementi di quest'ultime gelati, come per esempio le serrature, possono essere trattati con appositi prodotti.

Impianto dei tergicristalli e spazzole: una chiara visibilità è ovviamente indispensabile anche in inverno. Di conseguenza, occorre dotarsi per tempo di prodotti per la pulizia dei vetri adeguati per questa stagione; controllare le spazzole dei tergicristalli e, se fosse il caso, sostituirle.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch

Le foto del TCS sono su Flickr -
www.flickr.com/photos/touring_club/collections.
I video del TCS sono su Youtube - www.youtube.com/tcs.



Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: