Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Il futuro del TCS è giallo!

Bern (ots) - Il futuro del più grande Club svizzero della mobilità è giallo! Con la sua nuova identità visiva, il TCS lancia il concetto di "marchio ombrello", esprimendo così la volontà d'espansione per il prossimo decennio.

Dalla fondazione, nel 1896, il TCS ha saputo adattare il proprio funzionamento per rispondere alle necessità dei suoi soci. Da associazione di ciclisti, il TCS è diventato l'organizzazione leader della mobilità in Svizzera. "Il Club intende proseguire la sua evoluzione, migliorando le prestazioni in numerosi settori, riunendo sotto l'ombrello TCS i prodotti e le prestazioni che lo hanno portato al successo", ha dichiarato Bruno Ehrler, direttore generale, in occasione della presentazione della nuova identità visiva. In quest'ottica, la nuova identità visiva segna una tappa fondamentale nella volontà d'espansione del TCS, basata su tre elementi di crescita.

Prima di tutto, la scelta del colore giallo simbolizza l'attaccamento del Club alla sua prima missione: l'assistenza. Conosciuti da tutti, i veicoli della Patrouille sfoggiano questo colore dal 1957. Adottando il giallo nella sua nuova identità visiva, il TCS esprime il proprio attaccamento alla sua missione principale, che intende estendere in futuro, sull'esempio dei club partner in Europa. Del resto, il primo bilancio in fatto di consulenza medica a distanza (ETI-Med) mostra che i soci apprezzano molto l'attività del TCS, quando quest'ultimo li accompagna dall'inizio fino alla soluzione del loro problema.

I valori presi in considerazione per promuovere le prestazioni del TCS si traducono nella volontà di sviluppare prestazioni di prossimità, direttamente accessibili ai soci. Grazie alla sua struttura federalista, il TCS può contare sull'impegno delle sue 24 sezioni (per la fornitura di prestazioni a livello regionale). È dunque nella prossimità con i soci che il TCS intende trovare un elemento di crescita importante per il futuro. Sia a livello delle sue infrastrutture che delle prestazioni, il TCS si avvicinerà alla base, per essere quotidianamente più presente in tutti i campi che riguardano la mobilità.

L'impegno del TCS in favore della sicurezza stradale ha contribuito al miglioramento delle condizioni della circolazione in Svizzera. Prendendo in considerazione tutte le componenti in grado di provocare incidenti, il TCS è riuscito a imporre in quest'ambito una visione progressista e volontaristica. Introducendo l'educazione stradale per i più piccoli, la formazione in due fasi e i corsi di perfezionamento per tutte le età, il TCS è diventato il solo attore in grado di offrire una formazione appropriata, dalla tenera età agli anziani. In futuro, il Club intende estendere ulteriormente la propria offerta di formazione, onde completare il suo programma d'introduzione e di perfezionamento alla guida.

Raggruppando i suoi vari prodotti sotto il marchio ombrello TCS, concetto sviluppato con l'impresa di consulenza Brand:Trust, il Club vuole migliorare la percezione di un'associazione che s'impegna con passione per i soci. Un impegno che si basa sulla professionalità, la competenza e l'indipendenza dei collaboratori. Un impegno contraddistinto anche da prestazioni fidate, disponibili ovunque in modo omogeneo e che forniscono soluzioni concrete in fatto di mobilità.

Da un punto di vista visivo, il nuovo marchio del TCS, elaborato in collaborazione con l'agenzia NOSE Design, verrà introdotto a tappe entro il 2013. Tutti i prodotti e prestazioni sono interessati da questa nuova identità visiva, che sarà applicata progressivamente su tutti i supporti di comunicazione e di marketing, nonché sugli immobili del TCS. Le centrali tecniche, i campeggi, i centri di formazione, i punti di contatto delle Sezioni adotteranno tutti una nuova veste e una presentazione uniforme, affinché i soci possano immediatamente identificare il loro Club.

Storia del marchio TCS Dal 1896, anno di fondazione del Club, il marchio del TCS ha subito varie evoluzioni grafiche, pur conservando la forma circolare e lo stemma svizzero. Agli inizi, i raggi di una ruota di bicicletta, ornati da una stella alpina, rendevano omaggio ai ciclisti fondatori, riunitisi per sviluppare in Svizzera il ciclo-turismo.

A partire dagli anni 30, con lo sviluppo del mercato dell'automobile e l'evoluzione delle abitudini in materia di mobilità individuale motorizzata, il Club diversifica le attività, diventando la principale organizzazione al servizio degli automobilisti. Questi cambiamenti hanno contribuito notevolmente a un mutamento del marchio più pronunciato: un volante si è gradualmente sostituito alla ruota di bicicletta e al simbolo delle Alpi svizzere, cedendo il posto alle tre lettere conosciute da tutti.

Il colore blu ha fatto capolino molti anni dopo. Il marchio sfoggia lentamente riflessi più metallici, inizialmente in 2D, quindi in 3D.

In occasione del centenario, ossia nel 1996, il tradizionale marchio del TCS è stato ammodernato, nel quadro dell'introduzione di un nuovo CD.

Nel 2011, il marchio assume un aspetto più moderno attraverso la messa in rilievo del cerchio metallico e a un trattamento più accurato della luce e dei colori. Associato a uno sfondo giallo su tutti i supporti del marchio, quest'ultimo è sinonimo di solidità e di modernità.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80, 
renato.gazzola@tcs.ch

Le foto del TCS sono su Flickr -
www.flickr.com/photos/touring_club/collections
I video del TCS sono su YouTube - www.youtube.com/tcs


Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: