Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Forte richiesta per la scheda di soccorso L'intera flotta del TCS equipaggiata con schede tecniche "salvavita"

Bern (ots) - La domanda di schede di soccorso è in costante crescita sin dal loro lancio nell'ottobre scorso. Non è solo il TCS, al pari di altre aziende, ad avere equipaggiato il proprio parco veicoli - oltre 450 vetture - con schede di soccorso, ma anche molti privati si sono procurati tale documento, scaricandolo dalla pagina Internet www.schedadisoccorso.ch. Dall'ottobre 2010, questo sito ha registrato globalmente oltre un milione di contatti, mentre sono stati ordinati - e in seguito consegnati - 385 mila autocollanti informativi.

In caso di gravi incidenti stradali, pochi secondi possono fare la differenza tra la vita e la morte, tra una rapida guarigione e un'invalidità permanente. Grazie alle informazioni contenute nella scheda di soccorso, gli occupanti intrappolati in un veicolo possono essere liberati più velocemente, migliorando nel contempo la pianificazione tecnica dell'intervento. Il TCS ha quindi deciso di dotare gli oltre 450 veicoli della sua flotta di una scheda di soccorso. Attualmente, sulle strade svizzere circolano 220 automobili degli "angeli gialli" munite di queste utili informazioni, custodite dietro il parasole del conduce. Anche le 53 vetture di Test & Training TCS, utilizzate tra l'altro per la formazione in due fasi, hanno a bordo la scheda di soccorso, compreso l'adesivo informativo. Oltre a ciò, schede tecniche "salvavita" si trovano sulle auto di servizio e i camion. In totale fanno circa 190 veicoli. In futuro, per ragioni di sicurezza stradale il TCS doterà di scheda di soccorso tutti i nuovi veicoli della sua flotta.

In occasione di varie manifestazioni, come per esempio il Salone dell'automobile di Ginevra di inizio anno, sono stati distribuiti contrassegni informativi. Globalmente, ne sono stati ordinati al TCS 385 mila, poi consegnati a privati e terzi.

L'offerta è migliorata, ma si può fare di più

Fin dal lancio in Svizzera, lo scorso ottobre, della scheda di soccorso a opera del TCS in collaborazione con la Federazione svizzera dei pompieri (FSP), l'offerta si è costantemente ampliata; per i vari modelli di auto sono ora disponibili le rispettive schede. Tuttavia, sussiste ancora un margine di miglioramento: ad esempio, dovrebbero essere offerte schede di salvataggio in varie lingue. Alcuni costruttori offrono schede di salvataggio solo per i modelli recenti. Simili documenti dovrebbero invece essere disponibili anche per i modelli più vecchi ancora presenti sul mercato. Oltre a ciò, per ogni nuova vettura dovrebbe essere sempre predisposta la corrispondente scheda tecnica. Ciò alla luce soprattutto dell'attuale diffusione - tendenza in crescita - di sistemi di propulsione alternativi, come le automobili elettriche, ibride, a gas liquido e naturale. Tali sistemi di trazione rappresentano infatti un ulteriore potenziale di pericolo per i soccorritori, dal momento che non sempre sono riconoscibili dall'esterno.

La scheda di soccorso - Un aiuto per i soccorritori

La scheda di soccorso ha un formato standard. In poche pagine - da una a tre - sono riassunti dati importanti per i soccorritori. Sono elencate informazioni riguardanti la posizione dei rinforzi della carrozzeria, dell'accumulatore di energia, degli airbag, del pretensionatore della cintura, del generatore a gas, della centralina di comando e di molto altro ancora. Anche per i modelli dotati di sistemi di propulsione alternativi - motori a gas, ibridi ed elettrici - sono disponibili in massima parte schede di soccorso con indicate le fonti di pericolo. Grazie a queste informazioni si riducono i pericoli per i soccorritori e gli attrezzi di salvataggio possono essere impiegati al meglio. In questo modo si accorcia il tempo dell'intervento e si salvano vite. Le schede di salvataggio possono essere stampate dopo essere state scaricate dal sito www.schedadisoccorso.ch. Affinché i soccorritori possano essere informati della presenza di una scheda di soccorso nel veicolo accidentato, dovrebbe essere incollato un bollo informativo sul deflettore posteriore, lato del conducente. Questo adesivo è ottenibile gratuitamente presso i punti di contatto e i centri tecnici del TCS oppure telefonando allo 0844 888 111. Il TCS consiglia di affrancare la scheda di soccorso del proprio modello di automobile sotto il parasole del conducente, non dimenticando di incollare il bollo informativo. Il TCS chiede la realizzazione di schede di soccorso per tutti i veicoli dotati almeno di un airbag.

Contatto:

Renato Gazzola, portavoce del TCS, 079 686 08 80,
renato.gazzola@tcs.ch

Le foto del TCS sono su Flickr
(www.flickr.com/photos/touring_club/collections).
I video del TCS sono su Youtube (www.youtube.com/tcs).



Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: