Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Il TCS collabora con la Kuoni e crea un nuovo centro di servizio alla clientela

    Bern (ots) - · Il TCS collabora con la Kuoni e insieme continuano lo sviluppo dell'offerta di "Viaggi TCS" · Il TCS investe nell'assistenza ai soci e crea un nuovo centro di servizio alla clientela · Il TCS chiude le agenzie; misure di sostegno sociale per i 150 posti di lavoro tagliati · Il risparmio sui costi ottenuto grazie a questa ristrutturazione sarà impiegato per l'ulteriore ampliamento delle prestazioni destinate ai soci

    Sulla base delle proposte della direzione, il consiglio di amministrazione del TCS ha varato ampie misure di ristrutturazione. Lo scopo di tali misure è ampliare le prestazioni destinate ai soci, ottimizare la reperibilità del TCS e aumentare l'offerta Viaggi per rispondere al meglio alle loro esigenze.

    Con la Kuoni, il TCS sancisce una collaborazione strategica. Dal primo di dicembre 2009, le attività viaggi del TCS saranno assunte da Kuoni Svizzera. La Kuoni acquisisce dieci agenzie di viaggi del TCS, proseguendone l'attività sotto il nome Kuoni. Il TCS e la Kuoni ampliano l'offerta di "Viaggi TCS" e distribuiscono questi prodotti in più di 100 agenzie di viaggi Kuoni. I soci TCS continueranno a ricevere offerte di viaggi fatte su misura. Circa 65-75 collaboratori Viaggi di cui 12 apprendisti del relativo settore del TCS saranno rilevati dalla Kuoni.

    Stefan Leser, CEO della Kuoni Svizzera: "Con l'acquisizione del settore viaggi del TCS, saremo in grado di offrire ai soci, in collaborazione con il TCS stesso, prodotti vacanze vantaggiosi e fatti su misura anche in futuro. Inoltre questi prodotti saranno disponibili nelle oltre 100 agenzie di viaggi Kuoni e Helvetic Tours. Contemporaneamente quest'operazione ci permette di ottimizzare la nostra rete di agenzie di viaggi."

    In futuro, i soci TCS troveranno in più di 100 agenzie di viaggi Kuoni le offerte speciali di Viaggi TCS, oltre all'universo della gamma viaggi Kuoni.

    Il TCS amplia il suo centralino emergenze trasformandolo in un centro di servizio alla clientela. Ciò permetterà ai clienti e ai soci di raggiungere il TCS 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 per ogni esigenza. A causa del mutato comportamento dei consumatori, i soci TCS richiedono sempre meno servizi nelle singole agenzie, preferendo contattare il TCS soprattutto per telefono o Internet. D'ora in poi, il Service Center risponderà a tutte le richieste di soci e clienti pervenute per telefono, in forma elettronica o per lettera. Il TCS è sin da ora raggiungibile 24 ore al giorno e 7 giorni su 7 al numero di telefono 0844 888 111.

    Le 24 agenzie non acquisite dalla Kuoni, che negli ultimi anni hanno registrato un forte calo delle frequenze, saranno chiuse entro la metà del 2010. Lo stretto contatto personale tra i soci e il TCS potrà continuare attraverso il soccorso stradale, i centri di sicurezza stradale, i centri tecnici, i campeggi e gli hotel TCS. La presenza locale nel settore viaggi sarà ampliata notevolmente mediante la collaborazione con la Kuoni.

    Il TCS fa il possibile per ridurre al minimo i licenziamenti e offre possibilità interne di impiego, per esempio anche nel nuovo centro di servizio alla clientela. Le misure di ristrutturazione interessano 200 collaboratori, ossia 150 posti di lavoro. I collaboratori interessati dalla ristrutturazione beneficiano di misure di sostegno. Inoltre, a tutti gli apprendisti sarà proposta una soluzione adeguata.

    Il consiglio di amministrazione del TCS, responsabile dell'alta sorveglianza sulla gestione del TCS, è convinto della necessità delle decisioni assunte al fine di promuovere lo sviluppo a lungo termine del TCS e aumentare i vantaggi per i soci.

    Il direttore generale del TCS, Bruno Ehrler, spiega: "Siamo spiacenti della riduzione dei posti di lavoro. Tuttavia, oggi poniamo le basi per un futuro di successo del TCS in un mercato che cambia. Le misure avviate si orientano alle esigenze dei soci e ci permettono di restare, anche in futuro, il leader in Svizzera per i servizi alla mobilità."

    Il presidente centrale del TCS, Niklaus Lundsgaard-Hansen, sottolinea: "Questo nuovo orientamento non pregiudica la struttura federalista del TCS, che rimane la base della nostra forza."

Contatto: Moreno Volpi, portavoce, 022 417 27 16, cellulare 078 707 71 28



Plus de communiques: Touring Club Schweiz/Suisse/Svizzero - TCS

Ces informations peuvent également vous intéresser: