Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

Il consigliere federale Deiss discute con i bioagricoltori dell'iniziativa sull'ingegneria genetica

Berna (ots) - Lunedí 17 ottobre 2005 a Uettligen (BE) il consigliere federale Deiss ha raccolto informazioni circa le richieste degli agricoltori che producono con metodi biologici. Il capo del Dipartimento federale dell'economia (DFE) ha affermato che la politica agraria 2011 (PA 2011) continuerà a garantire un'agricoltura ecologica. Il consigliere federale Deiss ha poi sottolineato la necessità di respingere l'iniziativa popolare "per alimenti prodotti senza manipolazioni genetiche". Con la legge sull'ingegneria genetica e l'ordinanza sulla coesistenza si intende permettere un'agricoltura biologica parallela ad un'agricoltura tradizionale. Con la legge sull'ingegneria genetica sono protetti anche i consumatori e l'ambiente. Già attualmente occorre sottomettere a lunghe procedure le domande di coltivazione di piante geneticamente modificate – la legge proibisce agli agricoltori la detenzione di animali geneticamente modificati. Simili piante sono autorizzate soltanto se è provata l'assenza di effetti negativi sull'essere umano, gli animali e l'ambiente. Esse non devono pregiudicare in alcun modo l'agricoltura biologica e la molteplicità delle specie. I prodotti geneticamente modificati devono essere contrassegnati, cosí da garantire la scelta del consumatore. Il consigliere federale Deiss ha poi spiegato che con la PA 2001 viene rinsaldato il promovimento di un'agricoltura biologica. I contributi ecologici completano in modo ragionevole il ricavato supplementare prodotto dal mercato e permettono un giusto indennizzo della maggiore spesa degli agricoltori biologici. Informazioni: Evelyn Kobelt, Servizio della comunicazione DFE, 079 301 71 72 Jürg Jordi, Servizio della comunicazione UFAG, Tel. 031 322 81 28

Ces informations peuvent également vous intéresser: