Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

EVD: Informazione dei consumatori: Avvio della procedura di consultazione

      Berna (ots) - Nella seduta del 29 giugno 2005, il Consiglio
federale ha deciso di avviare il 14 luglio la procedura di
consultazione per la revisione della legge sull'informazione dei
consumatori (LIC). Tra le novità, la LIC disciplina le prescrizioni
minime concernenti l'informazione sui beni e i servizi destinati ai
consumatori, prevede un diritto d'azione e di recesso nonché un
inasprimento delle sanzioni legali. Sono stati modificati inoltre il
Codice delle obbligazioni (CO) e la legge sulle derrate alimentari e
gli oggetti d'uso (LDerr). Si tratta della prima parte della
revisione della LIC; in autunno sarà la volta della seconda tranche,
dedicata alla sicurezza dei prodotti. Il progetto di revisione
parziale della LIC pone l'accento sull'informazione relativa ai beni
e ai servizi. Lo Stato disciplina ormai le prescrizioni minime
concernenti l'informazione sui beni e i servizi, che in passato
erano lasciate alla discrezione del fornitore. La regolamentazione
precisa le indicazioni che il fornitore deve dare, in particolare,
la sua identità, le caratteristiche essenziali del bene o del
servizio e il prezzo effettivo.

    Per prevenire violazioni dell'obbligo di informare, il progetto di legge prevede contro il fornitore un diritto d'azione da parte del consumatore, delle organizzazioni e, in determinati casi, anche della Confederazione. Tale diritto si basa sulla legge contro la concorrenza sleale. Inoltre, un diritto di recesso, sancito dal CO, permetterà al consumatore di rescindere il contratto concluso con il fornitore se quest'ultimo non avrà rispettato l'obbligo di informare. Quest'ultima modifica dovrà essere presentata al Parlamento entro la fine dell'anno conformemente agli obiettivi annuali della Confederazione. Infine, le sanzioni penali subiranno un inasprimento.

    Parallelamente alla LIC, il progetto di revisione prevede che saranno modificate anche altre disposizioni del Codice delle obbligazioni e della legge sulle derrate alimentari e gli oggetti d'uso. La revisione del CO disciplina per la prima volta in maniera globale le condizioni generali di un contratto e gli obblighi del fornitore in merito alla definizione, alla formulazione e all'integrazione nel contratto di dette condizioni. D'ora in poi queste disposizioni si applicheranno a tutti i contratti. Infine, nella LDerr il divieto d'inganno si estenderà agli oggetti d'uso (per esempio: giocattoli, materiali d'imballaggio e gioielli). Gli inganni sulla fabbricazione, sulla composizione e sulla qualità del prodotto saranno pertanto perseguibili penalmente.

    Infine, la concessione di sovvenzioni alle organizzazioni di difesa dei consumatori potrà essere legata ad alcune condizioni, in particolare alla conclusione di una convenzione di prestazioni.

    La procedura di consultazione per la revisione parziale della LIC decorre fino al 14 ottobre.

    La legge sull'informazione dei consumatori esige un'informazione che sia oggettiva, conforme al vero e facilmente comprensibile. Il suo fine è di rafforzare il ruolo del consumatore come partner economico, di incrementare la sua fiducia mediante una migliore informazione che favorisca, faciliti e orienti le sue scelte, nonché di accrescere, in ultima analisi, la trasparenza del mercato.

Informazioni: Monique Pichonnaz Oggier, direttrice dell'Ufficio federale del consumo, tel. 031 322 20 46  



Plus de communiques: Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: