Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

EVD: Ordinanza sullÂ’abbandono anticipato del contingentamento lattiero

      Berna (ots) - In data odierna il Consiglio federale ha deciso la
modifica di 13 ordinanze in materia agricola in vista della
concretizzazione della Politica agricola 07 e dellÂ’attuazione dei
tagli al preventivo. La principale novitĂ  riguarda la
regolamentazione dellÂ’abbandono anticipato del contingentamento
lattiero. LÂ’anno scorso il Parlamento ha deciso di smantellare il
contingentamento lattiero. Tale decisione è la conseguenza logica di
una politica lattiera incentrata sul mercato. Laddove possibile
occorre ridurre le distorsioni della produzione e dello smercio. Con
lÂ’ordinanza sullÂ’abbandono anticipato del contingentamento lattiero
(OACL) vengono create le disposizioni dÂ’esecuzione per lÂ’abbandono
anticipato, ovvero per il periodo di transizione tra il 1° maggio
2006 e la soppressione totale del contingentamento lattiero il 30
aprile 2009. In questo triennio coesisteranno due sistemi diversi di
provvedimenti tesi ad orientare la produzione. Grazie alle
disposizioni transitorie i produttori lattieri che opteranno per
lÂ’abbandono anticipato beneficeranno di costi alla produzione piĂą
bassi e di un maggior margine imprenditoriale. Durante i tre anni in
questione, tuttavia, saranno soggetti ad alcune restrizioni onde
evitare un aumento incontrollato dei quantitativi di latte. Possono
abbandonare il contingentamento lattiero i produttori membri di
unÂ’organizzazione di categoria, di unÂ’organizzazione di produttori o
di unÂ’organizzazione produttori-valorizzatori. Dal canto loro, le
organizzazioni devono adempiere le esigenze poste dallÂ’ordinanza. Le
restrizioni sono state fissate cosicché l’abbandono anticipato
rappresenti una vera e propria opportunitĂ  per tutti questi tipi di
organizzazione. Tuttavia ciascun produttore lattiero sceglie
liberamente se abbandonare il contingentamento lattiero; nessuno può
esservi costretto.

    Con la modifica dellÂ’ordinanza sul sostegno del prezzo del latte (OSL), inoltre, il Consiglio federale ha ridotto da 19 a 18 centesimi al chilogrammo il supplemento per il latte trasformato in formaggio al 1° maggio 2005. Con effetto alla stessa data, il DFE ha adeguato gli aiuti per i latticini al credito per il 2005, comprese le riduzioni previste dal programma di sgravio 03.

    Il Consiglio federale ha altresì ridotto di 3 franchi al quintale i prezzi soglia per i cereali da foraggio e di 1 franco al quintale quelli per gli alimenti proteici per animali, con effetto al 1° luglio 2005. I prezzi soglia sono determinanti per fissare i dazi. LÂ’aliquota di dazio applicata ai cereali panificabili importati nel quadro del contingente doganale viene ridotta di 3 franchi al quintale. Tale riduzione comporta un ribasso dei prezzi dei cereali panificabili e da foraggio, nonchĂ© dei prezzi di farina e alimenti per animali. In tal modo viene migliorata la competitivitĂ  della produzione animale ed inoltre le panetterie possono beneficiare di prezzi piĂą vantaggiosi delle materie prime. Sono da attendersi altre riduzioni di prezzo. Le richieste in merito ad una compensazione mediante i pagamenti diretti sono esaminate in relazione allÂ’introduzione di un premio per vacca lattiera che non incide sui costi.

    La nuova ordinanza sui contributi ai costi per lÂ’eliminazione dei rifiuti di origine animale entrerĂ  in vigore il 1° gennaio 2005. I detentori di animali, in futuro, riceveranno un contributo di 25 franchi per animale per ogni nascita o macellazione registrata nella banca dati sul traffico di animali (BDTA). Per gli ovini, i caprini ed i suini un contributo di 4.50 franchi verrĂ  versato al macello.

http://www.blw.admin.ch/news/01060/index.html?lang=it

Informazioni: Ufficio federale dellÂ’agricoltura, Divisione principale Produzione e affari internazionali, Jacques Chavaz, Direttore supplente, 031 322 25 02



Plus de communiques: Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: