Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

EVD: Rafforzamento delle misure d’accompagnamento

Berna (ots) - In data del 1o ottobre 2004 il Consiglio federale ha approvato il suo messaggio a sostegno d’un progetto di legge destinato a rafforzare il dispositivo di misure d’accompagnamento nell’ambito dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone, per poter disporre di misure ancora più efficaci nella lotta contro il dumping salariale e sociale. Di fronte all’apertura delle nostre frontiere alla manodopera come pure ai fornitori di prestazioni di servizio provenienti dall’UE, e in vista dell’estensione dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone, è indispensabile disporre di misure efficaci nella lotta contro il dumping salariale e sociale, che garantiscano la protezione necessaria salvaguardando al tempo stesso il vantaggio principale della piazza economica svizzera, la flessibilità del suo mercato del lavoro. Completate con le presenti proposte, le misure d’accompagnamento rispondono a questa duplice esigenza. In vista dell’estensione dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone ai dieci nuovi stati membri dell’UE e a causa delle importanti differenze in materia di salari e di condizioni di lavoro fra questi stati e la Svizzera, un gruppo di lavoro istituito dal DFE ha esaminato l’opportunità e l’eventuale delineamento di nuove misure d’accompagnamento e ha fatto proposte. Le misure proposte si fondano sulle constatazioni effettuate nell’ambito dell’istituzione delle strutture necessarie all’attuazione delle misure d’accompagnamento. Esse devono essere atte a permettere un’applicazione facilitata e più efficace delle misure d’accompagnamento. Oltre a qualche modifica destinata a rafforzare l’applicazione e l’esecuzione della legge sui lavoratori distaccati, come l’inasprimento delle sanzioni nei confronti dei datori di lavoro esteri, è prevista l’assunzione di ispettori cantonali, con un sostegno finanziario della Confederazione. Questi ispettori dovranno esser in numero sufficiente e dovranno effettuare i controlli decisi dalle commissioni tripartite e dalle autorità cantonali. Un’altra misura verte a favorire il conferimento del carattere obbligatorio generale ai contratti di lavoro collettivi qualora le commissioni tripartite scoprano dei casi di dumping sociale o salariale abusivo e ripetuto ai sensi della regolamentazione adottata nel 1999. Pure è prevista un’informazione scritta del lavoratore sugli elementi essenziali del contratto di lavoro. Informazioni: sig. Jean-Luc Nordmann, Direttore, Direzione del lavoro, seco, tel. 031 322 29 26 sig. Daniel Veuve, capo del settore Relazioni di lavoro, seco, tel. 031 322 29 31

Ces informations peuvent également vous intéresser: