Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

Documenti d'identità per marinai

Berna (ots) - L'8 settembre 2004, il Consiglio federale ha approvato il rapporto sulla convenzione in materia di documenti d'identità per marinai, adottata nel 2003 dalla Conferenza internazionale del lavoro (CIL) durante la sua 91a sessione. Il rapporto giunge alla conclusione che la convenzione non sia compatibile con il diritto positivo svizzero e che la Svizzera non possa quindi ratificarla. La convenzione dell'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) in materia di documenti d'identità per marinai stabilisce un sistema d'identificazione rigoroso al fine di combattere in maniera più efficace il terrorismo, di garantire ai marinai la libertà di circolazione necessaria al loro benessere e alle loro attività e di preservare quindi la libertà del commercio internazionale. Il rapporto del Consiglio federale giunge alla conclusione che la suddetta convenzione non possa essere ratificata perché comporterebbe: una revisione significativa della legge federale sulla navigazione marittima sotto bandiera svizzera la realizzazione di una banca dati complessa e costosa a beneficio di soltanto una decina di marinai svizzeri Il rapporto sarà presentato alle Camere federali nel 2005 perché ne possano prendere atto. La commissione federale tripartita inerente alle attività dell'OIL (la commissione consultiva extraparlamentare che raggruppa rappresentanti dell'Amministrazione federale e partner sociali) è già stata consultata e ha approvato il rapporto. Informazioni: Reto Dürler DFAE Ufficio svizzero della navigazione marittimatel. +41 (0)31 322 30 69 Seco Affari internazionali del lavoro tel. +41 (0)31 322 28 65

Ces informations peuvent également vous intéresser: