Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

EVD: Estensione dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone
Misure accompagnatorie
Avvio della procedura di consultazione

Berna (ots) - Il Consiglio federale ha autorizzato il Dipartimento federale dell’economia ad avviare una procedura di consultazione sul pacchetto di misure elaborato da un gruppo di lavoro guidato da Jean- Luc Nordmann, responsabile della Direzione del Lavoro, e finalizzato a rafforzare il dispositivo delle misure accompagnatorie In occasione dell’estensione dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone ai dieci nuovi membri dell’Unione europea, le organizzazioni sindacali hanno avanzato una serie di rivendicazioni volte all’adozione di nuove misure di accompagnamento. Tali rivendicazioni sono motivate dalle differenze molto rilevanti che si riscontrano in materia di salario e di condizioni di lavoro tra questi stati rispetto ai quindici paesi dell’Unione europea e in maniera più accentuata rispetto alla Svizzera. In ottobre 2003, su mandato del capo del Dipartimento dell’economia, il Segretariato di Stato dell’economia (Seco) ha costituito un gruppo di lavoro con le parti sociali, al fine di esaminare l’opportunità ed eventualmente le linee guida di tali misure. Nel corso dei lavori il gruppo ha esaminato tutte le proposte avanzate dai sindacati. Ha preso inoltre in esame le constatazioni dei Cantoni e delle parti sociali nell’ambito dei lavori finalizzati all’applicazione delle misure collaterali adottate nel 1999, entrate parzialmente in vigore nel 2003 e a tutti gli effetti il 1° giugno 2004. Il gruppo di lavoro è stato indotto a constatare che non era necessario prevedere nuove misure, dal momento che quelle adottate nel 1999 erano generalmente considerate valide. Tuttavia ha ritenuto che rimanevano aperte certe questioni relative all’applicazione e all’esecuzione delle misure. Le misure proposte mirano infatti a perfezionare i meccanismi istituiti cinque anni fa e a creare certi strumenti necessari al lavoro quotidiano degli organi preposti all’esecuzione delle misure collaterali. Oltre ad alcune modifiche destinate a rafforzare l’applicazione e l’esecuzione della legge sui lavoratori distaccati, è previsto l’impiego di ispettori cantonali, previo sostegno finanziario della Confederazione. Questi ispettori dovranno essere in numero sufficiente e il loro compito consisterà nel procedere ai controlli stabiliti dalle commissioni tripartite e dalle autorità cantonali. Un’altra misura mira a favorire l’estensione del campo d’applicazione dei contratti collettivi di lavoro, dopo che le commissioni tripartite avranno aggiornato le situazioni di dumping salariale abusivo e ripetuto sulla base delle regole adottate nel 1999. Si propone inoltre di informare per iscritto i lavoratori sui punti essenziali del contratto di lavoro. I lavori del gruppo si sono svolti in un clima costruttivo e il risultato esposto è l’espressione di un compromesso di massima tra le parti sociali. Informazioni: Jean-Luc Nordmann, Seco, Direzione del lavoro, responsabile tel. 031 322 29 09 e Daniel Veuve tel. 031 322 29 31

Ces informations peuvent également vous intéresser: