Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

EVD: Accordo di libero scambio Svizzera-UE : Accordo sulle merci comunitarie riesportate dalla Svizzera

      Berna (ots) - A livello dei negoziatori, vale a dire il direttore
del Seco e il direttore generale UE della fiscalità e dell'unione
doganale, la Svizzera e l'UE hanno trovato una soluzione per la
riesportazione delle merci comunitarie da parte del nostro Paese.
Essa permetterà di continuare la riesportazione in franchigia
doganale di merci industriali comunitarie dalla Svizzera nell’UE. Si
è giunti a questa soluzione sulla base dell'Accordo di libero
scambio CH/CEE del 1972 (ALS). Il Seco e la direzione generale
europea della fiscalità e dell'unione doganale sono convenuti sul
fatto che le disposizioni specifiche dell'ALS consentono
l'importazione delle merci in franchigia doganale, a prescindere che
i prodotti provengano dall'UE oppure dalla Svizzera. Questo accordo
verrà formalizzato prima della fine di maggio, presumibilmente in
occasione del vertice Svizzera-UE in programma.

    L'UE intendeva inizialmente revocare dal 1° marzo 2004 l'esenzione doganale applicata da trent'anni sulle merci dell'UE che vengono riesportate nell'UE da tutti i partner di libero scambio (inclusa la Svizzera) senza che abbiano subito modifiche al loro stato originale. La Svizzera poteva ottenere lo slittamento dell'entrata in vigore di questa misura al 1° giugno 2004. Dopo varie trattative la Svizzera e l'UE hanno concordato di continuare in maniera definitiva lo status quo, vale a dire l'esenzione doganale, anche per la riesportazione dei prodotti industriali provenienti dalle due parti.

Informazioni: Rita Baldegger, capo dell’informazione seco, tel. 031 323 37 90

Urs Jaun, seco, Circolazione internazionale delle merci, tel. 031 323 11 22  



Plus de communiques: Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: