Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

Disdetta di accordi di libero scambio nel contesto dell'ampliamento dell'UE; Accordi di libero scambio e sui prodotti agricoli con il Cile

Berna (ots) - In rapporto all'adesione all'UE da parte di Estonia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Slovacchia, Slovenia e Repubblica Ceca, il Consiglio federale ha approvato il 28 aprile 2004 le modifiche che annullano le preferenze doganali contrattuali che vincolano la Svizzera nei confronti di questi paesi, con effetto al 30 aprile 2004. Gli accordi preferenziali conclusi con gli Stati dell'Europa centrale e orientale sopraccitati sono stati rescissi per la medesima data. A partire dal 1° maggio 2004 ai prodotti provenienti dai nuovi Stati membri dell'UE verranno applicate le stesse tariffe valevoli per gli altri paesi dell'UE. Durante la sessione invernale 2003 le Camere federali hanno approvato l'Accordo di libero scambio degli Stati dell'AELS con il Cile e l'Accordo bilaterale sui prodotti agricoli tra la Svizzera e il Cile. In base a questo decreto il Consiglio federale ha deciso di mettere in vigore tali accordi non appena in Cile sarà terminato il processo di ratificazione (già in corso). Questi accordi dovrebbero entrare in vigore nell'estate di quest'anno. Informazioni: Urs Jaun, seco, Circolazione internazionale delle merci e politica in materia d'origine, tel. 031 323 11 22 Stefan Moser, seco, Circolazione internazionale delle merci e politica in materia d'origine, tel. 031 322 24 09

Ces informations peuvent également vous intéresser: