Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

EVD: Adottato il messaggio concernente la revisione parziale della legge sulle scuole universitarie professionali

      Berna (ots) - Il Consiglio federale ha trasmesso oggi al Parlamento
il messaggio e il disegno di revisione parziale della legge sulle
scuole universitarie professionali. Obiettivi precipui della
revisione sono l'integrazione dei settori sanitario, sociale e
artistico nel sistema nazionale delle scuole universitarie
professionali (SUP) nonché l'introduzione presso le SUP di un
modello formativo a due livelli (bachelor e master) conformemente
alla Dichiarazione di Bologna. La revisione si prefigge altresì di
migliorare la collaborazione fra la Confederazione e i Cantoni, di
rafforzare l'autonomia delle scuole universitarie professionali e di
spianare la strada all'integrazione delle scuole universitarie
professionali nel panorama universitario svizzero. Le professioni
dei settori sanitario, sociale e artistico (SSA) verranno trasferite
nella sfera di competenza della Confederazione che si occuperà di
disciplinarle come già avviene per la formazione professionale. In
questo modo vigeranno in futuro per l'intero settore delle scuole
universitarie professionali condizioni quadro unitarie. Altro
importante punto della revisione è l'introduzione presso le SUP di
una formazione a due livelli che permetta di conseguire bachelor o
master. Questa riforma dovrebbe incrementare la competitività degli
istituti di formazione e permettere agli studenti di acquisire
qualifiche riconosciute sia a livello nazionale che internazionale.
Il rafforzamento dell'intero sistema costituisce un passo importante
verso l'integrazione delle scuole universitarie professionali nel
paesaggio universitario svizzero come anche nella prevista normativa
quadro sulle scuole universitarie.

    In futuro, le scuole universitarie professionali dovranno essere accreditate secondo standard usuali sul piano internazionale. La revisione realizza inoltre le basi per un sistema di accreditamento e di assicurazione della qualità e per una migliore ripartizione dei compiti fra Confederazione e Cantoni. Per quanto riguarda l'impostazione dell'offerta dei cicli di studio, va creata un base giuridica che obblighi la Confederazione e i Cantoni a stabilire principi che regolino l'offerta di studi di diploma, in particolare nel settore dei master. Contemporaneamente le scuole universitarie professionali godranno di maggiore autonomia nell'impostazione dei cicli di studio.

    Nei prossimi quattro anni si prevede di sostenere l'integrazione dei settori SSA nella sfera di competenza della Confederazione con contributi annui di 20 milioni di franchi. I Cantoni, dal canto loro, si sono detti disposti a cofinanziare la revisione parziale fino alla fine del 2007, malgrado il modico sostegno finanziario della Confederazione alle formazioni SSA. Obiettivo dichiarato della Confederazione è quello di attuare a partire dal 2008 un sistema che consenta a tutti i settori specializzati di beneficiare di sussidi alle stesse condizioni.

    L'entrata in vigore della riveduta legge federale sulle scuole universitarie professionali è prevista per il 1° gennaio 2005.

Informazioni: www.bbt.admin.ch (Scuole universitarie professionali / Progetti/Dossier / Revisione parziale LSUP)

Informazioni: Christophe Hans, portavoce del DFE, tel. 031 322 39 60

Helen Stotzer, Comunicazione, Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT), tel. 031 322 83 63  



Plus de communiques: Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: