Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

EVD: Via libera alla revisione parziale della legge sulle scuole universitarie professionali

      Berna (ots) - Il Consiglio federale intende proseguire, alla luce
dei colloqui del DFE con la CDPE, la revisione parziale della legge
sulle scuole universitarie professionali. La revisione comporta in
particolare il trasferimento dei settori salute, socialità, arte –
oggi disciplinati sul piano cantonale - alla competenza normativa
della Confederazione nonché l’introduzione della formazione a due
livelli con cicli di studio bachelor / master nelle scuole
universitarie professionali. Il Consiglio federale ha incaricato il
DFE di rielaborare il progetto di revisione della legge e di
redigere entro la fine del 2003 un messaggio da sottoporre al
Parlamento. Nella sua seduta di mercoledì, il Consiglio federale ha
stabilito l’impostazione del messaggio dopo aver preso atto dei
colloqui del Dipartimento federale dell’economia (DFE) con la
Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica
educazione (CDPE).

    I punti nodali della revisione parziale della LSUP sono costituiti dall’estensione del campo d’applicazione ai settori salute, socialità e arte (SSA) – oggi disciplinati dalle legislazioni cantonali - e dall’introduzione dei cicli di studio a due livelli (bachelor e master). Importanza primaria è attribuita, da un lato, al rafforzamento dell’intero sistema delle scuole universitarie professionali attraverso l’integrazione dei nuovi settori. Dall’altro, la revisione è intesa ad aumentare la compatibilità e la competitività dei diplomi sul piano nazionale e internazionale attraverso l’attuazione della Dichiarazione di Bologna. Si punta in particolare a far sì che a partire dal 2008 gli indirizzi SSA siano equiparati, dal punto di vista del diritto ai sussidi, ai settori tecnica, economia e arti applicate. Entro il 2007 le scuole universitarie professionali dovranno poter disporre, nell’ambito dei crediti del programma quadriennale per l’educazione, la ricerca e la tecnologia (Messaggio ERT 2004 – 2007), di un importo annuo di 20 milioni di franchi.

    Altri obiettivi della revisione sono il rafforzamento del sistema duale (condizioni professionali e scolastiche) per l’ammissione a una SUP e la creazione delle basi per un sistema d’accreditamento e di garanzia della qualità. Attraverso modifiche puntuali si intendono inoltre rafforzare l’autonomia degli organi responsabili e la collaborazione tra la Confederazione e i Cantoni in un’ottica di federalismo cooperativo.

    Le posizioni dei Cantoni – soprattutto in vista dell’integrazione dei settori SSA nella LSUP – saranno tenute in considerazione nella rielaborazione del progetto di legge e nella redazione del messaggio, mentre la CDPE sarà coinvolta nei lavori di revisione. Nell’ambito della consultazione sul progetto di legge, la stragrande maggioranza dei Cantoni si era pronunciata a sfavore della revisione parziale della LSUP anche perché i sussidi federali per i settori SSA erano ritenuti esigui se comparati a quelli per gli altri settori.

    Il messaggio dovrebbe essere sottoposto all’approvazione del Consiglio federale già nel dicembre 2003.

Informazioni: www.bbt.admin.ch (Scuole universitarie professionali / Progetti / Dossier / Revisione LSUP)

Informazioni: Christophe Hans, portavoce DFE, tel. 031 322 39 60

Helen Stotzer, Comunicazione Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT), tel. 031 322 83 63  



Plus de communiques: Eidg. Volkswirtschaftsdepartement (EVD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: