Eidg. Finanz Departement (EFD)

Introduzione della procedura di notifica internazionale per l'imposta preventiva

      Berna (ots) - 22 dic 2004 (DFF) Nell’ambito dell'imposta preventiva
le filiali svizzere possono ricorrere dal 1° gennaio 2005 alla
procedura di notifica per i dividendi versati alla loro società
madre situata all'estero. Finora la procedura di notifica era
applicabile soltanto all'interno di un gruppo svizzero. Questa nuova
misura elimina i flussi di pagamenti legati all'imposta preventiva e
migliora l'attrattiva della Svizzera quale luogo d'insediamento
delle imprese. In data odierna il Consiglio federale ha emanato la
pertinente ordinanza e apportato una modifica alle ordinanze
concernenti le convenzioni di doppia imposizione con la Germania e
con gli Stati Uniti.

    Dal 22 novembre 2000 la Svizzera applica la procedura di notifica per i dividendi in contanti versati all'interno di un gruppo svizzero. In questo caso, l'ordinaria procedura di riscossione e di rimborso dell'imposta preventiva è sostituita da uno sgravio alla fonte, evitando così inutili transazioni di denaro tra le filiali svizzere e le società madri anch'esse domiciliate in Svizzera.

    Per i versamenti transfrontalieri di dividendi, lo sgravio alla fonte in seno a un gruppo è attualmente possibile soltanto nelle relazioni con la Germania e con gli Stati Uniti. Negli altri casi, la filiale svizzera deve versare all'Amministrazione federale delle contribuzioni l'imposta preventiva per la quale la società madre può, sulla base della rispettiva convenzione di doppia imposizione (CDI), presentare un'istanza in cui chiede il rimborso totale o parziale.

    Il Consiglio federale ha ora deciso di introdurre, il 1° gennaio 2005, a livello generale, la procedura di notifica per i dividendi anche all'interno di gruppi con relazioni commerciali internazionali. Questa decisione permette di applicare una procedura uniforme per tutti i Paesi. A tale scopo il Consiglio federale ha emanato una nuova ordinanza. Inoltre, ha adeguato le vigenti ordinanze concernenti le CDI con la Germania e con gli Stati Uniti.

    Grazie alla procedura di notifica viene sottratto meno denaro all'economia. Infatti, in futuro i dividendi potranno essere versati al lordo, ossia senza la deduzione dell'imposta preventiva. Inoltre, la soppressione della riscossione e del rimborso provoca minori flussi di pagamenti e quindi un minore onere amministrativo per l'economia e per l'Amministrazione. Viene così migliorata l'attrattiva della Svizzera quale luogo di insediamento delle imprese.

    L'introduzione della procedura di notifica internazionale non comporta un minore gettito per la Confederazione. La diminuzione delle entrate a titolo di imposta preventiva dovuta a questo sistema è infatti compensata con una rispettiva riduzione dei rimborsi della stessa imposta preventiva.

Informazioni per i giornalisti: Sulla procedura di notifica in generale: Urs Jendly, Amm. federale delle contribuzioni, tel. 031 322 73 35 Sulle ordinanze concernenti le CDI: Andreas Kolb, Amm. federale delle contribuzioni, tel. 031 322 71 57

Dipartimento federale delle finanze DFF Comunicazione CH-3003 Berna http://www.dff.admin.ch



Plus de communiques: Eidg. Finanz Departement (EFD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: