Eidg. Finanz Departement (EFD)

EFD: Concluso con successo il programma NOVE-IT

      Berna (ots) - 25 feb 2004 (DFF) NOVE-IT, il programma per la
riorganizzazione dell'informatica nell'Amministrazione federale, è
stato concluso alla fine del 2003 dopo cinque anni di lavori. Sulla
base delle prime valutazioni, si può affermare che gli obiettivi
sono stati ampiamente raggiunti. Nel quadro di una manifestazione di
chiusura, tenutasi in data odierna presso il Kultur-Casino a Berna
per tutti i partecipanti al programma, si è voluto dare un segno
visibile della conclusione di NOVE-IT e nel contempo segnare l'avvio
di nuovi processi a favore di un settore dell'informatica efficiente
in seno all'Amministrazione dopo l'era NOVE-IT. In questo contesto,
il Consigliere federale Hans-Rudolf Merz ha auspicato che si
intraprendano anche altri progetti ad alto rischio come NOVE-IT e si
persegua in tal modo l'obiettivo di realizzare un elevato profitto
accettando gli inevitabili errori.

    NOVE-IT è un vasto programma per la riorganizzazione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) in seno all'Amministrazione federale, avviato nel 1997 e concluso alla fine del 2003. L'obiettivo era di incrementare l'efficienza del 23 per cento e rendere disponibili in tal modo risorse finanziarie pari a circa 130 milioni di franchi all'anno per l'adempimento di nuovi compiti attraverso le TIC. Nel contempo si è puntato anche ad una maggiore flessibilità per consentire l'adeguamento alle nuove esigenze, a una migliore qualità e sicurezza. Il primo obiettivo è stato raggiunto pienamente mentre gli altri sono stati realizzati in gran parte. Questo è quanto è emerso dalla valutazione dei risultati, condotta alla fine del 2003 dai dipartimenti e dalla direzione del progetto in seno all'Organo strategia informatica della Confederazione (OSIC). Essa sarà esaminata e completata entro l'autunno del 2004 nell'ambito di un'analisi indipendente, effettuata da ditte esterne e da un istituto universitario.

    I risultati sono stati raggiunti grazie all'attuazione delle seguenti misure.

    - In seguito alla separazione tra fornitori e beneficiari di prestazioni TIC e gestione strategica si svolgono unicamente le attività che le unità amministrative ordinano sulla base dei propri compiti. Prima del programma NOVE-IT, i relativi servizi dell'informatica determinavano in misura preponderante l'orientamento e lo sviluppo delle TIC.

    - Il numero dei fornitori di prestazioni è stato ridotto da 75 a 6, ossia ad al massimo uno per dipartimento. L'Ufficio federale dell'informatica e della telecomunicazione (UFIT) fornisce prestazioni che sono richieste in egual misura in tutta l'Amministrazione federale (prestazioni trasversali).

    - L'infrastruttura delle TIC è stata armonizzata ed è ora integrata in un modello di architettura di livello superiore.

    - L'applicazione di standard rigorosi e la concentrazione su uno o pochi prodotti a sostegno dell'adempimento di compiti equivalenti consentono di sostituire una quantità imprecisata di hardware e software.

    - Sono stati definiti nove processi informatici, in base a cui tutte le attività dalla fornitura all'acquisizione delle prestazioni sono svolte allo stesso modo in seno all'Amministrazione federale. A tal fine, si sono sviluppati e perfezionati strumenti importanti per lo svolgimento dei processi, tra cui lo strumento per la gestione dei processi HERMES, riconosciuto anche al di fuori dell'Amministrazione federale, e quello per il controlling informatico.

    - È stato allestito un conto delle prestazioni e dei costi; dal 2005 sarà garantita per la prima volta la trasparenza dei costi delle TIC. Ciò costituisce anche la premessa per la fatturazione delle prestazioni, che sarà testata dapprima per le TIC e presumibilmente dal 2007, nel quadro del nuovo modello contabile, sarà applicata anche in altri settori.

    Nell'ambito del progetto NOVE-IT, il Parlamento aveva approvato nel 2000 un credito quadro di 200 milioni di franchi per gli investimenti e il supporto. Tale somma è stata interamente utilizzata a eccezione di un milione di franchi circa. Del credito di impegno di 30 milioni di franchi per l'attuazione di misure a livello di personale, ne è stata spesa unicamente la metà. Solo in pochi casi si è dovuto ricorrere al piano sociale; l'incremento dei compiti nel settore TIC ha consentito di compensare una parte dei circa 300 posti da sopprimere, i collaboratori hanno mostrato la necessaria flessibilità ad accettare nuovi posti di lavoro e alcuni collaboratori hanno trovato un impiego presso altre aziende sfruttando una situazione di mercato a suo tempo ancora molto favorevole per gli informatici. Nel complesso, la redditività degli investimenti (Return on Investment) di 215 milioni di franchi è stata raggiunta già alla fine del 2003.

    Nel suo discorso, il Consigliere federale Hans-Rudolf Merz ha rivolto i propri ringraziamenti a tutte le persone dell'Amministrazione federale coinvolte nel progetto e alle ditte di supporto. Egli ha espresso grande soddisfazione per lo svolgimento e il successo del programma senza tuttavia nascondere gli errori che si sono commessi. Hans-Rudolf Merz ha auspicato che nell'Amministrazione federale si intraprendano anche altri progetti ad elevato rischio e quindi con elevate opportunità di profitto e non ci si preoccupi unicamente di non commettere errori.

    Egli ha aggiunto che la manifestazione di chiusura non deve essere solo l'occasione per tracciare una retrospettiva sugli elementi soddisfacenti e critici, ma deve segnare anche l'inizio per lo sviluppo ulteriore, in seno all'Amministrazione, di un settore dell'informatica moderno ed efficiente.

    Informazioni per i giornalisti:

Jürg Römer, strategia informatica della Confederazione, tel. 031 325 98 98, cellulare 079 277 37 65

Dipartimento federale delle finanze DFF Comunicazione CH-3003 Berna http://www.dff.admin.ch



Plus de communiques: Eidg. Finanz Departement (EFD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: