DEZA

Inondazioni in Asia L'Aiuto umanitario della Confederazione stanzia 450'000 franchi per un intervento immediato

    Berna (ots) - Berna, 29 luglio 2004

    La DSC ha stanziato 450 000 franchi per le vittime delle inondazioni che hanno colpito Bangladesh e Tagikistan. L’importo è destinato a finanziare misure d’intervento urgenti. Anche gli uffici della cooperazione svizzera in India e in Nepal seguono con attenzione l’evolvere della situazione in loco.

    Principale beneficiario dell’intervento è il Bangladesh, dove in seguito a piogge di inconsueta intensità oltre la metà dei territori di pianura risulta oggi sommersa. L’Aiuto umanitario della Confederazione fornisce sostegno a ONG locali e alla Federazione internazionale della Croce Rossa, che ha provveduto al lancio di un appello internazionale. L’Ufficio della cooperazione della DSC a Dhaka è temporaneamente potenziato dalla presenza di un esperto dell’Aiuto umanitario. Un ulteriore esperto svizzero è membro della Missione ONU in Bangladesh che nei prossimi giorni provvederà a stilare, sul posto, un’analisi dei catastrofici avvenimenti.

    Una parte delle misure d’intervento immediato è destinata al Tagikistan, dove si sono verificate gravi inondazioni e frane. L’Ufficio della cooperazione della DSC a Dusanbe è attualmente intento a stabilire le necessità più impellenti con il sostegno delle autorità e dei partner locali. In India e Nepal, a loro volta pesantemente colpiti dalle catastrofiche inondazioni, i locali Uffici della cooperazione svizzera sorvegliano e analizzano con la massima vigilanza l’evolvere della situazione.

DIREZIONE DELLO SVILUPPO E DELLA COOPERAZIONE DSC Media e comunicazione

Per ulteriori informazioni: Thomas Jenatsch, addetto stampa DSC, 031 325 91 26 o 079 300 48 63



Ces informations peuvent également vous intéresser: