DEZA

DEZA: Terremoto in Marocco Due esperti svizzeri sul luogo del sisma

    Berna (ots) - Berna, 25 febbraio 2004

    Un esperto dellÂ’Aiuto Umanitario della DSC ed un altro della Croce Rossa Svizzera si recano nella zona sinistrata per valutare le necessitĂ .

    La Svizzera invia una piccola squadra di ricognizione nella regione di Al Hoceima, colpita da un violento terremoto nella notte tra lunedì e martedì. Uno specialista dellÂ’Aiuto Umanitario della DSC ed un esperto della Croce Rossa Svizzera voleranno oggi mercoledì alla volta del Marocco e saranno operativi sin da giovedì. Questa volta lo scopo della missione non è il salvataggio, ma l'aiuto d'urgenza ai sopravissuti della catastrofe.

    In stretta collaborazione con lÂ’Ambasciata Svizzera nel Marocco, i due esperti devono valutare i bisogni delle popolazioni vittime del sisma. Visiteranno i villaggi piĂą duramente colpiti e dovrebbero rimanere sul posto un paio di giorni. Sulla base della loro valutazione, la Svizzera sarĂ  in grado di realizzare un programma d'assistenza, valorizzando al massimo le risorse disponibili sul posto. In caso di bisogno, non è escluso l'invio di materiale di soccorso, nonchĂ© un'assistenza finanziaria.

    Le attivitĂ  si svolgeranno dÂ’intesa con le autoritĂ  marocchine, la Mezzaluna Rossa marocchina, la Federazione Internazionale delle SocietĂ  della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa e lÂ’Ufficio di Coordinazione per gli Affari Umanitari dell'ONU (OCHA).

    Tramite la sua ambasciata a Rabat, la Svizzera aveva proposto il suo aiuto alle vittime del sisma giĂ  nelle prime ore di martedì mattina. In un primo momento, il Governo Marocchino aveva però comunicato che non riteneva necessario ricorrere agli aiuti internazionali. Soltanto nella notte tra martedì e mercoledì, il Marocco ha chiesto lo spiegamento degli aiuti. LÂ’Aiuto Umanitario della Confederazione ha immediatamente deciso di rispondere favorevolmente alla richiesta.

DIREZIONE DELLO SVILUPPO E DELLA COOPERAZIONE (DSC) Media e Comunicazione

Per maggiori informazioni: Jean-Philippe Jutzi, portavoce della DSC, tel. 031 324 91 68 o 079 292 08 49, e-mail: jean- philippe.jutzi@deza.admin.ch



Plus de communiques: DEZA

Ces informations peuvent également vous intéresser: