Eidg. Departement für Umwelt, Verkehr, Energie und Kommunikation (UVEK)

UVEK: San Gottardo: sicurezza garantita anche con i mezzi pesanti in transito nei due sensi di marcia

      Berna (ots) - I lavori per migliorare la sicurezza del traffico
stradale transalpino procedono nei tempi previsti. Dopo l'adozione,
nella galleria del San Gottardo, di diverse misure per ottimizzare
il sistema di aerazione, il sistema di dosaggio attuale può ora
essere sostituito con il sistema "a contagocce". I miglioramenti
realizzati consentono di ripristinare un transito dosato nei due
sensi di marcia. Per non penalizzare l'economia della Svizzera
meridionale, saranno inoltre introdotte alcune agevolazioni per una
parte del traffico pesante. Prima di procedere all'introduzione del
nuovo regime, prevista per la fine di settembre/l'inizio di ottobre,
devono essere modificate le ordinanze in materia.

    La condizione per l'adeguamento del sistema di dosaggio è il mantenimento almeno dello standard di sicurezza attuale nella galleria del San Gottardo. L'introduzione del sistema a contagocce renderà più fluido il traffico sull'asse del San Gottardo e assicurerà il mantenimento della distanza di sicurezza fra gli autocarri. Questi miglioramenti e il potenziamento del sistema di aerazione compensano il rischio di collisione dato dalla reintroduzione del doppio senso di marcia.

    Nel sistema a contagocce, i mezzi pesanti vengono fatti partire uno a uno. Il numero dei camion che potranno attraversare la galleria del San Gottardo varierà da un minimo di 60 a un massimo di 150 all'ora per direzione e dipenderà dall'intensità del traffico di autovetture. È importante considerare che il flusso complessivo di veicoli è limitato a 1000 unità-autovettura all'ora per direzione; un autocarro corrisponde a 3 unità-autovettura. Gli esperti prevedono che la capacità giornaliera complessiva varierà tra 3000 e 4000 autocarri. Ciò porterà anche ad uno sgravio dell'asse del San Bernardino, più pericoloso. La fase ROSSA sarà attuata secondo le modalità precedenti, e sarà istituita quando la capacità del nuovo sistema verrà superata.

Miglioramenti anche per il traffico privato

    Con l'introduzione del sistema a contagocce, anche il traffico privato risulterà sensibilmente più fluido. In caso di forte intensità del traffico privato, sarà data precedenza alle autovetture: a partire da 550 autovetture all'ora per direzione, la polizia ridurrà il numero di partenze di autocarri; oltre le 820 autovetture all'ora per direzione, tuttavia, si formeranno delle colonne anche per quanto riguarda il traffico privato.

Agevolazioni per l'economia della Svizzera meridionale

    Neanche con il nuovo regime sarà possibile evitare, nei giorni di maggior traffico, difficoltà per l'economia della Svizzera meridionale. Per mitigare queste difficoltà, sarà posto in atto un sistema di trattamento preferenziale per una parte del traffico pesante interno. Gli autocarri autorizzati potranno evitare le aree di sosta a valle ed essere inseriti direttamente nel sistema a contagocce. In tal modo si ridurranno i tempi di attesa. Il Consiglio federale deciderà quali veicoli potranno essere autorizzati ad esibire il pannello "S" e quindi a godere di un transito agevolato attraverso il San Gottardo. Le relative modifiche alle ordinanze sono in corso di preparazione.

Nuovo segnale per il traffico interno

    Per identificare i veicoli autorizzati è stato creato un nuovo segnale: una S gialla su sfondo rosso. Il nuovo segnale ha una forma quadrata con una lunghezza del lato di almeno 25 cm. Il segnale deve essere applicato sul lato anteriore e posteriore del veicolo o della combinazione di veicoli, il più verticalmente possibile e in maniera ben visibile.

    Per introdurre rapidamente il segnale S e sostenere così l'economia del sud della Svizzera, il segnale, in una fase pilota, verrà fabbricato e consegnato ai camionisti in collaborazione con l'Associazione svizzera dei trasportatori stradali ASTAG. In questa fase pilota, verranno raccolte le esperienze scaturite dalla nuova prassi, in base alle quali verrà poi adottata una regolamentazione definitiva per la produzione e il rilascio del segnale S.

    Le competenti polizie cantonali garantiranno il rispetto della prescrizione con controlli ad hoc. Chi usa illecitamente il segnale, verrà punito con l'arresto o con la multa.

Berna, 13. Settembre 2002


USTRA              Ufficio federale delle strade
Servizio stampa

Informazioni: Daniel Schneider, responsabile dell'informazione, Ufficio federale delle strade, USTRA, telefono: 031 324 14 91



Plus de communiques: Eidg. Departement für Umwelt, Verkehr, Energie und Kommunikation (UVEK)

Ces informations peuvent également vous intéresser: