Eidg. Departement des Innern (EDI)

Accordo MEDIA: visita di Viviane Reding

(ots) - Il consigliere federale Pascal Couchepin ha ricevuto oggi a Berna la commissaria europea Viviane Reding. L'incontro nella Casa von Wattenwyl è stato organizzato in vista dell'entrata in vigore, il 1° gennaio 2006, dell'accordo MEDIA tra la Svizzera e l'Unione europea. Inserito negli Accordi bilaterali bis, l'accordo MEDIA disciplina la partecipazione della Confederazione ai programmi europei nel settore audiovisivo. La Svizzera lo ha già ratificato il 17 ottobre 2005. Affinché l'accordo possa entrare in vigore il 1° gennaio 2006, l'Unione europea deve portare a termine la procedura di approvazione entro la fine di novembre. Finalizzato a sostenere tra l'altro la distribuzione e la promozione del cinema europeo e la formazione, l'accordo porterà vantaggi concreti al settore cinematografico svizzero. Grazie ai fondi europei, l'esportazione dei film svizzeri sarà facilitata e i cineasti elvetici potranno frequentare - al pari dei loro colleghi europei - i corsi di formazione sostenuti dal programma MEDIA. Viviane Reding, commissaria europea per la società dell'informazione e i mezzi di comunicazione, si è rallegrata della partecipazione della Confederazione al programma europeo. Le nuove sinergie procureranno vantaggi anche agli Stati membri dell'Unione europea, in particolare a quelli nei quali si parlano le nostre lingue nazionali. Inoltre, la distribuzione di film europei in Svizzera sarà incrementata a tutto vantaggio della diversità culturale, aspetto molto caro all'Europa intera. Pascal Couchepin ha sottolineato come grazie alla via bilaterale la collaborazione tra la Confederazione e l'Unione europea continui a migliorare, offrendo nuove possibilità a entrambe le parti. In campo audiovisivo, il consigliere federale valuta positivamente l'opportunità concessa al cinema svizzero di confrontarsi maggiormente con quello europeo perché ne risulterà rafforzata la sua competitività. La partecipazione della Svizzera al programma MEDIA ammonta a 4,2 milioni di euro. Secondo una stima della Confederazione, questa somma sarà abbondantemente compensata dalle ricadute finanziarie per il settore cinematografico svizzero e, in generale, dal rafforzamento della presenza del cinema svizzero sui mercati europei. DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione Per ulteriori informazioni rivolgersi a: Katja Zürcher, Tel. 079 309 42 35 Nicolas Bideau, Tel. 079 667 69 15

Ces informations peuvent également vous intéresser: