Eidg. Departement des Innern (EDI)

Rapporto sulle disposizioni di protezione dei dati medici nelle assicurazioni sociali

      (ots) - Il Consiglio federale ha approvato all'attenzione del
Parlamento un rapporto intitolato "Lacunes dans la réglementation de
la protection des données médicales dans les assurances sociales"
(Lacune nel disciplinamento della protezione dei dati medici nelle
assicurazioni sociali, d/f). Dal rapporto emerge che le leggi in
vigore non presentano lacune, ma che andrebbero studiate possibilità
di miglioramento per quanto riguarda la loro applicazione.

    Il rapporto, che era stato richiesto da un postulato della Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale, verte su un'inchiesta condotta presso diversi assicuratori sociali e le loro organizzazioni mantello e contiene una presentazione del disciplinamento attuale nonché una valutazione dei fatti constatati.

    Il rapporto conclude che le leggi in vigore non presentano lacune, ma che andrebbe studiata la possibilità di migliorarne l'applicazione, ad es. in relazione all'esternalizzazione dei compiti da parte degli assicuratori ed al trattamento dei dati contenuti nelle fatture mediche. Il rapporto sottolinea come sia opportuno vegliare sull'equilibrio tra il diritto degli assicurati al rispetto della vita privata e il loro interesse al funzionamento efficace ed economico delle assicurazioni sociali. Insiste inoltre sulla necessità per gli assicurati di essere sufficientemente informati sul modo in cui sono trattati i loro dati medici. Il rapporto costituisce una base di discussione per l'elaborazione di misure concrete.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione

Informazioni: tel. 031 322 91 44 Claude Voegeli, aggiunto di direzione Ufficio federale delle assicurazioni sociali

Il rapporto completo "Lacunes dans la réglementation de la protection des données médicales dans les assurances sociales" (Lacune nel disciplinamento della protezione dei dati medici nelle assicurazioni sociali, d/f) è disponibile sul sito Internet: http://www.bsv.admin.ch/aktuell/presse/2005/f/0502230101.pdf



Plus de communiques: Eidg. Departement des Innern (EDI)

Ces informations peuvent également vous intéresser: