Eidg. Departement des Innern (EDI)

EDI: Il Consiglio federale adotta la legge sulle professioni mediche universitarie

      Berna (ots) - Si intende creare una nuova base legale per la
formazione, il perfezionamento e l'esercizio indipendente della
professione per medici, dentisti, farmacisti, chiropratici e
veterinari. I requisiti scientifico-tecnici, sempre più esigenti, e
le mutate aspettative e necessità della popolazione non possono più
essere soddisfatte a sufficienza mediante la vecchia legge federale
del 1877. Pertanto, il Consiglio federale ha approvato il messaggio
e il disegno per la nuova legge sulle professioni mediche
universitarie e li ha trasmessi al Parlamento. L'obiettivo centrale
del disegno di legge è il mantenimento e il promovimento di cure
mediche di elevata qualità mediante l'ottimizzazione della
formazione e del perfezionamento delle professioni mediche
universitarie. Al contempo si intende garantire la libera
circolazione intercantonale e internazionale delle professioni
mediche universitarie. Invece delle tradizionali materie d'esame, il
disegno di legge definisce gli obiettivi della formazione e del
perfezionamento sotto forma di conoscenze, capacità e comportamenti
che devono essere acquisiti dagli assolventi per poter esercitare la
professione. Particolare importanza è data allo sviluppo di una
visione dell'uomo nel suo insieme e di una collaborazione a livello
partenariale con tutte le persone interessate del settore sanitario.
In considerazione della rapida evoluzione della medicina, è data
grande importanza pure alla disponibilità individuale
all'apprendimento e all'acquisizione continua di nuove conoscenze.
Gli istituti di formazione possono strutturare i loro programmi di
formazione e di perfezionamento in maniera più libera. In futuro i
contenuti delle diverse fasi successive della formazione dovranno
però essere maggiormente armonizzati tra loro e attribuire più
importanza alla prassi. Gli esami federali parziali sono eliminati e
sostituiti con esami universitari. Rimane soltanto l'esame federale
finale. La nuova libertà degli istituti di formazione richiede
tuttavia un controllo affidabile sulla formazione. Per verificare il
conseguimento degli obiettivi stabiliti dalla legge, in futuro gli
assolventi devono sottoporsi a un esame federale finale e gli enti
che offrono corsi di formazione devono fare accreditare i loro
percorsi di formazione e di perfezionamento. La legge prevede un
disciplinamento unitario per l'esercizio indipendente della
professione, in cui sono definite le condizioni per l'ammissione,
gli obblighi professionali (incluso l'obbligo di perfezionamento) e
le misure disciplinari. Per gli indipendenti nei settori della
medicina umana e della chiropratica è obbligatorio un titolo di
perfezionamento federale. Si intende raccogliere i dati delle
autorizzazioni cantonali per l'esercizio della professione e dei
titolari di diplomi federali in un registro valevole per tutta la
Svizzera, il quale sarà messo a disposizione di tutti gli
interessati, sempre che non contenga dati personali degni di
particolare protezione. I Cantoni continuano a essere competenti per
il rilascio delle autorizzazioni per l'esercizio della professione.
La nuova legge risponde a una necessità urgente e consente di
sancire le misure, già avviate, per la modernizzazione e il
miglioramento della formazione professionale.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione Per ulteriori informazioni rivolgersi a: Ufficio federale della sanità pubblica, Catherine Gasser, Politica della sanità, tel. 031 322 95 05   http://www.bag.admin.ch/berufe/projektmed/gesetz/d/index.htm



Plus de communiques: Eidg. Departement des Innern (EDI)

Ces informations peuvent également vous intéresser: