Eidg. Departement des Innern (EDI)

"Panoramica delle assicurazioni sociali": decisioni di fondo del Consiglio federale

      (ots) - A causa della necessità d'intervenire nel settore delle
assicurazioni sociali e del risultato della votazione popolare del
16 maggio, il DFI ha presentato al Consiglio federale una visione
d'insieme delle assicurazioni sociali dal titolo "Panoramica delle
assicurazioni sociali". Sulla base di questo documento di
discussione del Dipartimento federale dell'interno, che tratta delle
assicurazioni sociali e della politica familiare, il Consiglio
federale ha preso decisioni di fondo in prospettiva futura. Ha in
particolare determinato la procedura da seguire nella politica
dell'AVS. Per quanto riguarda l'assicurazione per l'invalidità,
oltre alle misure già decise, ha previsto la realizzazione immediata
di misure volte a snellire la procedura.

    Negli ultimi anni le assicurazioni sociali sono evolute a ritmo rapido. Nell'anno passato si sono fatti passi fondamentali ed anche l'anno corrente è stato o sarà contrassegnato dalla conclusione di tappe importanti. Sono state introdotte ed applicate alcune riforme, mentre altre non sono state proseguite. Il DFI ha sottoposto al Consiglio federale un documento di discussione che gli permette di fare un bilancio fondandosi su un'analisi della situazione attuale. Su questa base il Consiglio federale ha discusso delle sfide future, delle prospettive e delle misure da prevedere. Il documento interlocutorio del DFI comprende tutte le assicurazioni sociali1 (eccetto l'assicurazione contro la disoccupazione) e la politica familiare.

    In questo quadro il Consiglio federale ha preso alcune decisioni di fondo:

    AVS: misure a medio e lungo termine Il Consiglio federale condivide la valutazione del DFI secondo cui, se non verranno adottate misure, a partire dal 2010 la situazione finanziaria dell'AVS peggiorerà rapidamente. Inoltre l'AVS avrà bisogno entro il 2025 di mezzi finanziari supplementari pari a circa 3,8 punti percentuali IVA.

    Il Consiglio federale ha deciso di avviare immediatamente i preparativi per un'ulteriore revisione dell'AVS che sarà sottoposta al Parlamento secondo le modalità seguenti. La revisione dovrebbe permettere di consolidare l'AVS fino al 2020 e tener quindi conto dei bisogni finanziari che questo comporta. Il Consiglio federale auspica che i provvedimenti necessari alla realizzazione dell'obiettivo 2020 siano scaglionati nel tempo. Dovranno essere studiati modelli alternativi che tengano conto della durata della vita attiva, del reddito e della pesantezza del lavoro. Questa decisione concorda con l'opinione espressa dalla Commissione AVS, che aveva richiesto che venissero studiati modelli di questo tipo. In ogni caso, questi modelli dovranno consentire di garantire il finanziamento del sistema fino al 2020.

    AI Il Consiglio federale condivide l'opinione del DFI secondo cui, vista la situazione finanziaria precaria, il risanamento dell'AI ha assoluta priorità. Mediante il nuovo progetto di aumento dell'IVA a favore dell'AI e la 5a revisione AI i debiti potranno essere progressivamente ridotti.

    Il Consiglio federale ritiene per altro che certi provvedimenti della 5a revisione AI debbano essere messi in atto urgentemente. Si tratta di provvedimenti concernenti la procedura (la rinuncia alla gratuità della procedura di ricorso).

    Separazione chiara dei bilanci della Confederazione e dell'AVS/AI Il Consiglio federale è giunto alla conclusione che il tema della separazione chiara del bilancio dell'AVS/AI da quello della Confederazione va affrontato nel quadro di una revisione volta a consolidare a lungo termine il finanziamento dell'AVS e deve essere trattato parallelamente alle misure per il consolidamento finanziario dell'AI.

    AMal: soppressione del blocco delle autorizzazioni Il termine posto alla misura della limitazione delle autorizzazioni ai fornitori di prestazioni scade il 3 luglio 2005. Dopo questa data, conformemente al messaggio del Consiglio federale del 26 maggio 2004, verrà introdotta la libertà di contrarre. Se questa non dovesse entrare in vigore per tempo, il Consiglio federale propone di prolungare il blocco delle autorizzazioni fino all'entrata in vigore della libertà di contrarre.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione

Informazioni: Yves Rossier tel. 031 322 46 40 direttore Ufficio federale delle assicurazioni sociali

Ulteriori informazioni sul tema sono disponibili sul sito Internet dell'UFAS all'indirizzo www.ufas.admin.ch



Plus de communiques: Eidg. Departement des Innern (EDI)

Ces informations peuvent également vous intéresser: