Eidg. Departement des Innern (EDI)

Fondazione dell’Istituto universitario di studi superiori internazionali di Ginevra: revisione degli statuti e rinnovo del Consiglio di fondazione

      Berna (ots) - Costituito congiuntamente dalla Confederazione e
dalla Repubblica del Cantone di Ginevra nel 1927 come fondazione
autonoma, l’Istituto universitario di studi superiori internazionali
di Ginevra (IUHEI) è attivo nell’insegnamento universitario e nella
ricerca sulle relazioni internazionali. Sulla base delle
raccomandazioni di un comitato internazionale d’esperti, che la
scorsa estate ha svolto una perizia sul funzionamento dell’istituto,
il Consiglio federale ha approvato la revisione degli statuti della
fondazione.

    La revisione degli statuti punta ad accrescere l’autonomia dell’Istituto, in particolare tramite la semplificazione della procedura di nomina e rinnovo del Consiglio di fondazione (in futuro per cooptazione). La presenza delle autorità in seno al Consiglio di fondazione sarà rafforzata con la nomina di un rappresentante delle seguenti istituzioni: Dipartimento federale dell’interno, Dipartimento federale degli affari esteri, Dipartimento dell’istruzione pubblica del Cantone di Ginevra e Università di Ginevra.

    Con l’entrata in vigore dei nuovi statuti, l’Istituto dovranno essere elaborati i necessari regolamenti (regolamento del Consiglio di fondazione, regolamento sull’organizzazione dell’Istituto, regolamento accademico e regolamento del personale) per rafforzare la coesione dell’Istituto, la sua istituzionalizzione e la sua gestione. In questo contesto andrà precisata anche la procedura di nomina del direttore, che permetterà di mettere rapidamente fine alla direzione ad interim alla quale l’Istituto è sottoposto da oltre un anno. I nuovi statuti menzionano infine il mandato di prestazioni che le autorità stipuleranno con il Consiglio di fondazione per definire gli obiettivi strategici e le prestazioni da fornire.

    Il Consiglio federale ha inoltre preso atto delle dimissioni dei seguenti membri del Consiglio di fondazione, che ringrazia per i servizi resi: - Jean-Pierre Roth, presidente del direttorio della Banca nazionale svizzera, Zurigo; - Klaus Schwab, executive chairman del Forum economico mondiale, Cologny; - Juan Somavia, direttore generale dell’Organizzazione internazionale del lavoro, Ginevra.

    Su proposta del Consiglio di Stato del Cantone di Ginevra, il Consiglio federale ha nominato per un primo mandato di quattro anni i seguenti membri: - Roderick Abbott, vicedirettore generale dell’Organizzazione mondiale del commercio; - Michel Barde, segretario generale della Federazione delle imprese romande, Ginevra; - Iris Bohnet, professore associato alla J.F. Kennedy School of Government, Harvard University, Cambridge MA; - Tirmiziou Diallo, professore all’Università del Sahel, Dakar; - Joelle Kuntz, giornalista, Carouge; - Yves Mény, direttore dell’Istituto universitario europeo di Firenze; - Rubens Ricupero, segretario generale della Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo, Ginevra; - Roger de Weck, giornalista, Zurigo.

    In base agli statuti rivisti, allo scadere del primo mandato la competenza sul rinnovo o sulla riconferma dei membri passerà al Consiglio di fondazione.

    I due membri attuali nominati dal Consiglio federale nel 1999 restano in funzione fino allo scadere del loro mandato nel 2004. Si tratta di Cornelio Sommaruga (Ginevra), presidente ad interim del Consiglio di fondazione, e Rosemarie Simmen (Soletta), ex consigliera agli Stati. I membri istituzionali del Consiglio di fondazione saranno nominati dai rispettivi dipartimenti e dall’Università di Ginevra.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL’INTERNO Servizio stampa e informazione

Per ulteriori informazioni: David Urbach, Segretario di Stato per la scienza e la ricerca, tel. 031 322 82 11 Eric Baier, Dipartimento dell’istruzione pubblica, Ginevra, tel. 022 327 24 02

Informazioni sui nuovi statuti e sulla composizione del Consiglio di fondazione possono essere ottenute nei seguenti siti: - www.gwf-gsr.ch - heiwww.unige.ch



Plus de communiques: Eidg. Departement des Innern (EDI)

Ces informations peuvent également vous intéresser: