Eidg. Departement des Innern (EDI)

Pacchetto di ordinanze del nuovo diritto in materia di prodotti chimici: avviata la procedura di consultazione

Berna (ots) - Il Dipartimento federale dell’interno ha inviato in procedura di consultazione un pacchetto di ordinanze relativo al nuovo diritto in materia di prodotti chimici. Le ordinanze mirano a un’armonizzazione con il diritto UE, pur conservando o migliorando l’attuale livello di protezione delle persone e dell’ambiente. Le disposizioni in vigore sono adeguate al progresso tecnico e gli ostacoli al commercio nei confronti dei principali partner commerciali smantellati. I disegni delle ordinanze contengono disposizioni d’applicazione della legge sulla protezione dell’ambiente, nonché della nuova legge sui prodotti chimici, che dovrebbe entrare in vigore, assieme alle ordinanze, presumibilmente il 1° gennaio 2005. Le disposizioni integrali abbracciano la protezione dei consumatori, dei lavoratori e dell’ambiente. Alla loro elaborazione hanno partecipato il Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni e il Dipartimento federale dell’economia. L’ordinanza sui prodotti chimici disciplina l’obbligo del controllo autonomo dei fabbricanti, le disposizioni generali sulla classificazione, la caratterizzazione e l’imballaggio dei prodotti chimici, l’obbligo di notifica delle nuove sostanze, nonché gli obblighi di notifica di tutte le sostanze e dei preparati da esse composti. La nuova ordinanza prevede un organo centrale di notifica e omologazione. Finora questo compito era affidato a vari uffici federali. La valutazione e l’omologazione dei prodotti chimici restano di competenza della Confederazione e l’esecuzione in loco dovrebbe continuare a essere affidata ai Cantoni. Nell’ordinanza sui biocidi sono invece definiti i requisiti particolari per l’omologazione degli antiparassitari, come i disinfettanti o i conservanti. A complemento di queste due ordinanze, l’ordinanza sulla riduzione dei rischi dei prodotti chimici contiene norme speciali per i prodotti chimici che possono rappresentare un pericolo particolare per le persone e l’ambiente. Tra queste figurano norme speciali in materia di etichettatura, obblighi di restituzione e di ritiro o ancora divieti di fornitura, impiego e produzione. Chi fornisce prodotti chimici particolarmente pericolosi deve disporre di conoscenze tecniche e per determinati impieghi sono previsti autorizzazioni o attestati professionali. L’ordinanza sull’importazione e l’esportazione di prodotti chimici, infine, attua le disposizioni della Convenzione internazionale di Rotterdam, ratificate dalla Svizzera nel gennaio del 2002. Nel complesso, il nuovo diritto sui prodotti chimici contribuisce a tutelare in modo più efficace la salute della popolazione e dei lavoratori, a proteggere meglio l’ambiente e a rafforzare la posizione della Svizzera sul mercato internazionale dei prodotti chimici. La procedura di consultazione durerà fino alla fine di marzo 2004; i pareri devono essere inviati all’Ufficio federale della sanità pubblica, 3003 Berna. I relativi documenti sono disponibili sul sito www.parchem.ch o possono essere richiesti per posta elettronica (parchem@bag.admin.ch) direttamente all’Ufficio federale della sanità pubblica. DIPARTIMENTO FEDERALE DELL’INTERNO Servizio stampa e informazione Per maggiori informazioni rivolgersi a: Ufficio federale della sanità pubblica, Divisione prodotti chimici Eva Reinhard, responsabile del «Progetto sul diritto d'esecuzione della legge sui prodotti chimici» (PARCHEM), telefono 031 322 95 05 Ufficio federale dell’ambiente, delle foreste e del paesaggio Georg Karlaganis, responsabile della Divisione sostanze, suolo, biotecnologia, telefono 031 322 69 55

Ces informations peuvent également vous intéresser: