Eidg. Departement des Innern (EDI)

EDI: Visita di Stato in Portogallo del presidente della Confederazione Pascal Couchepin

Berna (ots) - Su invito della Repubblica portoghese, il presidente della Confederazione Pascal Couchepin si recherà lunedì a Lisbona per una visita di Stato di due giorni. Oltre ad un incontro con il presidente Jorge Sampaio, il programma prevede colloqui con il primo ministro José Manuel Durão Barroso, il presidente dell'Assemblea della Repubblica João Mota Amaral e il sindaco di Lisbona Pedro Santana Lopes. Al centro delle discussioni vi saranno le relazioni tra il Portogallo e la Svizzera e questioni di politica internazionale, in particolare l'integrazione europea. Si parlerà anche dei danni alle foreste provocati dai recenti incendi, visto che la Svizzera ha deciso di sbloccare un credito di un milione di franchi per aiutare le vittime. Con la visita di Stato in Portogallo, Pascal Couchepin ricambia quella effettuata in Svizzera da Jorge Sampaio nel 1999 durante l'anno di presidenza di Ruth Dreifuss. In occasione dell'incontro saranno evocati gli stretti legami tra i due Paesi. 150 000 portoghesi vivono in Svizzera, mentre sono 2500 gli svizzeri stabilitisi in Portogallo. Tra i principali temi internazionali che saranno trattati durante la visita figurano le relazioni transatlantiche, la situazione in Medio Oriente, in Iraq e nell'Africa australe. Inoltre si discuterà di questioni legate all'integrazione europea. Sull'agenda di Pascal Couchepin è previsto anche un incontro con imprenditori svizzeri. Il presidente della Confederazione s'informerà sulle conseguenze per l'economia portoghese degli incendi che hanno distrutto il 7 per cento circa della superficie boschiva del Paese (un'area pari alla grandezza del Lussemburgo). In effetti la Svizzera ha deciso di sbloccare un credito di un milione di franchi quale segno di solidarietà nei confronti della popolazione portoghese. Un esperto del Corpo svizzero di aiuto umanitario, incaricato dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), si è recato martedì in Portogallo per accertare le necessità della regione di Santarem, quella maggiormente toccata dalla catastrofe. Sono previsti un aiuto urgente e la realizzazione di programmi di ricostruzione e di prevenzione dei rischi. Le relazioni tra la Svizzera e il Portogallo sono ben consolidate: il primo consolato svizzero fu aperto a Lisbona nel 1817, mentre la prima rappresentanza portoghese in Svizzera venne istituita nel 1811 a Losanna. Il consolato portoghese fu trasformato nel 1872 in una legazione e nel 1918 in un'ambasciata. Lo stesso anno, il rappresentante svizzero a Madrid fu accreditato a Lisbona. La prima ambasciata svizzera in Portogallo venne inaugurata nel 1941. DIPARTIMENTO FEDERALE DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione Per maggiori informazioni rivolgersi a: Jean-Marc Crevoisier (DFI), 031 322 80 16 Jean-Philippe Jutzi (DSC), 031 324 91 68 o 079 292 08 49

Ces informations peuvent également vous intéresser: