Eidg. Departement des Innern (EDI)

EDI: Assicurazione malattie: il Consiglio federale sottopone al Parlamento i sussidi federali per la riduzione dei premi per il periodo 2004-2007

      Berna (ots) - Il Consiglio federale ha licenziato all'attenzione
del Parlamento il messaggio concernente i sussidi federali per la
riduzione dei premi nell'assicurazione-malattie nei prossimi quattro
anni. I sussidi federali ammontano in totale ad un massimo di 9,6
miliardi di franchi.

    Il decreto federale proposto nel messaggio del Consiglio federale fissa il limite massimo dei sussidi federali per la riduzione dei premi sulla base dell'importo del 2003. Come stabilito da un decreto federale vigente, è previsto un aumento annuo dell' 1,5 per cento. Quelli elencati sono gli importi massimi messi a disposizione dei Cantoni. I singoli Cantoni hanno la competenza di ridurre fino al 50% i sussidi federali a loro disposizione, nel qual caso il loro contributo obbligatorio si riduce proporzionalmente. Dall'entrata in vigore della LAMal il tasso di riduzione si situa annualmente tra il 20 e il 25 per cento.

Anno Sussidio massimo della Confederazione Sussidio massimo dei Cantoni Confederazione e Cantoni 2004 2349 1174.5 3523.5 2005 2384 1192 3576 2006 2420 1210 3630 2007 2456 1228 3684 TOTALE 9609 4804.5 14413.5 In milioni di franchi

    Nel quadro della consultazione parlamentare in corso sulla 2a revisione LAMal si sta discutendo per stabilire chi avrà diritto in futuro alla riduzione dei premi. Non essendo ancora chiusa la consultazione parlamentare, i sussidi federali per il prossimo quadriennio verranno fissati ancora secondo il diritto vigente. Il presente decreto federale dovrà essere approvato nel corso della prossima sessione autunnale. Con l'entrata in vigore della 2° revisione LAMal (prevista per il 2005), il decreto federale potrà essere adeguato o abrogato.

DIPARTIMENTO FEDERALE DELL' INTERNO Servizio stampa e informazione

Informazioni: tel. 031 / 322 90 04 Fritz Britt, vicedirettore Ufficio federale delle assicurazioni sociali

Allegati: messaggio e decreto federale

I comunicati stampa dell'UFAS ed ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo Internet www.ufas.admin.ch



Plus de communiques: Eidg. Departement des Innern (EDI)

Ces informations peuvent également vous intéresser: