Eidg. Departement des Innern (EDI)

EDI: Assicurazione malattie: parere del Consiglio federale sul rapporto della CdG

      (ots) - Nel suo parere su un rapporto della Commissione della
gestione (CdG) del Consiglio degli Stati concernente l'influenza
della Confederazione sul contenimento dei costi nell'ambito della
legge sull'assicurazione malattie, il Consiglio federale sottolinea
il fatto che una parte importante delle raccomandazioni della CdG,
incentrate soprattutto sulla funzione politica di controllo della
Confederazione, vengono prese in considerazione. Esso ha esercitato
questa funzione segnatamente con i provvedimenti introdotti in
seguito alla sessione speciale svoltasi durante lo scorso mese di
maggio.

    Di fronte all'evoluzione dei costi della salute la CdG del Consiglio degli Stati ha esaminato se e in che misura gli organi responsabili della Confederazione fanno uso del loro margine di manovra. Per questa analisi sono stati scelti due ambiti: la pianificazione ospedaliera e il tariffario per singola prestazione TARMED. Inoltre sono stati esaminati gli effetti dell'attività della Confederazione considerando l'obiettivo del contenimento dei costi sancito dalla legge sull'assicurazione malattie (LAMal). Pianificazione ospedaliera Nel quadro della sua analisi la CdG è giunta alla conclusione che, nei 140 ricorsi inoltrati contro gli elenchi degli ospedali, il Consiglio federale abbia piuttosto frenato la riduzione delle capacità prevista dai Cantoni, contribuendo così tendenzialmente ad un aumento dei costi. In due postulati la CdG ha raccomandato al Consiglio federale di esaminare da un lato come si potrebbero creare incentivi volti a rafforzare la pianificazione ospedaliera intercantonale e dall'altro come si potrebbe introdurre la pianificazione delle prestazioni. Nel suo parere il Consiglio federale ha sottolineato che la seconda revisione parziale in corso della LAMal ridefinirà tali incentivi e renderà più attrattiva la pianificazione ospedaliera intercantonale. Esso si è inoltre dichiarato disposto ad approfondire ambedue le questioni ed a chiarire con le altre parti in causa in che modo la Confederazione possa intervenire. Questi lavori devono essere coordinati con quelli relativi alla seconda revisione parziale, ovvero con il passaggio ad un finanziamento ospedaliero in funzione delle prestazioni e con il conseguente rafforzamento degli strumenti di pianificazione. TARMED Riguardo a TARMED, il tariffario per singola prestazione medica valido per tutta la Svizzera, la CdG ha constatato che il Consiglio federale, pur non sfruttando pienamente le sue possibilità, ha potuto evitare un aumento massiccio dei costi insistendo sul principio della neutralità dei costi. La CdG ha inoltre raccomandato al Consiglio federale di non intervenire più come moderatore nelle trattative, bensì di stabilire unicamente gli obiettivi politici, precisando che in situazioni conflittuali il ruolo di moderatore o di mediatore dovrebbe piuttosto essere affidato ad un organo neutrale. Nel suo parere il Consiglio federale riconosce l'esistenza di situazioni conflittuali. Tuttavia, viste le difficoltà che potrebbero scaturire da un'eventuale rinuncia da parte sua ad intervenire nella determinazione delle tariffe, esso desidera mantenere questo ruolo soprattutto perché, in assenza di valide alternative, si considera quale organo neutrale.

DIPARTIMENTO FED. DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione

Informazioni: Tel. 031 / 322 91 49 Sandra Schneider Capo Unità Tariffe e fornitori di prestazioni Ufficio federale delle assicurazioni sociali

Allegato: - Parere del Consiglio federale sul rapporto del 5 aprile 2002 della Commissione della gestione del Consiglio degli Stati (in francese)

I comunicati stampa dell'UFAS ed ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo Internet www.ufas.admin.ch



Plus de communiques: Eidg. Departement des Innern (EDI)

Ces informations peuvent également vous intéresser: